Acqua: tutto quello che “pensavi” di sapere

Acqua: tutto quello che "pensavi" di sapere

“Bisogna bere 2 litri di acqua al giorno”. “L’acqua causa la ritenzione idrica”. E via dicendo… Chiariamo i dubbi intorno all’acqua!

Quante volte abbiamo sentito pronunciare queste ed altre “sentenze” sull’acqua? Molte, forse troppe per non cominciare a domandarsi quanto ci sia di vero in quello che leggiamo o sentiamo in TV, in radio o su internet.

Per quanto sia uno dei fondamenti “indiscutibili” della vita e del benessere di ognuno di noi, l’acqua, negli ultimi anni, soprattutto per il deprecabile merito di alcune campagne pubblicitarie, è diventata oggetto di fantasiose disquisizioni su presunte proprietà o stili di consumo.

Ma per evitare strane commistioni tra reale ed immaginario, oggi cercheremo di far chiarezza su quest’importantissimo elemento che, al pari di un farmaco, può essere determinante per il nostro stato di salute.

Al netto di patologie renali gravi o altri condizioni cliniche particolari, ecco le cose essenziali da sapere sull’acqua

Acqua: tutto quello che “pensavi” di sapere – “E meglio bere acqua fuori pasto”

Ovvio che no. Certo che bere molta acqua durante i pasti può ridurre la capacità dello stomaco e quindi indurci a mangiare un po’ meno. Ma bere acqua durante i pasti è un ottimo metodo per migliorare la consistenza del cibo ingerito e, in definitiva, migliorare la digestione. L’unica accortezza e non berne troppa perché potrebbe diluire i succhi gastrici.

“L’acqua gassata fa male”

Sia che si tratti di acqua naturale effervescente, sia che si tratti acqua addizionata con anidride carbonica (che, per inciso, ne migliora la conservabilità), il risultato non cambia: l’acqua gassata non fa affatto male. Va evitata, più che altro, se si è soggetti sensibili al gonfiore addominale.

Acqua: tutto quello che “pensavi” di sapere – “Bere troppa acqua causa ritenzione idrica”

Non è certo il contenuto di Sodio presente nell’acqua a determinare la ritenzione idrica, ma, semmai, il sale che consumiamo abitualmente a causare la ritenzione idrica. Il corpo deve comunque mantenere il giusto equilibrio di diluizione tra sali minerali e acqua.

“L’acqua fa ingrassare”

Ebbene sì, ci sono persone che si pongono queste domande (vi basterà digitarlo su google per capire quanto “strano” e vero sia). L’acqua ad ogni modo “non” contiene calorie nella maniera più assoluta. L’unica cosa che può accadere dopo averne bevuta molta è un transitorio gonfiore.

Acqua: tutto quello che “pensavi” di sapere – “Contro la cellulite è meglio l’acqua oligominerale”

La cellulite è una condizione che dipende a molti fattori (genetica, alimentazione, esercizio fisico, ecc.). L’acqua contribuisce all’eliminazione di tossine e liquidi in accumulo, che sono determinanti per l’insorgere della cellulite. Tuttavia, l’acqua da sola, non può battere la cellulite. Una corretta alimentazione, una costante anche se leggera attività fisica. E stare lontane dal fumo. Un gioco di squadra può molto di più contro questo antipatico “inestetismo“.

“Il Calcio dell’acqua fa venire i calcoli renali”

No, non è così; e anzi ai soggetti predisposti a questo tipo di condizioni, i medici consigliano un consumo giornaliero sostenuto

Un suggerimento in più: se dovete prendere qualche tipo di medicinale in pastiglia, preferite sempre l’acqua a qualsiasi altro liquido. Il latte, o alcuni succhi di frutta, come quello al pompelmo, potrebbero interagire negativamente con l’assunzione del farmaco.

Quindi sì all’acqua, ma senza pregiudizi.

Luana Longo
Farmacista

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2019

Voto medio utenti

1 COMMENTO

  1. L’acqua non mi piace, confesso, preferisco tisane, tè, centrifughe, etc.. Ma quando bevo in abbondanza io vedo la cellulite attenuarsi sulle gambe. Provare per credere!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here