Con la contraccezione d’emergenza diminuiscono le IVG – Finiamo l’anno con le buone notizie!

contraccezione d'emergenza meno IVG

L’accesso senza obbligo di ricetta medica alla contraccezione di emergenza, ha portato ad un calo significativo del ricorso da parte delle donne italiane alle interruzioni volontarie di gravidanza (IVG)

Ad ogni fine anno ci piace fare i bilanci
Come è andata? Ci siamo divertiti? Abbiamo viaggiato di più? Letto di più? Se fosse un grafico ci piacerebbe che questa sintesi fosse rappresentata con una freccia sparata verso l’alto. Sinonimo di cose che vanno per il verso giusto. Sono questi i grafici che ci piacciono. Ma amiamo anche le eccezioni.

E’ il caso delle recenti statistiche in ambito salute, relative agli anni 2014 e 2015. Queste evidenziano una felice inversione di tendenza. Che meglio di tanti discorsi rappresentano le scelte, libere e ponderate, delle donne italiane. Soprattutto delle giovani. Il ricorso all’interruzione volontaria di gravidanza (IGV) è in costante calo.

A confermarlo la dettagliata relazione del Ministero della Salute Sull’attuazione della legge contenente norme per la tutela sociale della maternità e per l’interruzione volontaria di gravidanza (Legge 194/78).

_tabella_calo_ivg_italia_mettiche

Un’ottima notizia. Ma quali sono le ragioni dietro a questi dati?

Contraccezione d’emergenza meno IVG – Una spinta ad una tendenza già in atto da qualche anno

Una battaglia, quella della ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, a nome di tutte le donne italiane. Avevamo già pubblicato, in un articolo qui su VediamociChiara il nostro grazie alla Ministra Lorenzin, che aveva reso possibile l’attuazione delle indicazioni della Comunità Europea, per rendere la pillola del giorno dopo e la pillola dei 5 giorni dopo (ellaOne, il nome commerciale), un farmaco SOP, ovvero Senza Obbligo di Prescrizione. Oggi, questi anticoncezionali di emergenza, si possono prendere in farmacia senza bisogno di ricetta medica (n.d.r. se si è maggiorenni).

Contraccezione d’emergenza meno IVG – Commenti positivi anche dalla SMIC (Società Medicina Italiana per la Contraccezione)

“Il drastico calo annuo delle Interruzioni Volontarie di Gravidanza (IVG) di circa il 10% segna un’inversione di tendenza di grande importanza per le donne italiane. Un decremento non casuale. La diminuzione maggiore delle IVG è strettamente connessa con la vendita in farmacia di ellaOne, la Contraccezione d’Emergenza senza ricetta a base di Ulipristal acetato, nota come ‘pillola dei cinque giorni dopo’”.

Così Emilio Arisi, Presidente della Società Medicina Italiana per la contraccezione (SMIC), alla Relazione sull’attuazione della legge 194/78 stilata dal Ministero della Salute.

Ed aggiunge:

“La percentuale più alta di contrazione degli aborti rispetto all’anno precedente (…) è stata infatti osservata nel secondo e terzo trimestre del 2015. Proprio da quando il farmaco ellaOne, l’opzione più efficace tra i contraccettivi d’emergenza esistenti, ha avuto il via libera dell’Agenzia Italiana del farmaco (AIFA) alla vendita senza obbligo di prescrizione medica”.

Ma perché la pillola dei 5 giorni dopo è più efficace?

Val la pena di ricordare che la scienza medica ha reso ancora più efficace la contraccezione d’emergenza. L’ultima generazione di pillola del giorno dopo (ellaOne, il nome commerciale) è ancora più efficace. Perché è in grado di bloccare l’ovulazione anche quando il processo fisiologico che conduce all’ovulazione è già iniziato.

Cristina Perrotti

Take Home Message
Contraccezione d’emergenza meno IVG – L’accesso senza obbligo di ricetta medica alla contraccezione di emergenza, soprattutto quella di ultima generazione, come ellaOne (detta anche “pillola dei 5 giorni dopo”) ha portato ad un calo significativo del ricorso da parte delle donne italiane alle interruzioni volontarie di gravidanza (IVG). Un plauso alla ministra Beatrice Lorenzin che ha reso possibile scavalcare questo obbligo, che rimane invece in vigore per i minorenni.

Tempo di lettura: 1’ e 10’’

Ultimo aggiornamento: 19 maggio 2019

Voto medio utenti

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here