Calo del Desiderio – E Se(x) Fosse la Tiroide?

102402
Scarica il podcast dell'articolo

Calo del Desiderio - (E Sex fosse la tiroide?)

Che relazione c’è tra Tiroide e Sessualità?

Abbiamo intervistato il prof. Jannini. Ecco la prima intervista prevista dal progetto “E sex fosse la tiroide?”.

E se(x) fosse tiroide?

Cari amici e care amiche oggi abbiamo qui il Professore Jannini perché insieme abbiamo un bellissimo progetto per voi, che si chiama “E sex fosse la tiroide?”. Parleremo di Tiroide e Sessualità, o meglio, di quando la tiroide è causa o concausa di problemi che possono in qualche modo ripercuotersi nella vita di coppia e nello specifico parleremo di:

Questi argomenti verranno trattati a mercoledì alterni fino ad arrivare al 25 maggio, giorno in cui faremo un vero e proprio evento online, dove ognuno di voi potrà partecipare e porre domande direttamente al professor Jannini, per avere delle risposte sui propri dubbi e problemi.

Il primo dei temi che trattiamo è il “calo del desiderio”.

Dott.ssa Maria Luisa Barbarulo: Che cos’è il calo del desiderio?

Prof. Emmanuele Jannini: Definire il desiderio sessuale è una cosa piuttosto complicata. Ciascuno di noi ha una sua definizione di desiderio sessuale, quindi, c’è tutta una dimensione soggettiva. Certamente, ad un certo punto, può succedere che in un paziente o in una pazienta ci sia un’oggettiva riduzione del drive, del desiderio, della spinta verso fare l’amore, verso l’altro o verso l’altra che noi chiamiamo “desiderio sessuale ipoattivo”.

Dott.ssa Maria Luisa Barbarulo: Il calo del desiderio può avere anche una ragione fisiologica?

Prof. Emmanuele Jannini: Naturalmente si. Una volta si pensava che tutte le disfunzioni sessuali fossero generate esclusivamente dalla mente, in realtà la mente è il nostro principale organo sessuale ma non l’unico. È un organo sessuale che si attiva o si disattiva anche grazie agli ormoni. Gli ormoni sono dei fondamentali regolatori della macchina del desiderio, diciamo, in qualche modo, il carburante di questo motore che è appunto quello del desiderio sessuale.

Dott.ssa Maria Luisa Barbarulo: Cosa possiamo, o meglio, cosa dobbiamo fare quando ci accorgiamo di avere questo tipo di problema?

Prof. Emmanuele Jannini: Io credo che la ricerca di un dialogo franco con uno specialista può essere la soluzione, perché pensare, come molte persone fanno, di essere in qualche maniera “colpevoli” del calo del desiderio, “Ah allora non sono io più capace di desiderare” “Ah allora non mi interessi più, non mi piaci”, queste cose naturalmente succedono perché l’amore può effettivamente terminare, però è vero anche che molto spesso ci sono delle disfunzioni fisiologiche che possono in qualche maniera essere identificate e curate.

Dott.ssa Maria Luisa Barbarulo: Bene professore, come lei sa, noi abbiamo una campagna che è “No fai da te “, o meglio, se abbiamo bisogno di cercare online delle informazioni dobbiamo cercarle, però è bene che, quando ci troviamo di fronte ad un problema che riguarda la salute, ci rivolgiamo ad uno specialista. Quindi le chiedo, qual è lo specialista al quale ci dobbiamo rivolgere quando ci troviamo in una situazione di questo tipo?

Prof. Emmanuele Jannini: Condivido totalmente la campagna di Menslife e di VediamociChiara contro il Dottor. Google il peggior nemico della salute poiché da che ci informava e ci informa di tante cose utili dall’altra quando cerchiamo di applicarlo alla salute può provocare dei grandi danni. Il medico della sessualità è l’endocrinologo, insieme al ginecologo nel caso delle donne, è il medico di elezione per questo genere di disfunzione.

Dott.ssa Maria Luisa Barbarulo: Ci sono dei casi clinici che, magari meglio di altri, possono raccontare questo tipo di problema a chi ci segue online?

Prof. Emmanuele Jannini: Le racconto la storia di una formaggiaia, una signora che si chiama Maria Giovanna, che è il punto di riferimento della sua comunità, vive tra la Maremma e la Val d’Orcia, ed è un personaggio strano poiché pur essendo vicina alla Maremma non fa formaggi con il Latte Vaccino, essendo li territorio delle mucche, e non fa neanche il Pecorino di Pienza che è quello tipico della Val d’Orcia, ma fa mozzarelle e stracchino di pecora.

Lei è sposata da 15 anni con una persona a cui lei vuole molto bene, che si chiama Benedetto, ed è la persona che si occupa dei pastori e dei venditori mentre lei si occupa della creazione di queste mozzarelle. Hanno insieme due figli e l’ultimo di due anni fa.

Quello che è successo a Maria Giovanna è che hanno ripreso, come molte coppie, a fare l’amore dopo 6 mesi dalla nascita dell’ultimo figlio ma piano piano Maria Giovanna ha cominciato a rifiutare il sesso sempre di più fino ad arrivare ad una sorta di silenzio sessuale assoluto, probabilmente era un pochino depressa o probabilmente era un po’ più triste. La cosa più dolorosa per questa coppia, per altro così affiatata, è stato il calo del desiderio.

Il povero Benedetto, naturalmente, non faceva altro che pensare “è colpa mia”, “lei ha un’altra storia”, “si è innamorata di un altro” ecc. Iniziarono a fare una terapia di coppia e, rispondendo alla domanda, vanno da uno psicologo, che in realtà è utilissimo in molti casi ma in questo caso si dimostra del tutto inutile poiché in realtà era una coppia molto unita.

Cos’è quindi questo desiderio sessuale che in realtà viene tanto governato dagli ormoni? È sicuramente una macchina, come dicevamo, che funziona proprio anche grazie a questo carburante che sono gli ormoni.

Io mi accorgo che questa signora, in realtà, aveva un TSH, l’ormone che produce l’ipofisi e che regola la tiroide, un pochino troppo alto, questo di solito è un indice di un rallentamento del funzionamento della tiroide. Infatti, gli ormoni tiroidei erano un pochino troppo bassi così come degli anticorpi positivi, gli anticorpi anti-perossidasi tiroidea, cominciavano ad alzarsi. Quindi, il quadro di una tiroidite, che probabilmente ha avuto una relazione con il parto, e che può provocare tra i suoi effetti una riduzione del desiderio, una riduzione del desiderio sessuale che è stata corretta in maniera molto efficiente, sia dal punto di vista generale, ma soprattutto dal punto di vista del desiderio sessuale con la terapia sostitutiva, con l’ormone che manca, in maniera da recuperare la funzione in maniera assolutamente completa, e così è andata.

Dott.ssa Maria Luisa Barbarulo: Benissimo Professore, la ringrazio per essere stato qui con noi. Ci vediamo tra due mercoledì per parlare di astenia degli spermatozoi. Ciao a tutti, ci vediamo online!

>>> Iscriviti subito all’evento

>>> Rivedi e riascolta la video pillola sul calo del desiderio

>>> Episodio 1 – Calo del desiderio

>>> Episodio 2 – L’astenia degli spermatozoi

>>> Episodio 3 – Quando il piacere tarda ad arrivare

>>> Rivedi tutte le nostre interviste

Progetto realizzato grazie a un grant educazionale incondizionato di Merck Serono

Take Home Message – Calo del desiderio
Che relazione c’è tra Tiroide e Sessualità? Abbiamo intervistato il prof. Jannini. Ecco la prima intervista del progetto “E sex fosse la tiroide?”.

Tempo di lettura: 4’

Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2022

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui