Check-up tra i 40 e i 50 anni

Check-up 40-50 anni

Check-up 40-50 anni – Continua a volerti bene

Check-up 40-50 anni – Come diceva Woody Allen in uno dei suoi film (Harry a pezzi): “Superati i 40 le parole più belle non sono ‘Ti amo’, ma… ‘È benigno!’”.

Se siamo tra i 40 e i 50 diventa sempre più importante abbandonare una volta per tutte le cattive abitudini (come fumo e alcolici), praticare una costante attività fisica e seguire una dieta sana e bilanciata.
Con il sorriso sulle labbra, e una scorta di ottimismo, prendiamo nota degli appuntamenti dal medico che non devono mancare una volta entrati nel pieno dell’età della maturità ovvero nell’età della perimenopausa

(N.B. le analisi e le visite mediche qui elencate sono indicative. Prima di procedere consulta il tuo medico di fiducia).

Check-up 40-50 anni – Analisi di laboratorio

Nel check-up 40-50 anni dovrebbero essere fatti gli esami ematochimici più comuni, per tenere sotto controllo il livello del colesterolo nel sangue e i fattori di coagulazione, ad esempio

  • Trigliceridi: sono sostanze che compongono il tessuto adiposo del nostro organismo; il relativo esame serve per monitorare eventuali malattie legate ad un sistema circolatorio compromesso, come infartoictus. Vanno fatte a digiuno, 12 ore dall’ultimo pasto, preferibilmente leggero;
  • Emocromo: detto anche Emogramma, è la conta di diversi parametri del sangue, come globuli rossi, bianchi, piastrine, ematocrito, emoglobina, etc.;
  • Sideremia: a digiuno da non meno di 10-12 ore lontano da farmaci (o da integratori che contengono ferro), da almeno 3-5 giorni. L’esame rivela eventuali carenze di Ferro;
  • Azotemia: indica la concentrazione di azoto nel sangue. Valori superiori a quelli normali indicano problemi a carico dei reni, ma anche un’alimentazione con troppe proteine (carne);
  • Glicemia: indica il valore di concentrazione di glucosio nel sangue. L’esame si effettua a digiuno;
  • Creatininemia: è un indicatore dell’attività renale;
  • Uricemia: l’acido urico è alto quando si assumono proteine in eccesso. Controllare questo valore aiuta a proteggere il cuore e i vasi;
  • Transaminasi: per controllare la funzionalità epatica ed eventuali danni a carico del fegato;
  • GammaGT: per intercettare patologie a carico del fegato, ma anche ipertensione e diabete di tipo II;
  • Colesterolo: per conoscere i valori di entrambi i tipi, quello “buono”, l’HDL e quello “cattivo”, il Colesterolo LDL;
  • Esame delle urine: esame importantissimo per la ricchezza di informazioni che è capace di fornire, legate soprattutto ad eventuali problemi cardiovascolari, comprese le sue più gravi conseguenze, come infarto e ictus.


Altri esami

  • Elettrocardiogramma (ECG): quello effettuato sotto sforzo è consigliato per i diabetici;
  • Rilevazione della pressione arteriosa: se preferite potete farla anche in casa oppure in farmacia.

Check-up 40-50 anni – Visita ginecologica

Il check-up 40-50 anni dal ginecologo consiste in diverse fasi. Dopo l’anamnesi, grazie alla quale il medico raccoglierà tutte le informazioni utili (storia clinica, familiarità con alcune malattie, stile di vita, sport praticati, cattive abitudini, etc.) si passa alla visita vera e propria, l’ecografia pelvica sovrapubica o transvaginale. Seguirà il pap test.
Alla visita senologica si aggiunge l’ecografia al seno e la mammografia, per scongiurare la presenza di tumori mammari e in caso per giocare d’anticipo. In casi normali viene consigliata con una frequenza biennale. Voi non scordate di praticare costantemente l’ autopalpazione del seno.


Check-up 40-50 anni – Altri esami di routine

  • Rilevazione della pressione arteriosa: se preferite, potete farla anche in casa oppure in farmacia;
  • Visita cardiologica: che oltre l’anamnesi della paziente, prevede l’analisi fisica e l’elettrocardiogramma;
  • Visita oculistica: utile per la prevenzione del glaucoma, è consigliata a partire dai 45 anni.

 

Leggi anche…
– “Check-up – introduzione
– 
 Sito del Ministero della Salute

 

Cristina Perrotti e Massimo Danti

 

Take Home Message
Check-up 40-50 anni – Prendersi cura di sé ora che non siamo più delle ragazze è d’obbligo. Esami e loro frequenza vanno definiti con l’aiuto del medico (e con un pizzico di buon senso, per evitare di esagerare), in base alla vostra storia clinica, allo stile di vita e alla familiarità con alcune malattie.

Tempo di lettura: 50”

Ultimo aggiornamento: 13 settembre 2018

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here