Patologia autoimmune – Consigli pratici per arginare i sintomi

Una lista di consigli pratici per migliorare la qualità della vita ed arginare i sintomi


>>> Artrite reumatoide: Stile di vita appropriato per arginare i sintomi

Per tenere sotto controllo questa patologia autoimmune è importante praticare alcune buone abitudini capaci di arginare i sintomi, spesso dolorosi.

Ecco alcune buone abitudini:

  • Praticare in modo continuativo un’attività fisica (nuoto, ginnastica posturale) è utile per mantenere allenato il tono muscolare e ridurre il dolore;
  • L’alimentazione può sicuramente essere di valido aiuto per migliorare il sistema immunitario, tenere sotto controllo il peso e i fenomeni infiammatori. Sì quindi ad una dieta equilibrata, povera di cibi troppo elaborati e zuccherini, ricca di antiossidantiVitamina C Selenio; questo vuol dire che a tavola non deve mancare la frutta e la verdura, ma anche legumi, cereali integrali e pesce (salmone, trota, pesce azzurro) ricco di acidi grassi Omega 3;
  • Evitare l’esposizione diretta ai raggi solari perché l’infiammazione potrebbe peggiorare, ma anche per evitare reazioni cutanee da farmaci;
  • Medicina fisica: l’applicazione del calore umido sembra essere il trattamento più efficace per contrastare il dolore: docce calde, impacchi e i bagni umidi, ma anche fanghi e guanti elettrici (da praticare sempre in centri specializzati).

 

Curiosità… un paio di personaggi famosi con l’artrite reumatoide:

 

>>> Sclerodermia: piccoli consigli per vivere meglio con questa patologia autoimmune

Nell’approccio non-farmacologico si seguono semplici norme igieniche e comportamentali:

  • Dormire con la testa alzata di 20 cm;
  • Non indossare abiti troppo attillati;
  • Praticare una moderata attività fisica;
  • Pasti frequenti e leggeri, consumati masticando con calma e seduti;
  • Non coricarsi subito dopo aver mangiato, non prima che siano trascorse due/tre ore;
  • Eliminare fumo, caffè, alcolici e bibite gassate;
  • Eliminare cioccolato, liquirizia, menta, alimenti fritti, formaggi stagionati (ad es. parmigiano, pecorino, etc.), crostacei e agrumi.


Curiosità… qualche numero sulla sclerodermia

In Italia la prevalenza della malattia è di circa 70.000 malati; ogni anno si registra un’incidenza di circa 300 nuovi casi. Le donne sono colpite più degli uomini (anche se è chiamata “la malattia che trasforma l’uomo in pietra”), con un rapporto di circa 3:1 e questa differenza è più accentuata nell’età fertile (rapporto superiore o uguale a 8:1 rispetto agli uomini).


>>> Sclerosi multipla: stile di vita e attività fisica adatti a questa patologia autoimmune

Alla sclerosi multipla spesso è associata l’idea di invalidità permanente, ma in realtà la maggior parte di coloro che ne sono affetti conduce una vita attiva e autonoma. Ci sono alcuni consigli di vita utili per arginare i sintomi; è  molto utile praticare un’attività fisica, da identificare dopo aver consultato il proprio medio; parliamo di attività fisiche anche molto semplici, come camminare, praticare yoga e stretching. I vantaggi, oltre ad un inevitabile miglioramento nell’umore, sono tanti:

  • Riduzione della sensazione di fatica;
  • Aumento della flessibilità degli arti inferiori e delle articolazioni;
  • Migliore tono muscolare;
  • Migliore mineralizzazione dell’osso.

Nel caso di attività all’aperto, attenzione all’esposizione al sole e al caldo, che può far peggiorare i sintomi. Prendere quindi tutte le precauzioni.


La giusta alimentazione per la sclerosi multipla

I benefici che si possono trarre da una dieta corretta, bilanciata e adatta all’età e al livello di attività fisica, possono portare la carica necessaria per la gestione della sclerosi multipla.

Cercare di variare il più possibile gli alimenti assumendo soprattutto frutta e verdura e bevendo almeno 1 litro e ½ di acqua al giorno, può aiutare anche a evitare infezioni del tratto uro-genitale e la stipsi.

Per il ruolo svolto nello sviluppo e nell’andamento nel tempo della malattia è molto importante il giusto apporto di vitamina D. Ma in quali alimenti si trova questa importante vitamina?

  • Olio di fegato di merluzzo;
  • Uova;
  • Latte e i suoi derivati;
  • Fegato;
  • Salmone;
  • Etc.

Anche i polifenoli hanno dimostrato di aiutare a contrastare il processo di demielinizzazione. È facile trovarli in abbondanza nell’olio extra vergine di oliva e nel vino rosso.

Curiosità… qualche numero sulla sclerosi multipla

Nel mondo ci sono quasi 3 milioni di persone con questa patologia autoimmune; 450.000 in Europa e circa 65.000 in Italia (con un nuovo caso ogni 4 ore). La malattia può presentarsi durante quasi tutto l’arco della vita, più facilmente tra i 15 e i 50 anni. Nelle donne la probabilità è doppia rispetto a quella degli uomini. Il perché di questa “predilezione”? non lo conosciamo.

Take Home Message
Per alcune delle patologie autoimmuni, come l’artrite reumatoide, la sclerodermia, sclerosi multipla, una lista di consigli pratici per vivere meglio e arginare i sintomi.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 3 gennaio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here