Covid e bambini – Come distinguere i sintomi da quelli di una comune influenza?

20262

Se a mio figlio viene la febbre, devo allarmarmi? Devo chiamare il pediatra se ha la tosse? Solo soltanto alcuni dei dubbi che stanno assillando i genitori in questi giorni di riapertura delle scuole. Scopriamo qualcosa di più sul rapporto tra Covid e bambini.

In questi giorni i genitori sono assaliti da mille dubbi sulla questione Covid e bambini. Molti dei più comuni sintomi del Covid, in effetti, sono simili a quelli di una comune influenza. Quando preoccuparsi allora?

Covid e bambini, 10 segnali a cui prestare attenzione.

Gli esperti del Centers for Disease Control and Prevention (CDC), hanno stilato un elenco di 10 sintomi che potrebbero essere spia di un’infezione da Coronavirus ma anche di un’influenza stagionale:

A questo quadro potrebbe unirsi anche la perdita di olfatto e gusto.

Gli esperti mettono in guardia: bisogna considerare i sintomi nel loro complesso.

Proprio perché i sintomi di influenza e Covid sono molto simili, soprattutto nelle fasi iniziali, è bene non allarmarsi alla comparsa di un solo sintomo, ma valutare la situazione generale con il pediatra.

Covid e bambini, come comportarsi?

In caso di febbre, monitorate la situazione.

Evitate di dare antipiretici, perché potrebbero mascherare altri sintomi. Se invece la temperatura dovesse salire oltre i 38,5 chiamate il pediatra.

In presenza di difficoltà respiratorie, contattate il pediatra.

Le difficoltà respiratorie sono tipiche anche degli stati influenzali, ma esistono patologie come la bronchiolite che possono avere un peggioramento del quadro clinico anche improvviso.

Tosse e raffreddore vanno valutati caso per caso.

Ciò che può fare la differenza è la comparsa della febbre o una variazione nei sintomi, che può rendere necessario far restare il bambino a casa.

In caso di mal di gola, evitate il fai-da-te.

Potrebbe portare a confondere i sintomi, la cui individuazione invece è fondamentale per distinguere influenza da Covid.

Se compaiono dolori muscolari, mal di testa o diarrea, valutate la situazione nel complesso.

Una cefalea isolata non deve impensierire. Diverso è il caso di un dolore prolungato o associato ad altri sintomi. La diarrea può essere associata a Covid, ma un campanello d’allarme è la contemporanea presenza di altri sintomi.

In caso di perdita di gusto e olfatto, contattate il pediatra.

Nei pazienti affetti da Covid, la perdita dell’olfatto è improvvisa e grave e non si accompagna a naso chiuso o che cola. I pazienti che accusano una perdita del gusto, non sono in grado di distinguere tra amaro o dolce. Trattandosi di bambini, è bene capire se sono presenti questi disturbi in modo da aiutare il pediatra nella diagnosi.

Fonti:

Donna Moderna

Corriere.it

Ospedale Bambino Gesù

Cristina Caramma

Take home message
In questi giorni i genitori sono assaliti da mille dubbi sulla questione Covid e bambini. Gli esperti ci segnalano 10 sintomi comuni sia al Coronavirus che all’influenza, ai quali si aggiungono la perdita di olfatto e gusto.  Di volta in volta, bisognerà valutare la situazione complessiva col pediatra.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2020

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui