Gli estrogeni naturali in perimenopausa

Middle-aged woman in casual weekend clothing relaxing on the grass in a park. She is smiling with a happy, contented expression and looks like she is daydreaming.

Un valido aiuto, nonché una valida alternativa alla TOS, sono capaci di accompagnare il periodo che dalla perimenopausa conduce verso la menopausa

Il termine “ormone” deriva dal greco “όρμάω”, ovvero che “mette in moto”. E a ben guardare proprio questo fanno gli ormoni. Quelli femminili, gli Estrogeni (l’estradiolo e l’estrone) e il Progesterone ad esempio, sono presenti in “quel” ciclo che si ripete ogni 28 giorni, e sono attivi per tutto il periodo fertile, e a questo strettamente collegato.

Ma cosa mettono in moto gli ormoni femminili? Oltre al ciclo mestruale, rendono l’utero accogliente per l’ovulo fecondato, sono fondamentali per la gravidanza e l’allattamento e molto altro ancora.

Ormoni. Importanti anche dopo il periodo fertile

Ma gli estrogeni sono importanti per le donne anche per altre ragioni, oltre quelle legate alla fertilità e alla procreazione. Svolgono infatti un’azione protettiva per l’osteoporosi, proteggono le donne dal rischio cardiovascolare e aterosclerotico, regolano molte funzioni cerebrali come la memoria, influenzano gli ormoni tiroidei e l’Insulina, etc.

Che cosa succede allora quando, con la menopausa, la produzione di estrogeni cessa?

Sappiamo che con la perimenopausa la produzione di estrogeni inizia a diminuire, diventa discontinua, per cessare del tutto con l’ingresso in menopausa. Un processo dolce e naturale (salvo nei casi di menopausa chirurgia), che dobbiamo imparare a gestire in tempo.
Ad esempio, per aiutare il nostro organismo in questo delicato passaggio, ma anche in vista di un’azione preventiva per gli anni a venire, dovremmo provvedere con una supplementazione di estrogeni. Come?

Gli estrogeni sono prodotti anche da alcune piante. Parliamo di fitoestrogeni o di “estrogeni naturali”

Fonti naturali di fitoestrogeni sono la soia, il Trifoglio rosso, i cereali, le noci, i legumi, l’aglio, il finocchio, i semi di lino, l’olio di oliva, le mele, i frutti di bosco, il limone, etc. Per la fase di vita non fertile della donna, quando si avvicina la menopausa, questi estrogeni hanno dimostrato un’efficace azione di contrasto sui disturbi e la sintomatologia della perimenopausa.

Tra i fitoestrogeni più efficaci c’è la soia, soprattutto se fermentata e, quindi, con la presenza di equolo già attivo che svolge una funzione estrogenica efficace e ha effetti riduttivi sulla sintomatologia vasomotoria e dismetabolica (vampate e sudorazioni, tendenza all’aumento di peso).

L’equolo può essere supplementato con nutraceutici specifici

Anche la supplementazione attraverso nutraceutici specifici si è rivelata un’ottima soluzione, ideale anche per quelle donne che non possono seguire la terapia ormonale sostitutiva (TOS), sconsigliata nei casi di tumore alla mammella o epatiti gravi.

ZEMIAR ® – Il nutraceutico per la perimenopausa a base di equolo

Un valido aiuto per le donne, ops, “ragazze”, di oggi è Zemiar®, l’integratore alimentare che appartiene alla categoria dei nutraceutici, comunemente definiti anche “alimenti-farmaco”.

Zemiar® è il nutraceutico pensato per il benessere della donna in perimenopausa e per aiutare a risolvere la tipica sintomatologia perimenopausale.

È a base di soia fermentata con Equolo. Tra i suoi componenti troviamo anche il Resveratrolo, la Quercetina, la Passiflora. Ma anche CalcioMagnesio, Vitamina D e  Vitamina K.  

 

Cristina Perrotti

Take Home Message
Gli estrogeni naturali in perimenopausa – Gli estrogeni naturali in perimenopausa sono un valido aiuto, nonché una valida alternativa alla TOS. Sono capaci di accompagnare il periodo che dalla perimenopausa conduce verso la menopausa. Grazie alla loro efficacia svolgono un’azione preventiva anche per gli anni a venire. Oggi questi principi attivi sono presenti in nutraceutici (combinazione di “alimenti-farmaco”) specifici, come Zemiar.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here