I mille usi del caftano (by A pinch of ginger spice)

200198

I mille usi del caftano

I mille usi del caftano (by A pinch of ginger spice)

“Ieri prima dell’intervista ti ho pensata! Ho ripensato ai tuoi consigli dati in trasmissione e mi sono preparata di conseguenza… ho ricevuto un sacco di complimenti! E pensa… ho indossato un caftano!”

Iniziava così l’ultima trasmissione estiva di Ok Radio che mi vedeva tra i protagonisti di Break News.

Laura Defendi, l’amica giornalista/presentatrice, seguendo alcuni consigli dati in una delle precedenti puntate, si era vestita per un’importante intervista.

Una giornata caldissima da affrontare con ironia e soprattutto facendo shopping “nel proprio armadio”. Si avete capito bene: shopping casalingo.

A corto di idee per un’uscita serale casual ma non troppo?

In partenza per un lungo weekend in aereo imbarcando solo il bagaglio a mano? Oppure semplicemente il caldo è così afoso da non sapere come vestire in occasioni informali durante la giornata? La soluzione è aprire l’armadio e tirare fuori tutti i caftani riposti dalla scorsa estate!

Un aperitivo, una pizza, un cinema, un momento di shopping tra amiche… Perché non utilizzare un caftano corto, trasparente, magari floreale sotto cui indossare un top in tinta o anche a contrasto?

Un paio di jeans, un sandalo gioiello flat e saremo perfette con un’aria già vacanziera.

Serata romantica?

Un caftano trasparente, leggero, nero, magari con perline allo scollo, sotto cui indossare un miniabito in cotone con spalline, in tinta o a contrasto netto (es. nero/fucsia). Un caftano da lasciare morbido o magari abbellire ulteriormente, con una cintura gioiello, sandali con tacco e pochette.

(Laura ha optato per una scelta simile, caftano traforato nero, molto elegante, sotto al ginocchio, con abitino in cotone fucsia, giocando quindi su un vivace contrasto).

E se dobbiamo partire e abbiamo solo un piccolo bagaglio a mano?

Un altro vantaggio dei caftani è che pesano pochissimo. Quindi possiamo tranquillamente inserire nel mini-trolley. Sia quelli da usare rigorosamente per la spiaggia, sia quelli più versatili da usare come passepartout. Il resto lo faranno gli accessori.

Con un po’ di fantasia, molti capi che normalmente hanno una connotazione ben precisa, possono prendere nuova vita, a seconda dell’occasione d’uso.

Come dare nuova vita agli abiti

Quelli più corti (modello blusa) possono essere utilizzati in viaggio. Quando visitate una nuova città, potete abbinarli a short e infradito gioiello. Oppure con cappello e borsa in paglia, perfetti per la spiaggia.

Quelli più lunghi (dal ginocchio in giù), possono essere utilizzati come abiti. Basterà aggiungere una cintura, per segnare il punto vita. Ma potete anche scegliere di lasciarli morbidi, aggiungendo una borsa più elegante o un paio di sandali col tacco. Ma perché no, anche come bluse ampie su un paio di jeans o leggins.

Il vantaggio in più è che si lavano e asciugano in pochissimo tempo! E – soprattutto – non si stirano! 😉

Se lo spazio nel bagaglio è limitato sono la soluzione perfetta.

Lo stesso capo può essere indossato dal mattino alla sera cambiando solo gli accessori.

Noi saremo sempre perfette qualunque occasione ci si trovi ad affrontare nel nostro weekend, e il nostro fidanzato/marito ce ne sarà eternamente grato per il bagaglio leggero che molto cavallerescamente ovviamente porta lui.

Io sto preparando il mio “furbo mini-trolley” per un weekend in Costa Azzurra.
E voi? Cosa state aspettando?

Silvia Ramilli
A pinch of ginger spice
Instagram
Facebook
Linkedin 

Take Home Message
Che mi metto? Prova con il caftano! (by A pinch of ginger spice) – Quelli più corti (modello blusa) possono essere utilizzati in viaggio. Sono perfetti anche per la spiaggia. Quelli più lunghi sono ideali anche come abiti. Basterà aggiungere una cintura, per segnare il punto vita. Un altro vantaggio? Non si stirano!

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2020

Voto medio utenti

Credits fotografia: http://www.diredonna.it/wp-content/uploads/2015/06/caftano-980×480.jpg

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui