Insonnia da Covid: come Ritornare a Dormire Bene?

134605

Insonnia da Covid

Un italiano su 2 soffre di insonnia da Covid. Ecco i consigli per combatterla.

Paura, incertezza, stress, abitudini di vita stravolte: la pandemia ci ha letteralmente rubato il sonno. Tanto che, da quando è esplosa, almeno un italiano su due soffre di quella che gli esperti chiamano “Covidsonnia”, l’insonnia da Covid.

I tipici sintomi della “Covidsonnia” sono:

  • sonno ritardato: fare fatica ad addormentarsi;
  • risvegli notturni frequenti: Il sonno diventa più leggero e sono frequenti i risvegli durante la notte;
  • incubi ricorrenti: sono la caratteristica più peculiare dell’insonnia da Covid.

Le conseguenze dell’insonnia da Covid

Una delle conseguenze più immediate è l’abuso dei cosiddetti “sonniferi”. Sostanze come le benzodiazepine o anche la melatonina, sono usati spesso in dosi molto più alte del necessario, provocando così dei disturbi.

A lungo termine, il debito di sonno “da covid” ha pesanti ripercussioni sulla memoria e sull’umore. La mancanza di sonno aumenta l’irritabilità e l’aggressività. Le ricerche dicono, inoltre, che le alterazioni del ritmo del sonno predispongono alla depressione.

Anche il sistema cardiovascolare viene danneggiato dalla mancanza di sonno, a partire dall’apparire dell’ipertensione, con un rischio che aumenta del 15% dopo i 55 anni.

Il metabolismo rallenta: chi dorme meno tende ad ingrassare di più. Dormire poco, inoltre, distrugge il nostro sistema immunitario e fa aumentare il rischio di ammalarsi.

Come combattere l’insonnia da Covid?

Ecco 5 consigli degli esperti per ritornare a riposare bene.

1- Usa i rimedi nel modo corretto per combattere l’insonnia da Covid

Se sono necessari dei rimedi per combattere l’insonnia, usali in maniera adeguata. Ad esempio, la melatonina va assunta circa 20 minuti prima di coricarsi. Utile è associarla a valeriana e camomilla, sostanze che aiutano il rilassamento.

2- Sì al riposino, purché sia breve

Gli esperti ci mettono in guardia: per essere ristoratore e non aggiungere disturbi ai disturbi, il pisolino pomeridiano deve durare al massimo 20 minuti, perché dobbiamo svegliarci prima di entrare nel sonno profondo. Viceversa, si innesca un meccanismo che si chiama “inerzia del sonno” che ci lascia addormentati anche per ore e che ci crea problemi di umore e di ripartenza al pomeriggio.

3- Per combattere la Covidsonnia pratica attività fisica

L’attività fisica va fatta possibilmente lontana dalle ore serali, meglio la mattina prima dell’inizio di ogni altra attività. Bastano anche una passeggiata o un giro in bicicletta.

4- Stai attenta a cosa mangi e a cosa bevi

Stai lontana da tutto quello che rende difficoltoso il sonno: no alla caffeina (ricorda che è presente anche nel tè) e all’alcol. Un bicchiere di troppo a cena apparentemente concilia il sonno ma incide sulla sua qualità.

5-Non utilizzare smartphone, tablet e PC prima di addormentarti

I display elettronici influenzano i ritmi naturali di veglia e sonno. Smetti di utilizzarli almeno 1 ora prima di andare a dormire e dedicati ad attività più rilassanti, come leggere un buon libro (in versione cartacea!).

Cristina Caramma

Take Home Message
Un italiano su 2 soffre di insonnia da Covid. Tra i consigli degli esperti per ritornare a dormire bene ci sono: usare i rimedi in maniera corretta; fare dei riposini pomeridiani di massimo 20 minuti; praticare attività fisica; fare a attenzione a cosa mangi e bevi; non utilizzare smartphone, tablet e PC prima di addormentarti

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2021

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui