Menopausa e tiroide – Che relazione c’è?

Menopausa e tiroide. Che relazione c'è?La menopausa la riconosci subito quando inizi a soffrire di vampate, sudorazioni, tachicardia, sbalzi di umore, insonnia, etc. Il fatto è che questa sintomatologia potrebbe dipendere anche da problemi alla tiroide…

Qualche giorno fa, nel bel mezzo di un attraversamento pedonale, ho incontrato una mia cara amica. Compagna di banco ai tempi delle superiori, coetanea quindi, e in quanto tale, alle prese anche lei con la sintomatologia della menopausa.

Menopausa e tiroide

Mi ha raccontato di aver interrotto la TOS (terapia ormonale sostitutiva) dopo un consulto cardiologico. La cosa che l’aveva sorpresa era il fatto che il medico le avesse suggerito delle analisi alla tiroide. Io invece non ero stupita affatto: so bene che gli ormoni tiroidei influiscono sul cuore e possono avere a che fare con alterazioni nella frequenza cardiaca e del ritmo. E tutto questo risulta ancora più evidente proprio nel periodo della menopausa 

La relazione tra menopausa e tiroide

Anche se non ci sono studi univoci sulla relazione fra menopausa e tiroide va detto che una relazione tra le due esiste. Tanto da dar luogo ad “un cumulo di probabilità di avere problemi alla tiroide, che riguarda soprattutto l’ipotiroidismo” (ad affermarlo, Paolo Vitti, Professore di Endocrinologia e Direttore della Unità Operativa di Endocrinologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana ).

Sappiamo che i problemi alla tiroide colpiscono più le donne, e che questa laboriosa ghiandola intorno ai 50 anni, con l’avvicinarsi della menopausa (perimenopausa), può andare incontro ad alcune modificazioni, tra cui una riduzione della captazione dello iodio, e una diminuzione della sintesi di FT4 e FT3.

Prendere nota dei sintomi e fare checkup regolari

Noi donne quindi dovremmo prestare maggiore attenzione ai sintomi della menopausa, perché spesso celano problemi che invece sono da ricondurre alla ghiandola a forma di farfalla. Per questo è importante prendere nota dei sintomi, consultare un medico, e se necessario fare altre analisi e accertamenti specifici. Proprio come ha fatto la mia amica.

Ma è una buona abitudine confrontarsi con il proprio medico anche su questi temi ed eseguire con regolarità quegli esami che indagano la salute della tiroide (grazie un semplicissimo prelievo del sangue), magari inserendolo nel soliti controlli annuali. Solo questo potrà chiarire la vera natura della sintomatologia.

Per un approfondimento: Fondazione Serono

Articolo realizzato grazie a un grant educazionale incondizionato di

Cristina Perrotti

Take Home Message
Menopausa e tiroide – Potrebbe capitare di confondere la tipica sintomatologia della menopausa (vampate, insonnia, irritabilità, etc.) con problemi alla tiroide, che possono verificarsi nello stesso periodo di vita di una donna, maggiormente colpita rispetto agli uomini, in questa fase di passaggio. Cosa fare in questi casi?

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here