I sogni ai tempi del Coronavirus – Il sogno di Flavia e Claudia

200755

I sogni ai tempi del Coronavirus – Il sogno di Flavia e Claudia

Il Coronavirus ha cambiato la nostra vita attuale e modificherà le nostre abitudini future. Anche i nostri sogni cambieranno, come le ricerche sui sogni hanno rilevato dopo l’attacco terroristico dell’11 Settembre negli Stati Uniti. In questa rubrica con l’aiuto della dottoressa Patrizia Pezzella, psicologa e psicoterapeuta, proviamo a dare una interpretazione ai vostri sogni.

Oggi pubblichiamo i sogni di Claudia e Flavia (nomi di fantasia) e la loro relativa interpretazione*

*) Per accontentare il gran numero delle lettrici, abbiamo messo insieme i due sogni poiché il tema era simile.

>> Per una interpretazione del sogno, inviare il proprio sogno a questo indirizzo di posta elettronica rubricasogni (chiocciola) vediamocichiara.it 

“La tua visione diventa chiara solo quando guardi dentro il tuo cuore” (Jung).

Sogni e Coronavirus – Il sogno di Claudia (una giornalista tedesca, che vive e lavora in Italia da 20 anni circa)

Era pomeriggio, un’ambulanza col megafono correva sulla nostra strada. Una voce ripeteva in continuazione: TEST, TAMPONI DI MASSA!

Dopo un po‘ sono entrati nel palazzo due uomini in tuta bianca ed hanno bussato alla nostra porta, invitando mia madre ad andare con loro (mia madre è morta tanti anni fa…). 

Eravamo tutti sereni, lei, Gianluca (mio figlio) ed io. Mia madre rideva con gli occhi, portava la mascherina. 

Qualche instante dopo mi chiamava una amica di Testaccio (quartiere di Roma), dalla sua terrazza (aveva seguito tutta la scena e mi insultava): 

 – “MA COME E’ POSSIBILE, IL TAMPONE SOLO PER TUA MADRE? NON E’ RESIDENTE ED INOLTRE E’ STRANIERA”. 

Non avevo una risposta, ma non mi sentivo in colpa. Abbiamo iniziato a litigare, e a questa discussione si sono aggiunti anche i nostri rispetti figli, Gianluca ed Adriano (che nella vita è anche uno dei suoni amici più stretti). 

Ad un certo punto Gianluca è uscito dalla sua camera dicendomi: “LASCIA PERDERE…”.

Sogni e Coronavirus – Il sogno di Flavia

Ho sognato mia nonna che ci ha lasciati ormai da 19 anni. Non la sognavo davvero da molti anni. Ho sognato che era nella sua stanza, molto serena e che un medico la visitava ma stava bene, poi veniva a prenderla un pulmino e andava via.

Sogni e Coronavirus – L’interpretazione dei sogni

Sognare una persona defunta che nel sogno manifesta una sensazione di benessere, è un simbolo onirico positivo. Il sognatore, sebbene si trovi in un momento di cambiamenti complessi come in una fase di spartiacque tra un prima e un dopo, riuscirà a superare le difficoltà.

Il sogno può rilevare il desiderio del dormiente di vedere la persona cara che non è più in vita in pace e in serenità e soprattutto in salute (come era in vita o prima di una malattia).

Sia  Freud che Jung ritengono che il sogno con i defunti è indice della funzione di elaborazione del lutto e ha valore simbolico di “guarigione” da una difficoltà o da una  malattia.

L’evento attuale del Coronavirus inserito nel sogno di Claudia è l’incarnazione dei pensieri o della preoccupazione diurna della vita reale della sognatrice.

Il litigio con il vicino può rappresentare le sensazione della sognatrice di non essere completamente accettata e il finale del sogno è indice di un legame profondo con il figlio.

L’affetto del figlio e la sua assistenza protettiva è funzione di quella stessa cura che ha legato la sognatrice alla propria madre.

Dott.ssa Patrizia Pezzella Psicologa, psicoterapeuta, perfezionata in Sessuologia clinica per Redazione VediamociChiara
© riproduzione riservata

Puoi contattare direttamente la dott.ssa Patrizia Pezzella
www.terapiasedutaunica.it
www.vaginismoroma.it

Take Home Message – Sogni e Coronavirus
I sogni ai tempi del Coronavirus – Che significato dare ai sogni fatti durante l’esperienza della quarantena? La dott.ssa Patrizia Pezzella, prova a dare una spiegazione dal punto di vista psicologico ai vostri sogni

Tempo di lettura: 50”

Ultimo aggiornamento: 3 maggio 2020

Voto medio utenti

1 commento

  1. interessante questa rubrica e necessaria, davvero si sogna così tanto in questo periodo strano della quarantena!!!!!! neanche quando avevo 30 anni sognavo così tanto……

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui