Visite ed esami rimandati per il Covid-19: ora torniamo a curarci

Durante la fase del lockdown abbiamo rinviato i controlli di routine, gli esami e i piccoli interventi. Ora è il momento di tornare a curarci e di prenotare visite ed esami rimandati.

L’emergenza Covid-19 ci ha costretti a rimandare controlli medici, esami e interventi non urgenti. Adesso dobbiamo tornare a occuparci della nostra salute, prenotando nuovamente visite ed esami rinviati. Anche perché il rischio è di trovare lunghe liste d’attesa.

Come prenotare visite ed esami che avevo rimandato?

Devi contattare l’ospedale o il laboratorio di analisi per sapere se è possibile prenotare visite e accertamenti. Se, ad esempio, dovevi eseguire una mammografia per la prevenzione dei tumori al seno, puoi contattare il Cup del centro nel quale avevi prenotato. Considera che alcune Regioni, per ridurre le attese, hanno già deciso di tenere gli ambulatori aperti fino alle 22, compreso il sabato. Se nel frattempo è comparso un problema (come un nodulo) richiedi un controllo urgente.

Come comportarmi con visite ed esami se soffro di malattie croniche?

Se soffri di malattie croniche, come ipertensione arteriosa o diabete, devi prenotare un controllo il prima possibile. Non solo perché queste patologie richiedono un monitoraggio contante ma anche perché, come è ormai noto, chi ne soffre è più a rischio di complicanze in caso di infezione da Covid-19.

Chi soffre di ipertensione dovrebbe contattare il medico se i valori della pressione risultano elevati nonostante l’assunzione di farmaci. Sarebbe meglio anche prenotare un elettrocardiogramma.

Chi soffre di diabete deve controllare glicemia ed emoglobina glicata. Ma è opportuno anche prenotare una visita oculistica, perché la malattia può danneggiare la retina.

Importante è fare degli esami anche se hai preso molti chili.

Scarsa attività fisica e mutate abitudini alimentari, possono provocare, oltre a un aumento di peso, un peggioramento dei valori del sangue, soprattutto dei grassi e degli zuccheri. Sarebbe, quindi, opportuno fare un esame del sangue che comprenda emocromo, colesterolo, trigliceridi e urecemia.

Come mi devo comportare se dovevo fare un intervento che poi è stato cancellato?

Sappi che la priorità è data a operazioni oncologiche e/o urgenti. Se sei chiamata per l’intervento, è consigliabile ridurre i contatti sociali o fare l’isolamento domiciliare nelle due settimane che precedono il ricovero. Qualche giorno prima del ricovero ti faranno il tampone.

Visite ed esami: e se ho bisogno del dentista?

Dai risultati di un sondaggio della Società italiana di parodontologia e implantologia, è emerso che il 26% degli intervistati ha prestato minore attenzione all’igiene orale durante la quarantena. Così le condizioni di salute della bocca sono notevolmente peggiorate. È dunque il momento di ricominciare a prendercene cura. Ricorda che tutti gli studi dentistici adottano rigidi protocolli anti-contagio.

Fonti:

Viver Sani e Belli

Corriere.it

Ansa.it

Cristina Caramma

Take Home Message
Durante la fase del lockdown abbiamo rinviato i controlli di routine, gli esami e i piccoli interventi. Ora è il momento di tornare a curarci e di prenotare visite ed esami rimandati. Se soffri di malattie croniche, contatta il medico e fai gli opportuni controlli. Se hai bisogno del dentista, non temere: deve adottare rigidi protocolli anti-contagio.

Tempo di lettura: 1’ 

Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2020

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui