Germi buoni – I germi a cui voler bene

200372

Germi buoni

Il Coronavirus ha alterato il nostro parere sul microbioma: un po’ tutti temiamo non solo il virus della pandemia, ma anche tutti gli altri, insieme a germi, batteri etc.. Il problema è che la maggior parte di questi microrganismi non solo vivono in armonia nel nostro corpo, ma nella stragrande maggioranza dei casi sono nostri amici

Nel nostro corpo vivono un’infinità di microorganismi, siamo letteralmente fatti di questi esserini invisibili ad occhio nudo: batteri, germi, virus, etc. È il cosiddetto “microbiota” (Alcune volte, impropriamente, al posto di microbiota viene utilizzato il termine microbioma. Esso, invece, indica esclusivamente il patrimonio genetico (insieme dei suoi geni) del microbiota. La differenza tra questi due termini è la stessa che c’è tra uomo e genoma umano (Fonte: ISS Istituto Superiore di Sanità). Il microbioma è fondamentale per la salute del nostro organismo, quindi la nostra. Ma dove sono e come preservare quelli buoni?

Dove sono i germi buoni?

La maggior parte si trova nella nostra flora batterica intestinale. La salute dipende molto da questo “centro di comando”: funzioni protettive, metaboliche, immunologiche. Il sistema immunitario ha un suo centro, e da qui si organizzano attacchi contro agenti patogeni, cattivi quindi. Ma non immaginateli solo come agguerriti difensori, pensateli anche al lavoro per le questioni di tutti i giorni, come la digestione, ad esempio.

Per una sana convivenza

Se continuiamo a temere tutto quello che non riusciamo a vedere ad occhio nudo, rischiamo di togliere di mezzo anche i nostri amici germi, quelli buoni. Impariamo ad immaginarceli come amici allora, anche se invisibili. Le cose che fanno per noi, di fatto, sono utili e salutari! E non da ieri. Quella con i microbi endogeni, ovvero che vivono con e dentro di noi, è la storia di una lunga convivenza.

I microrganismi sono ovunque

Non solo nel nostro intestino, ma anche in altre parti del nostro corpo, come la bocca, la pelle, l’apparato uro-genitale femminile. E per ciascuno di questi gruppi, azioni precise:

I microorganismi buoni presenti nel cavo orale svolgono un’azione che non tutti conoscono:

  • Degradano gli zuccheri e i residui di cibo, contrastando la proliferazione di batteri responsabili di gengiviti e parodontiti.
  • La microflora cutanea invece agisce sulla riduzione pH cutaneo, evitando in questo modo infezioni della pelle
  • La flora batteria vaginale ha il compito di mantenere il pH acido, che fa da scudo ai batteri dannosi

 

Più frecce al nostro arco

Come possiamo difendere ed alimentare il nostro microbioma, per rafforzare questo equilibrio benefico (eubiosi) e questa armonia indispensabile per la salute?

  • Intanto con una dieta sana ed equilibrata
  • Imparando a prenderci cura del nostro microbioma anche curando l’igiene orale e quella intima, evitando ad esempio l’uso fai-da-te di lavande vaginali, senza il consulto della nostra ginecologa e/o di detergenti intimi aggressivi

 

E poi facendo il tifo per far nascere delle salutari alleanze. La ricerca scientifica sta provando a capire come “sfruttare” la naturale propensione a proteggerci. Sviluppi interessanti si intravedono con la “terapia fagica“, ovvero con l’uso terapeutico dei virus batteriofagi per trattare le infezioni dei batteri patogeni. Questa nuova frontiera della medicina nasce anche come risposta alla crescente resistenza agli antibiotici che stanno acquisendo batteri nocivi per la salute.

Fonte e approfondimenti:

 

Credits immagine

  

Cristina Perrotti

 

Take Home Message – Germi buoni
Il Coronavirus ha alterato il nostro parere sul microbioma: un po’ tutti temiamo non solo il virus della pandemia, ma anche tutti gli altri, insieme a germi, batteri etc.. Il problema è che la maggior parte di questi microrganismi non solo vivono in armonia nel nostro corpo, ma nella stragrande maggioranza dei casi sono nostri amici.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 2 aprile 2021

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui