Giornata mondiale della contraccezione – 26 settembre

giornata mondiale contraccezioneÈ giusto festeggiare se è vero che the Pill, la pillola anticoncezionale, è stata definita “tra le più innovative scoperte del XX secolo” (The Economist)!

Questa scoperta, che è anche una conquista, ha indubbiamente ridisegnato il ruolo della donna nella società. Ed anche i suoi diritti. Diritto alla procreazione cosciente e responsabile per esempio, affinché ogni donna, ogni coppia, possa decidere quando e quanti figli avere.
Il 26 settembre di ogni anno questa scoperta di portata mondiale viene festeggiata in tutto il mondo con la Giornata mondiale contraccezione, che in Italia è promossa dalla SIGO – Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia.

L’obiettivo principale della Giornata mondiale della contraccezione è quello di aumentare l’informazione sulla scelta contraccettiva moderna, che comprenda l’intera gamma dei moderni metodi contraccettivi. Un’indagine del 2015 mostrava che il 68% delle donne italiane non conosce alternative contraccettive alla pillola.

L’intento non è solo quello di diminuire sempre di più il numero delle gravidanze indesiderate

Ma anche quello di imparare a riconoscere che le gravidanze indesiderate ostacolano l’accesso al lavoro per le donne, la realizzazione delle aspirazioni personali ed il contributo economico alla società in generale. A questo proposito è utile tornare ai risultati di uno studio della Harvard University. Lo studio evidenziò che dopo l’introduzione sul mercato statunitense della prima pillola, era il 1960, il numero delle donne che si iscrissero all’università era aumentato in modo esponenziale. La ricerca non si è fermata, oggi infatti in commercio è disponibile anche la pillola del giorno dopo.

L’importanza della prevenzione

Su quasi 100.000 interruzioni volontarie di gravidanza* fatte in Italia nel 2014, i tassi di abortività più elevati sono fra donne di età compresa tra i 20 e i 29 anni. (Fonte: Ministero della Salute – Relazione annuale sulla attuazione legge 194/78 – 26 ottobre 2015 .
*) In costante diminuzione e tra i più bassi in Europa).

La prevenzione delle gravidanze indesiderate dovrebbe rappresentare una priorità per le società moderne. Così come indicato dal rapporto “Barometro dell’accesso alla contraccezione moderna in 10 paesi dell’UE” (2013). Ma non solo per le gravidanze indesiderate anche per diminuire la diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili (non solo l’HIVe l’aborto clandestino.

Quali sono i punti sui quali bisogna investire di più?

  • Corretta e completa educazione sessuale. Si dovrebbe partire dalla scuola con un’educazione sessuale obbligatoria. Ma secondo il rapporto questo succede solo nella metà dei paesi esaminati. Anche perché, così ci dicono gli esperti, l’influenza delle religioni sulla messa a punto delle politiche è considerata un ostacolo notevole per ottenere dei progressi nell’accesso della donna alla scelta contraccettiva ed alla pianificazione familiare. L’associazione SIGO ha lanciato un appello alle istituzioni affinché sia approvata una legge che la renda obbligatoria: “Dal punto di vista medico, l’educazione sessuale è educazione alla prevenzione: delle malattie sessualmente trasmissibili e delle gravidanze;
  • Coinvolgimento dei genitori. Se vogliamo che la famiglia sia un luogo dove si discute dei questi temi, va fatta un’adeguata campagna di sensibilizzazione e informazione;
  • Istruzione e formazione degli operatori sanitari e dei fornitori di servizi. In Italia c’è una rete di consultori, ma spesso dispongono di risorse e personale insufficienti;
  • Assicurare l’accesso e la disponibilità di tutti i tipi di contraccezione. Il rapporto ha evidenziato che solo metà dei paesi esaminati dispone di qualche forma di rimborso.

 

Per le donne, ma non solo

Giornata mondiale contraccezione  – Un evento di certo dedicato alle donne, con l’intento di essere di aiuto e supporto nella loro vita personale, sociale e professionale. Ma anche agli uomini, che sempre più numerosi si interessano al tema.

Fonti per Giornata mondiale contraccezione:
– Barometro dell’accesso alla contraccezione moderna in 10 paesi dell’UE presentato nel giugno del 2013 al Parlamento Europeo a Bruxelles
SIGO – Società italiana di ginecologia e ostetricia
AIED  – Associazione Italiana per l’Educazione Demografica
La pillola senza la pillola
Scegli tu (SIGO)
 

Cristina Perrotti

 

Take Home Message
Giornata mondiale contraccezione – Il 26 settembre di ogni anno si festeggia la Giornata mondiale della contraccezione. Giornata promossa in Italia dalla SIGO – Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia. L’obiettivo è quello di aumentare l’informazione sull’intera gamma dei moderni metodi contraccettivi e di influenzare i Paesi ad investire sempre di più nell’accesso e la disponibilità a tutti i tipi di contraccezione.

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2019

Voto medio utenti

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here