La sedentarietà uccide

La sedentarietà uccideCirca 3,2 milioni di persone muoiono ogni anno perché non abbastanza attive. La sedentarietà è considerata il quarto fattore di rischio per la salute e la maggior responsabile della crescita del sovrappeso e dell’obesità. Cosa possiamo fare per voltare pagina?

Si tratta del principale problema connesso con la salute, generato dallo stile di vita della società moderna: oggi parliamo della sedentarietà.

L’inattività sica, secondo i dati prodotti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), è il quarto più importante fattore di rischio di mortalità a livello globale e causa il 6% di tutti i decessi. (…) (n.b. Altri fattori di rischio oltre la sedentarietà sono il fumo, un’alimentazione con troppi cibi fritti e grassi e l’abitudine a bere troppi alcolici).

La sedentarietà uccide – E in Italia?

In Italia quasi 4 persone su 10 sono sedentarie, le donne più degli uomini.  (Fonte: Opuscolo ONDASmettere di essere sedentario è facile, se sai come farlo“).

Questo dato genera 88.200 – ogni anno – di morti riconducibili a questo pericoloso stile di vita: il 14.6% di tutte le morti in Italia. Non solo. L’inattività fisica è a sua volta la causa principale di altre malattie: tumori della mammella e del colon (23%), diabete (27%) e malattie cardiache ischemiche (30%).

La sedentarietà uccide – Donne più pigre degli uomini?

A guardar bene una giornata tipo di una donna non si direbbe di certo! Ma di quale tipo di attività parliamo? A ben guardare il lavoro delle donne è spesso sedentario (ufficio, scrivania. Etc.). L’aspetto che più di altri peggiora la situazione è la cronica mancanza di tempo che hanno le donne rispetto agli uomini: oltre ad essere impegnate nel mondo del lavoro infatti, sono proprio le donne prestare attenzioni e cure per gli altri: dai figli, ai genitori sempre più anziani, per non parlare dei carichi domestici, ancora troppo sbilanciati sulle loro spalle.

La sedentarietà uccide – I benefici dell’attività fisica

L’attività sica è considerata indispensabile alla stregua della terapia farmacologica.

Ecco perché:

– Migliora il tono, forza muscolare, la funzionalità articolare e la densità ossea
– Aumenta il metabolismo basale e del consumo energetico con riduzione massa grassa e aumento massa magra
– Tiene a bada il senso della fame (evitando così il rischio del sovrappeso)
– Aumenta la frazione del “colesterolo buono” e riduce quella del “colesterolo cattivo”
– Stimola la produzione di endorfine, sostanze che regolano il buon umore
– Aumenta la vascolarizzazione e l’ossigenazione del cervello, migliorando così le capacità di memorizzazione, concentrazione, pianificazione e organizzazione con conseguenti maggiori performance lavorative e scolastiche

La sedentarietà uccide – Allora attiviamoci!

Già da oggi cambia il tuo stile di vita, per rientrare nella definizione di persona “attiva” devi praticare 30 minuti di attività moderata, almeno 5 giorni alla settimana, oppure un’attività intensa per più di 20 minuti per almeno 3 giorni a settimana, oppure un lavoro pesante dal punto di vista fisico (quotidiano).

>>> Scarica il manifesto ONDA (PDF)

>>> Scarica opuscolo ONDA “Smettere di essere sedentario” (PDF)

Figurella - VediamociChiaraGrazie al contributo non condizionato di Figurella è l’organizzazione internazionale che da oltre 40 anni promuove la salute e il benessere della donna attraverso un metodo che associa all’attività sica regolare un’educazione alimentare rivolta a tutta la famiglia.

 

Cristina Perrotti

Take Home Message
La sedentarietà uccide  – Non è mai tropo tardi per cambiare stile di vita e diventare una persona attiva. A maggior ragione se la sedentarietà è il quarto fattore di rischio per la salute.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here