Scegliere il primo reggiseno – Come aiutare vostra figlia?

scegliere il primo reggiseno

Scegliere il primo reggiseno – Come aiutare vostra figlia?

Per le donne il seno non è come una qualsiasi altra parte del corpo.

Il seno è la prova che siamo donne. Non solo. Che lo siamo diventate. Visto che il seno è l’unico organo a non essere presente dalla nascita. “Spunta” con la mèta dei teen: la pubertà. Prende forma, in modo sfacciato (dalla IV in su) o appena sussurrato (una dignitosa I), e ci conduce verso la maturità sessuale. Finalmente donne, dotate di un seno che non smetterà mai di stupirci e che continuerà a cambiare, costantemente. Con l’età e con gli effetti a lungo termine della forza di gravità. Con la gravidanza e con l’allattamento. Ma anche con i cambiamenti scanditi dal ciclo femminile: dall’ovulazione, alle mestruazioni. Per poi ricominciare di nuovo con le sue metamorfosi, compresa quella della menopausa.

Combattute tra il vanto e il timore, tra il volerlo nascondere e il desiderio di sfoggiarlo alla prima occasione, le nuove donne, con quel qualcosa in più, si caricano di domande, mentre cercano di superare lo shock iniziale del “E ora?”.

E ora?

Per le donne il seno è argomento di discussione e la prima persona con cui ne parlano è sicuramente la mamma, se non altro perché dotata anche lei di seni. Ma metà delle donne vorrebbe che le loro mamme avessero parlato di più con loro di questi e altri argomenti legati allo sviluppo, alla femminilità, al prendersi cura di se stesse. Questo non sempre succede per colpa di quella invisibile linea che, a volte, ingessa i rapporti tra persone, specie tra quelle legate da legami di sangue. Si finisce così per lasciare senza risposta tante domande. C’è, è vero, chi prova a scavalcarla quella linea, e dà consigli, mette in guardia, informa, allerta… Ma quali sono le parole giuste da usare in questi casi per evitare di fare danni? Quali i confini da rispettare? Insomma, da dove si inizia?

Proviamo ad iniziare dal reggiseno!

Il reggiseno simboleggia (e racchiude) molti argomenti legati all’essere donna: dagli aspetti riguardanti la femminilità a quelli della salute. Ma anche quelli relativi ai gesti di cura verso se stesse, sempre più centrali per le donne di oggi.

Quello del genitore è di certo il mestiere (ammesso che di questo si tratti, di un mestiere) più difficile del mondo, e con lo spuntare del seno sul petto delle nostre figlie e con l’imposizione degli ormoni sui loro tormentati stati d’animo, forse un consiglio su come scegliere il primo reggiseno potrebbe tornare utile. Le ragazze, ops, le piccole donne, saranno disposte ad abbassare il ponte levatoio e a mettere a tacere quella loro sacrosanta voglia di autonomia, per ritrovare – diciamo per un pomeriggio – un po’ di complicità con la mamma?

Scegliere il primo reggiseno – Premessa salva adolescenti e salva mamme

Prima di parlare del reggiseno con nostra figlia, ricordiamoci di sottolineare che non esiste il seno perfetto. Né per grandezza. Né per forma. Men che mai per taglia! Ripetiamoglielo come fosse un mantra. Il seno può essere piccolo o generoso, molto probabilmente asimmetrico (una verità, più che una remota possibilità), a pera, all’insù o alla Dalì (avete presente gli orologi dell’artista spagnolo?). Ma è il nostro seno e ce ne dobbiamo prendere cura. Ed è la cura e l’attenzione che gli dedicheremo, da ora in poi, a parlare di noi, più di quanto non possa fare una semplice taglia.

La scelta del reggiseno

Uno dei modi per prendersene cura è proprio nella scelta del reggiseno giusto. Che lo conterrà, senza strizzarlo. Lo proteggerà, senza soffocarlo. Accompagnandoci nell’arco dell’intera giornata in modo naturale, tanto da farci dimenticare di indossarlo.

Il seno del resto è un organo, ed è riduttivo pensarlo solo nel ruolo del gioco seduttivo.

Prendersene cura vuol dire anche evitare problemi di postura e di schiena, ovvero, tra i primi problemi che un reggiseno della taglia sbagliata può causare.

Per questa ragione qui, ad uso delle mamme, qualche utile consiglio per indirizzare la propria figlia verso la scelta giusta. E per far questo non possiamo non partire dalle misure. Quindi armatevi di metro, di quelli morbidi dei sarti, ed iniziamo.

Scegliere il primo reggiseno – Prendere le misure

Servono due misure. La prima è quella del sotto-seno, ovvero la classica circonferenza del torace, proprio subito sotto l’attacco dei seni. La seconda è quella del sopra-seno. In questo caso il centimetro deve passare intorno alla circonferenza del giroseno, all’altezza dei capezzoli.

Ecco un esempio pratico:

  • 86 cm sottoseno
  • 102 cm sopraseno

Ma la taglia? In questo caso si tratta di una IV. Per calcolarla serve una di quelle tabelle delle corrispondenze.

Non hai tempo? Fai una prova online e vai in negozio!

Sul sito FindTheOne puoi fare una prova online per calcolare correttamente la tua taglia. Se hai dubbi e vuoi un fitting personalizzato, il consiglio di VediamociChiara è quello di rivolgerti ad un’esperta della Triumph Italia. Oppure di andare in uno dei negozi che offrono il servizio del Bra Fitting, sempre della Triumph. Una Bra Fitter prenderà a tua figlia le misure corrette, una volta scoperta la taglia si potrà scegliere il reggiseno giusto.

Scegliere il primo reggiseno – Esiste il modello giusto?

Certo, basta cercarlo! C’è n’è uno per ogni forma, seno, taglia. Ma anche per ogni esigenza, occasione e, perché no, stato d’animo. Bisogna ricordarsi di prendere le misure periodicamente. Lo dicevamo all’inizio: il seno cambia costantemente.

Lavaggio e cura

Si tratta di capi a contatto con le parti più delicate del nostro corpo. Dovremmo quindi trattarli con cura. Preferendo lavaggi a mano, ma anche in lavatrice se si presta attenzione a qualche accortezza. No ad esempio all’uso di ammorbidenti, sì ad inserire tutto l’intimo nei sacchetti salva biancheria. In entrambi i casi usare solo le basse temperature!

 

Cristina Perrotti

Take Home Message
Scegliere il primo reggiseno – Il seno della donna è un organo, sarebbe riduttivo pensarlo solo nel ruolo del gioco seduttivo. Da quando “spunta” fino alla post-menopausa, le donne imparano a fare i conti con le sue costanti metamorfosi. Ed imparano anche a prendersene cura. Partendo dal reggiseno giusto, che lo conterrà, senza strizzarlo. Lo proteggerà, senza soffocarlo. Accompagnandoci nell’arco della giornata (e della vita) in modo naturale, tanto da farci dimenticare di indossarlo.

Per sapere la taglia giusta del reggiseno si rimanda al sito della Triumph Italia e ai negozi Triumph dove è possibile, grazie al Bra Fitting, scegliere il reggiseno giusto in base alla propria taglia.

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2018

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here