Che succede se dimentico di prendere la pillola?

dimenticare la pillola

Dimenticare la pillola anticoncezionale diminuisce l’efficacia del farmaco, dunque aumenta le possibilità di rimanere incinta. Ecco cosa fare in caso di una mancata assunzione, per proteggersi da una eventuale gravidanza indesiderata

La pillola anticoncezionale è e rimane tra i metodi più sicuri per prevenire gravidanze indesiderate

Posto che venga assunta in maniera corretta. La sua efficacia è verificata al 99%; solo una donna su 1000 rimane incinta nonostante l’utilizzo regolare della pillola.

Tuttavia altre stime ci dicono che ogni 100 donne che prendono la pillola con qualche “omissione” – ovvero con irregolarità – 16 rimangono incinta.

Gli errori più frequenti che spesso le donne si trovano ad affrontare riguardano, come detto, la mancata assunzione quotidiana. Ci sono però anche casi in cui l’efficacia della terapia viene attenuata dall’assunzione di altri farmaci, come antibiotici, lassativi, farmaci ad uso psichiatrico, ecc.

In altri casi ancora alcune donne hanno avuto problemi di gravidanze indesiderate a causa di un evento di vomito avvenuto nelle 3 ore successive all’assunzione della pillola anticoncezionale.

Quando tempo deve passare per considerare una mancata assunzione?

La pillola deve essere assunta tutti i giorni con regolarità. In ogni caso un ritardo inferiore alle 12 ore non dovrebbe diminuire l’efficacia del trattamento. Questo significa che dall’ultima assunzione non devono passare più di 36 ore, ovvero 24 più 12.

Superate queste ore vanno bisogna prendere precauzioni aggiuntive, come ad esempio l’utilizzo del profilattico.

Dimenticare la pillola – E adesso?

Prima di tutto prendere la pillola dimenticata il più presto possibile, anche se dopo le 36 ore dall’ultima assunzione. Dopo di ciò:

  • Se la pillola dimenticata era tra le prime 7 della confezione, consultare immediatamente il proprio medico per valutare di ricorrere alla pillola del giorno dopo (o contraccezione d’emergenza), soprattutto se si sono avuti rapporti sessuali non protetti negli ultimi giorni;
  • Utilizzare in ogni caso il preservativo se si hanno rapporti sessuali nei seguenti 7 giorni, continuando ad assumere la pillola regolarmente;
  • Se la pillola non è tra le prime 7 pillole della confezione, e nemmeno una delle ultime 7, la sola ripresa del trattamento assumendo la pillola dimenticata sarà sufficiente, ma bisogna stare attente a non dimenticare di prendere anche la compressa successiva;
  • Se la pillola dimenticata è tra le ultime 7 della confezione, oltre ad assumere la compressa “saltata” è opportuno cominciare con una nuova confezione. In altre parole si cessa l’assunzione del placebo e si comincia un nuovo ciclo di terapia. E’ probabile che il ciclo mestruale venga così posticipato, ma in questo modo si supera il rischio di una gravidanza non desiderata.

 

Attenzione a quali pillole si dimenticano

Le ultime pillole della confezione sono pillole inattive. La loro utilità è quella di aiutare la donna a ricordare l’esatto inizio del ciclo di assunzione successivo.

In ogni caso dimenticare di prendere una delle prime 7 pillole della terapia mensile è l’avvenimento più pericoloso. Questo perché nei giorni precedenti, avendo assunto placebo, l’organismo non produce sufficienti quantità di ormoni che impediscono l’ovulazione.

In questi casi la cosa più opportuna da fare è chiedere un consulto al proprio medico o ginecologo, che valuterà la necessità o meno di ricorrere alla contraccezione d’emergenzatrazionale o più efficace.

 

Luana Longo
Farmacista

Take Home Message
Dimenticare la pillola – Ti è mai capitato? Questo evento diminuisce l’efficacia del farmaco, dunque aumenta le possibilità di rimanere incinta. Sapere cosa fare in caso di una mancata assunzione è essenziale per proteggersi da una eventuale gravidanza indesiderata.

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 14 giugno 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here