Gli italiani e il sesso

Gli italiani e il sessoMaggiorenni e senza tabù. Questo il profilo che emerge dall’indagine svolta dal CENSIS dopo 20 anni dalla precedente, che ha portato all’attenzione pubblica una nuova fotografia delle abitudini sessuali degli italiani Millennials, quelli tra i 18 e i 40 anni

Gli italiani e il sesso – Ecco nel dettaglio cosa emerge dall’ultimo rapporto del CENSIS

Al CENSISI l’hanno chiamato “decomplessato“, questa l’etichetta che definisce meglio il rapporto con il sesso dell’italiano appartenente alla Generazione Y. In altre parole siamo diventati maggiorenni: più disinibiti, indubbiamente. Perché ora lo facciamo in modo più disinvolto. Non solo: anche più frequentemente e in modo più vario, ovvero, anche in altre posizioni e con più partner (ne abbiamo parlato di recente anche con la prof.ssa Roberta Rossi ai microfoni di Radio Antenna 1).

Il sesso nel III millennio segna la fine dei tabù?

Forse sì, visto che oggi non si sente come una volta l’obbligo di accoppiarlo per forza all’amore. Donne comprese: se vent’anni fa il 37,5 % delle donne separava il sesso dall’amore, oggi sono diventate il 77,4%. Un’altra rivoluzione è avvenuta sotto i nostri occhi, senza tanto rumore, tutto sommato!

E poi la frontiera della trasgressione si è spostata più in là: l’uso dei siti/app del dating ha accelerato anche i tempi. Che detto in altre parole vuol dire che “si finisce più rapidamente a letto“.

E a confermarcelo ci sono le pratiche sessuali più in voga e le relative percentuali:

  • l’80,7% fa sesso orale
  • il 67% pratica la masturbazione reciproca
  • il 46,9% usa un linguaggio osceno durante i rapporti
  • il 33,1% pratica il sesso anale
  • il 24,4% usa oggetti, cibi o bevande per giochi erotici
  • il 16,5% scatta foto o registra video durante i rapporti
  • il 16,5% fantastica apertamente con il partner su altri possibili partner
  • il 13,1% ha rapporti sessuali a tre o più persone
  • il 12,5% pratica il bondage o il sadomasochismo.

 

Gli italiani e il sesso – Quanto spesso e perché lo facciamo?

Sempre 20 anni fa, il 35% dei 18-40enni faceva sesso almeno due o tre volte alla settimana, oggi è il 41,6% mente l’8,4% lo fa tutti i giorni (invidia eh!?).
Se vent’anni fa il 50% delle donne entro i quarant’anni aveva avuto un solo partner, oggi il numero medio è di 4 per le donne e 7 invece per gli uomini.

Perché lo si fa? Perché indubbiamente è una fonte di sollievo e perché è uno dei piaceri più piacevoli della vita. Detto in altre parole: il sesso regala felicità, e non è poco.

In media i 18-40enni hanno 1,8 rapporti sessuali alla settimana (8 al mese). E se il 48,6% ritiene di fare sesso nella giusta misura, il 48% ne vorrebbe fare di più e solo il 3,4% di meno.

Gli italiani e il sesso – Il boom del porno

Il web à diventato il principale influencer, ha sfatato pudori e vecchi tabù ed ha sdoganato la trasgressione e le pratiche sessuali che vent’anni fa erano inconfessabili.

C’è poi la questione del porno che è entrata nelle camere da letto di moglie e marito. La pornografia esce dalla sfera del proibito e del perverso e entra nella vita sessuale delle coppie stabili.

Qualche dato:

  • il 61,2% degli italiani di 18-40 anni guarda video porno da solo
  • il 25,2% lo fa in coppia
  • il 37,5% pratica il sexting (l’invio tramite smartphone di immagini e testi sessualmente espliciti).

L’argomento non si esaurisce, ne torneremo a parlare anche in una delle nostre prossime interviste su Radio Antenna 1.

Fonte notizia

Fonte immagine

 

Cristina Perrotti

 

Take Home Message
Gli italiani e il sesso – Maggiorenni e senza tabù. Questo il profilo che emerge dall’indagine svolta dal CENSIS dopo 20 anni dalla precedente, che ha portato all’attenzione pubblica una nuova fotografia delle abitudini sessuali degli italiani Millennials (tra i 18 e i 40 anni).

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 4 luglio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here