La Felicità? È nel Piatto!

55524

La felicità? È nel piatto!

Lenticchie, noci, mirtilli, cioccolato… Ecco i cibi che ci rendono felici

Non solo salute. Il cibo può essere la strada anche per raggiungere nirvana e buonumore. Ecco allora i cibi che ci garantiscono la felicità… nel piatto!

Dal cibo dipende la nostra salute e la nostra felicità

Negli ultimi 50 anni la mortalità da malattie cardiocircolatorie (infarti e ictus) è triplicata: siamo passati da 92 mila a 250 mila di oggi. Le cause dovute ai tumori non vanno meglio: da 51 mila siamo passati a 160 mila. Per non parlare del diabete, in continua e drammatica ascesa…

Per questo noi di VediamociChiara dedichiamo articoli su articoli al “potere” della dieta mediterranea, risorsa perfetta per allungare il periodo della nostra vita all’insegna della salute. Oggi stringiamo il focus e ci concentramo su quei cibi che ci regalano, non solo salute, ma anche la felicità. Senza esagerazioni. A dirlo, fin troppi studi scientifici.

Ecco la lista, sarà utile per fare la prossima spesa 😉

Cominciamo con tre alimenti che non mancano sulle tavole nel periodo di Natale. E visti i loro effetti benefici sul nostro umore c’è da pensare che la magia natalizia, che ci rende tutti più “buoni”, non dipenda solo dal Natale…

  • Pronte a scatenare le endorfine?

Con i suoi probiotici, antiossidanti e con il triptofano in esso contenuto è un alimento in cima alla lista tra quelli che ci fanno bene e ci aiutano a raggiungere stadi di felicità. Se avete dubbi sulla scelta tra i vari tipi in commercio, vi suggeriamo, spassionatamente, quello fondente, capace di stimolare endorfine e serotonina. Ma non è finta qui: dal cioccolato aspettatevi anche una azione antidepressiva! Vi abbiamo convinte?

  • Il cibo del buonumore

Le amate lenticchie, alternativa alle proteine animali per molti, sono ricche di acido folico e magnesio, ma anche tirosina (un amminoacido che stimola le dopamine) e acido gamma-amminobutirrico (che riduce l’ansia). Ecco allora il segreto dentro questo alimento che non manca sulle tavole degli italiani al cenone di Capodanno. Cerchiamo allora altre ricette per far sì che ci sia anche in altre occasioni dell’anno!

  • Meno tensione e più intelligenza!

Dentro questo frutto non mancano di certo validi neuroprotettori, come la vitamina E, i folati, il magnesio, la melatonina e i mitici omega 3. Tutti capaci di migliore le prestazioni intellettive e di ridurre la tensione emotiva.

Ma non è finita qui: la felicità nel piatto la troviamo anche in questi altri alimenti:

  • Patate dolci. Felicità a portata di mano!

Il tubero “scoperto” da Cristoforo Colombo, ed esportato insieme al cacao, ai peperoni e ai pomodori, garantisce benessere fisico e mentale inducendo un aumento dei livelli di deidroepiandrosterone e serotonina, ovvero gli ormoni del buonumore. Una ragione in più per metterlo a tavola e visto il prezzo (in media 1€ al chilo) possiamo farlo anche sena svenarci.

  • Non solo forza!

Ricchi di vitamina C e di magnesio, soprattutto se mangiati crudi, nell’insalata, sono sostanze preziose per la produzione di serotonina e dopamina, gli ormoni responsabili del buonumore.

  • Solo pensieri positivi please!

Le uova sono molto nutrienti e fonte di vitamine del gruppo B. Non solo. Contengono Omega 3, vitamina D, zinco e triptofano, tutte sostanze che garantiscono il benessere dell’organismo favorendo i pensieri positivi, come ha dimostrato uno studio del Leiden Institute for Brain and Cognition (Paesi Bassi).

  • Antidepressivi nazionali

Il frutto della terra che contraddistingue i piatti nazionali (dalla pizza alla pasta al sugo) è ricco di vitamine, fosforo e potassio e anche di licopene, una sostanza che protegge il cervello favorendo sensazioni di benessere, una specie di antidepressivo da mettere a tavola, tagliato a spicchi nell’insalata oppure a mo’ di caprese

  • Più energia

Ricca di vitamine del gruppo B, sali minerali (soprattutto potassio), probiotici e triptofano, la banana dona molte energie e aiuta ad alleviare lo stress, inducendo un generale senso di benessere. Inoltre le banane aumentano la concentrazione di serotonina (mentre invece alcol e caffeina ne inibiscono l’azione. A voi la scelta!).

  • Meno stress

Grazie agli antiossidanti e alle vitamine di cui sono ricchi, i mirtilli aiutano il cervello ad attivare ormoni che tengono a freno lo stress. Ricerche scientifiche inoltre hanno dimostrato che questi piccoli e gustosi frutti frutti stimolano le facoltà cognitive e migliorano la memoria.

  • Non solo calcio…

Lo conosciamo per essere una fonte ricca di calcio, dimentichiamo di ricordare che sempre il calcio è un aiutante nel funzionamento del sistema nervoso. Non solo. Nello yogurt troviamo probiotici, che stimolano la produzione di ormoni “positivi”, non c’è da stupirsi allora se quando lo mangiamo il nostro umore migliora! Lo ha dimostrato persino una ricerca apparsa nel 2015 su Food Research International (che raccomanda quello alla vaniglia).

Per chiudere il menu della felicità, aggiungiamo un ultimo suggerimento, anzi due:

  • Mangiare in compagnia e lentamente, gustando tanto l’una quanto l’altro, da’ tutto un altro sapore alla vita 😉

Ps Ricordati i famosi 30 minuti di attività fisica al giorno, anche una camminata veloce, basta questo per aumentare il livello di endorfine (effetto antidepressivo assicurato!).

  

Cristina Perrotti

Fonte: Focus

Credits immagine

Take Home Message – La felicità nel piatto
Non solo salute. Il cibo può essere la strada anche per raggiungere nirvana e buonumore

Tempo di lettura: 3′

Ultimo aggiornamento: 29 dicembre 2021

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui