Dolore e Formicolio alle Mani. Cause e Trattamenti

200343

Dolore e Formicolio alle ManiDolore e formicolo. Quando le mani inviano segnali

Dolore, sensazioni di intorpidimento e formicolii possono limitare la funzionalità delle nostre preziose mani. Le cause possono essere molteplici, l’importante è non attendere troppo e chiedere un consulto del medico.

Mani di fata, mani d’oro, mani grandi e mani forti….

La personalità in fondo, è definita anche attraverso le nostre mani. È una parte del corpo complessa, che ci consente di effettuare movimenti fini e precisi, frutto di milioni di anni di storia evolutiva della razza umana. Il nostro antenato Australopiteco, in effetti, aveva mani e relativi schemi motori diversi dai nostri, destinati ad attività ormai desuete, come arrampicarsi sugli alberi. Le nostre mani sono costantemente in attività, ma alla loro salute e funzionalità in genere, non dedichiamo molte cure. Tranne quando sono loro a reclamare la nostra attenzione, impedendoci di svolgere le mille azioni di ogni giorno, di cui neanche ci accorgiamo.

Quali sono le cause più comuni di dolore alle mani?

Le cinque condizioni dolorose delle mani che si presentano con maggior frequenza sono:

  • la tendinite di De Quervain o stiramento della lavandaia: il dolore si localizza al polso in corrispondenza del pollice e può svilupparsi in modo graduale o comparire in modo improvviso, interessando anche l’avambraccio. È frequente nelle neomamme, per via dell’utilizzo del polso a braccia tese, quando sollevano il neonato. Il dolore compare quando si stringe il pugno, nell’afferrare gli oggetti o ruotando il polso. La causa è una infiammazione tendinea, dovuta in genere a ripetute torsioni del polso;
  • la sindrome del tunnel carpale: è uno dei più comuni disturbi nervosi della mano. Il dolore interessa le dita e il palmo della mano, il polso e l’avambraccio e spesso, è più forte di notte. Comporta debolezza, formicolio e intorpidimento della mano, tale da rendere difficile la presa degli oggetti. Il disagio si verifica a causa di una compressione di origine infiammatoria sul nervo mediano, che passa attraverso un canale stretto, chiamato tunnel carpale. Quest’ultima è una struttura composta da ossa e tendini, posta alla base della mano. È in questo spazio stretto che il nervo mediano viene compresso da tendini infiammati o irritati;
  • le fratture: la frattura di un osso della mano può essere causa di forti dolori e a seguire, di gonfiore, rigidità e perdita della funzione. Il trattamento della frattura dipende dal tipo di rottura. Gessi e stecche sono utilizzati in caso di fratture semplici. In caso di fratture complicate, può essere necessario l’intervento chirurgico per il posizionamento di fili o placche metalliche;
  • l’artrite: è una delle principali cause di dolore alle mani. Il processo auto-infiammatorio tipico delle forme di artrite danneggia gravemente le articolazioni delle mani, che sono un bersaglio prediletto dell’artrite autoimmune. Le articolazioni delle mani si presentano gonfie, calde e rigide, soprattutto al mattino. I movimenti sono progressivamente impediti e le dita vanno incontro a deformità;
  • la tenosinovite stenosante o dito a scatto: è un’infiammazione dei tendini che consentono la flessione delle dita. Si manifesta con un indolenzimento alla base del dito interessato e il segno dello “scatto”, più frequente al risveglio. Medio, anulare e pollice sono le dita più colpite e l’età di insorgenza è in genere, compresa tra i 40 e i 60 anni.

Quel fastidioso formicolio alle mani…

La sensazione di intorpidimento e di formicolio, che può anche disturbare il sonno e limitare la piena funzionalità dell’arto è spesso associata a traumi o a problemi di compressione nervosa, come nella sindrome del tunnel carpale o nella compressione del nervo ulnare a livello del gomito, per via di posture scorrette, ma anche a disturbi circolatori. È il caso della malattia di Raynaud, che produce vaso-spasmi in risposta a stress e freddo o delle disfunzioni cardiache. Il diabete mellito e la conseguente neuropatia possono essere la causa di un persistente formicolio agli arti superiori, che può essere anche un segnale di allerta di una possibile disfunzione tiroidea. In questi casi, la sintomatologia è in genere, bilaterale. Anche fumo e alcol favoriscono l’insorgenza di disturbi circolatori e nervosi che possono determinare sensazioni di debolezza e parestesie alle mani.

Insomma, in caso di alterazioni della sensibilità delle nostre mani, non è il caso di sottovalutare i segnali, specie se persistenti, e rivolgersi al medico di fiducia.

Come trattare il dolore alle mani

Nei casi di rigidità dell’arto, il calore può alleviare il fastidio. Una doccia calda, per esempio, può essere d’aiuto. Il freddo, applicato sotto forma di cuscinetti flessibili di gel refrigerante, è efficace per il dolore alla mano che deriva dall’attività sportiva intensa, come giocare a golf, a tennis tavolo etc. In caso di necessità, anche una busta di piselli surgelati può essere d’aiuto, perché si adatta bene alla complessità tridimensionale dell’arto. Lo stretching può allungare e rinforzare i muscoli, ma è bene farlo sotto la guida di un fisioterapista. Se le tue mani fanno male, meglio evitare il “fai da te. Lo specialista accerterà la causa e prescriverà il trattamento più opportuno, che potrà prevedere farmaci antidolorifici e antinfiammatori, terapia fisica o nei casi non altrimenti risolvibili, la chirurgia.

Occhio alla postura!

Le lunghe ore trascorse davanti al pc per motivi di lavoro o di svago sono alla base di dolori e disfunzioni derivanti da posture errate. Non riserviamo mai abbastanza attenzioni alla posizione assunta da seduti, all’altezza della sedia e della scrivania, all’inclinazione dello schienale, alla posizione delle braccia e alle condizioni di stress alle quali sottoponiamo la nostra cara colonna vertebrale. Oltre a star seduti per bene, è importante fare pause frequenti, per far riposare gli occhi, allungare la colonna, ridurre lo stress su mani e polsi e sugli arti inferiori.

Fonti

Manuale MSD. Sindrome di De Quervain: pagina visitata il 16/08/2021.

Bracker MD, Ralph LP. The numb arm and hand. Am Fam Physician . 1995 Jan;51(1):103-16.

Harvard Health Publishing. Top 5 ways to reduce crippling hand pain. August 31, 2020.

IRCCS – Humanitas Research Hospital. Formicolio alle dita delle mani

Dott.ssa Serenella Corvo

Credits immagine

Take Home Message
Dolore, sensazioni di intorpidimento e formicolii possono limitare la funzionalità delle nostre preziose mani. Le cause alla base dei disturbi sono molteplici e le più frequenti sono le compressioni nervose, causate da traumi e posture errate, ma anche le patologie infiammatorie croniche come le artriti. Il formicolio alle mani può essere un campanello di allarme di disfunzioni della tiroide o della patologia diabetica. Ecco perché, nel caso in cui i disturbi persistano o mostrino un peggioramento non bisogna attendere oltre e richiedere il consulto del medico.

Tempo di lettura: 1’ e 5”

Ultimo aggiornamento: 30 agosto 2021

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui