La salute della tiroide nella donna

180173
Scarica il podcast dell'articolo

La salute della tiroide nella donnaSe andate sul sito del Ministero della salute scoprite che l’argomento “Malattie della tiroide” è dentro la cartella “Patologie femminili“. E questo la dice lunga su quanto questo organo sia importante per le donne. Ma perché? E quali sono i problemi che si verificano quando non funziona come dovrebbe?

Una donna ha il 20% di possibilità di sviluppare problemi alla tiroide nel corso della sua vita (Fonte: Ministero della Salute). Le malattie della tiroide non sono necessariamente ereditarie, ma un caso o più in famiglia possono essere un valido campanello d’allarme. Per le donne un rischio maggiore può verificarsi in gravidanza, con l’aumento del fabbisogno di iodio necessario per soddisfare le esigenze metaboliche di madre e feto (da 150 mcg al giorno, a 250 mcg al giorno) e con la menopausa (con sintomi che si confondono con quelli del climaterio). La prevenzione in questo caso è doppiamente importante.

La tiroide è una ghiandola endocrina deputata alla produzione di ormoni, T4 (tiroxina) e T3 (triiodotironina), coinvolti nella regolazione di diversi aspetti del metabolismo del nostro corpo. La funzione tiroidea è sotto il controllo di un ormone prodotto dall’ipofisi, il TSH o ormone tireostimolante (acronimo di Thyroid-stimulating hormone). Laddove si sospettino problemi alla tiroide, l’iter diagnostico prevede:

  • Visita endocrinologica
  • Analisi del sangue per verificare i valori del TSH, T4 (Tiroxina) e T3 (Triiodotironina)
  • Ecografia alla tiroide

 

Ma a cosa serve la tiroide?

La ghiandola a forma di farfalla è coinvolta in un numero talmente significativo di aspetti del nostro metabolismo che anche parziali alterazioni della sua funzionalità possono determinare significative ripercussioni sulla vita quotidiana. La tiroide interviene infatti nelle seguenti attività:

  • Regolazione del metabolismo
  • Termoregolazione
  • Controllo del ritmo cardiaco
  • Regolazione della forza muscolare
  • Sviluppo del sistema nervoso centrale
  • Accrescimento corporeo

 

Le disfunzioni di più comune riscontro sono l’ipotiroidismo, l’ipertiroidismo ed il gozzo

 – L’ipotiroidismo, si caratterizza per una funzionalità ridotta della tiroide con una sintomatologia prevalentemente caratterizzata da:

  • Affaticamento
  • Depressione
  • Sonnolenza
  • Caduta dei capelli
  • Aumento di peso
  • Esagerata sensibilità al freddo

 

 – L’ipertiroidismo, al contrario, è determinato dal funzionamento eccessivo della ghiandola. A causa dello stato di sovrabbondante stimolo metabolico su vari organi ed apparati, l’ipertiroidismo può essere caratterizzato da:

  • Insonnia
  • Tachicardia
  • Ansia
  • Nervosismo
  • Perdita di peso
  • Aumento della sudorazione

 

 – Si definisce “gozzo” ogni aumento di volume della ghiandola tiroidea: esso può presentarsi sia in caso di ipertiroidismo che di ipotiroidismo.

L’importanza della prevenzione

Quando nel nostro corpo c’è qualcosa che non va come dovrebbe, generalmente ce ne accorgiamo per via dei sintomi. Nel caso di patologie della tiroide, invece, la sintomatologia potrebbe essere assente, molto vaga oppure coincidere fin troppo con quella tipica dell’ingresso in menopausa (sintomi aspecifici) come ad esempio la tachicardia, l’insonnia, l’aumento della sudorazione, un generale affaticamento, etc. Per questa ragione la menopausa costituisce un momento durante il quale risulta particolarmente indicato prestare attenzione alla salute della tiroide.

Durante la gravidanza è necessario aumentare l’introito di iodio nella dieta quotidiana. Un gesto di grande importanza per evitare di esporre il feto al rischio di difetti dello sviluppo neurocognitivo, ritardo mentale e dell’accrescimento.

Il sale iodato

Poco sale, ma iodato, recita così lo slogan della campagna di sensibilizzazione per la profilassi iodica. Lo iodio è il costituente fondamentale degli ormoni tiroidei, ci permette di avere l’adeguata razione di questo minerale e quindi di prevenire le più frequenti patologie della ghiandola endocrina (ad esempio il gozzo endemico). (Fonte: Ministero della Salute). 


Fonti e approfondimenti:

>>> Malattie della tiroide (Ministero della Salute)

>>> Epicentro – L’epidemiologia per la Sanità Pubblica – Istituto Superiore di Sanità (ISS)

>>> Disfunzioni della tiroide in menopausa (Fondazione Serono)

>>> Nell’ultima settimana di maggio si svolge la settimana mondiale della tiroide. Questo il link all’edizione del 2020, svoltasi online, sul sito dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità).

Articolo realizzato grazie a un grant educazionale incondizionato di Merck Serono

Credits foto

 

Cristina Perrotti

 

 

Take Home Message
Se andate sul sito del Ministero della salute scoprite che l’argomento “Malattie della tiroide” è dentro la cartella “Patologie femminili”. E questo la dice lunga su quanto questo organo sia importante per le donne. Ma perché? E quali sono i problemi che si verificano quando non funziona come dovrebbe?

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 10 marzo 2021

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui