La vitamina C fa bene – o no – al raffreddore?

52900

La vitamina C fa beneNel 2020 abbiamo cambiato idea su molte cose tra quelle che avevamo imparato nel corso della nostra vita. E anche quello che sappiamo sulla vitamina C forse merita una revisione. Pronte?

Tra tutte le vitamine è quella che ha occupato fin qui il posto più alto e prestigioso. È senza ombra di dubbio una vitamina da Oscar. A lei abbiamo associato doti quasi miracolose: rafforzare il sistema immunitario, far passare il raffreddore, tenere alla larga quasi tutti i malanni di stagione… Come mamme abbiamo spremuto diversi quintali di arance a ciascuno dei nostri figli, sentendoci delle dispensatrici di vaccini ANTITUTTO! Oggi, a guardare più da vicino le proprietà della vitamina arancione (la si trova negli agrumi, ma a dire il vero anche in kiwi), scopriamo che quello che sappiamo di lei non è proprio tutto vero…

Tra le proprietà confermate

Senza ombra di dubbio è una vitamina fondamentale perché:

  • Rafforza il sistema immunitario
  • Ostacola la sintesi delle sostanze cancerogene (in particolare nello stomaco)
  • Contribuisce alla prevenzione dell’insorgenza dei tumori
  • Ha anche un’importante azione antiossidante e di contrasto dei radicali liberi

 

E per il raffreddore?

Il raffreddore non è una malattia ben precisa, piuttosto una famiglia di sintomi generati da una molteplicità di virus, il più pericoloso dei quali è il rhinovirus, ovvero “virus del raffreddore”. Un virus che si diffonde attraverso l’aria e che si moltiplica nelle mucose nasali e di cui esistono centinaia di varietà. La vitamina è di aiuto in questi casi? A quanto pare no: la vitamina C non può essere di alcun aiuto nella prevenzione o nel trattamento di un raffreddore.

(…) dai risultati di questi studi che avevano coinvolto ben 11.306 persone è emerso che l’assunzione regolare di vitamina C non ha effetto sulla comparsa di raffreddore (Hemilä & Chalker, 2013). Insomma, la “bella spremuta d’arancia” al mattino può comunque essere una buona abitudine, ma non impedisce al raffreddore di rovinarci qualche settimana ogni anno (…) – (Fonte: DOTTORE, MA È VERO CHE…?)

 

Se c’è una cosa che invece le viene riconosciuta è il suo ruolo, come coadiuvante, nell’abbreviare il periodo influenzale (proprio per la sua azione antiossidante e immunostimolante).

Che fare allora in caso di raffreddore? Spesso e volentieri all’ennesimo Etciu’, ci facciamo la diagnosi da soli (ce lo autodiagnostichiamo), e invece sarebbe sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico di fiducia.

Rischio di sovradosaggio

Convinte che si tratti di una vitamina quasi miracolosa, c’è il rischio di un abuso nelle dosi. Val la pena di ricordare allora che l’eccessiva assunzione di vitamina C può portare, nei casi più gravi, all’ipervitaminosi C, caratterizzata da disturbi ai reni (calcoli, accumulo di ferro), allo stomaco (gastriti) e all’apparato digerente in generale (diarrea, nausea, vomito, crampi).

>>> Per conoscere meglio le vitamine

>>> La scheda sulla Vitamina C 

Fonte:

 

Credits immagine

 

Cristina Perrotti

 

Take Home Message – La vitamina C fa bene
Nel 2020 abbiamo cambiato idea su molte cose tra quelle che avevamo imparato nel corso della nostra vita. E anche quello che sappiamo sulla vitamina C forse merita una revisione. Pronte?

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2021

Voto medio utenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui