La tiroide nei ragazzi che crescono

64604

La tiroide nei ragazzi che cresconoLa tiroide è uno degli organi che rende possibile la crescita dell’individuo ed è per questo che è importante che sia monitorata anche nella fase dello sviluppo (pubertà e adolescenza): un periodo della vita particolarmente delicato, soprattutto per le ragazze di oggi, ovvero le donne di domani

“L‘adolescenza è una malattia normale” affermava Donald Winnicott, noto pediatra e psicoanalista britannico, famoso per aver studiato l’importanza dell’oggetto transizionale: il tipico orsacchiotto di peluche che vanta il compito di sostenere il bambino nel suo sviluppo psicologico. Ma per una “normale” adolescenza, che non a caso significa proprio “crescere” (dal latino adolescĕre), un aiuto fondamentale arriva dalla tiroide, che svolge un ruolo chiave in questa delicata fase di vita dei futuri adulti. 

Già durante la gravidanza…

Già durante la gravidanza, nei neonati e nei bambini piccoli, gli ormoni secreti dalla tiroide sono determinanti per le prime fasi dello sviluppo. Con l’ingresso nell’adolescenza il ruolo della tiroide assume una importanza particolare. In questa fase di cambiamento infatti, la ghiandola contribuisce a completare il regolare sviluppo fisico e mentale. Durante questa fase non a caso si assiste ad una accelerazione della crescita, sia ponderale che staturale. 

Ma che succede in caso di disfunzioni della tiroide?

In una fase delicata come quella dello sviluppo puberale, una disfunzione tiroidea può compromettere la fase dello sviluppo. Questa situazione in Italia è sempre più rara, grazie a una politica sanitaria molto attenta al tema (ne abbiamo parlato anche al nostro evento di Bari (link all’articolo). Ma è bene sapere che una disfunzione tiroidea nella fase dello sviluppo può creare problemi, anche seri: ancora oggi si osservano livelli di quoziente intellettivo molto più basso nei soggetti pediatrici e negli adolescenti con carente assunzione di iodio non trattata (cretinismo). Oltre alla carenza di iodio di recente si è rilevato che anche la carenza di selenio può limitare l’efficienza della funzione tiroidea.

Ipertiroidismo e ipertiroidismo

I problemi possono anche essere quelli tipici che si riscontrano negli adulti, come l’ipotiroidismo e l’ipertiroidismo, come spiega la dott.ssa Maria Rosaria Licenziati, medico Specialista in Pediatria ed Endocrinologia e Dirigente medico Responsabile della Unità Operativa Semplice Dipartimentale “Centro Obesità e Patologie Endocrine”, Associazione Ospedali Riuniti Napoli Santobono Pausilipon:

La causa più frequente di ipotiroidismo adolescenziale, è la tiroidite di Hashimoto, malattia autoimmune caratterizzata dal colpire preferibilmente il sesso femmine. L’ipertiroidismo nei bambini e negli adolescenti è molto meno frequente che negli adulti, ma durante l’adolescenza può presentarsi più spesso che nell’infanzia. Nelle femmine è da 6 a 8 volte più frequente che nei maschi.

L’ipertiroidismo e l’ipotiroidismo nell’adolescente

Nella grande maggioranza dei casi, più del 95% dei casi di ipertiroidismo è dovuto alla Malattia di Graves, una patologia autoimmune che tende a presentarsi in soggetti con una specifica predisposizione genetica.

Nell’adolescente l’ipertiroidismo si può presentare con segni e sintomi che fanno pensare a un’origine diversa, riconducendo a problemi di tipo psichiatrico (tremore, nervosismo, agitazione, difficoltà a mantenere l’attenzione e problemi ad addormentarsi) (Fonte: Fondazione Serono).

L’ipotiroidismo nell’adolescenza invece, ha una frequenza molto più bassa che nell’età adulta, ma più elevata rispetto all’infanzia e vede le adolescenti con una maggiore probabilità di soffrirne rispetto ai loro coetanei maschi, fino a 5 volte superiore. La causa più frequente di ipotiroidismo acquisito è costituita dalle tiroiditi autoimmuni, dalla carenza di iodio (per coloro che vivono in aree a rischio) (Fonte: Fondazione Serono).  

La tiroide nei ragazzi che crescono – Fonte e approfondimenti:

  

Cristina Perrotti

 

Take Home Message – La tiroide nei ragazzi che crescono

La tiroide è la ghiandola che rappresenta meglio di altre il cambiamento. Lo rende possibile. Per questo va monitorata anche nella fase dello sviluppo. Pubertà e adolescenza sono fasi particolarmente delicate, soprattutto per le future donne.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2020

Voto medio utenti

2 Commenti

  1. bisognerebbe tornare a fare le visite mediche obbligatorie, se non altro nelle fasi delicate della vita, come la pubertà/dolescenza. Problemi come questo si risolverebbero con più facilità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui