Potassio = Banana?

34100

Potassio = Banana

Quanto c’è di vero in questa equazione? È davvero il frutto ideale, soprattutto per gli sportivi (ciclisti, corridori, etc.), per la sua rinomata scorta di potassio, minerale fondamentale per il nostro organismo? Diamo un’occhiata più da vicino alla banana!

Sudore da attività sportiva e caldo agostano? Crampi muscolari diurni e notturni? Debolezza eccessiva e cronica? I principali segni di carenza da potassio sono stanchezza muscolare, anoressia, nausea, disattenzione, sonnolenza e alterazioni comportamentali. Quello che ci sentiamo dire spesso in questi casi è: Carenza di potassio. Mangia una banana!

Potassio = Banana – Ma a che serve il potassio?

Per capire a cosa serve basta vedere dove si concentra maggiormente la sua presenza: il potassio si trova nelle cellule muscolari e cardiache dove regola la contrazione delle fibrocellule muscolari e miocardiche. Per questo una sua carenza può portare a delle aritmie cardiache.

È il principale ione presente nei liquidi intracellulari ed è essenziale per una serie di funzioni vitali. Il potassio è coinvolto anche nella trasmissione degli impulsi nervosi, nel controllo della contrattilità muscolare (i muscoli striati volontari ne sono molto ricchi) e anche in quello della pressione arteriosa.

Potassio = Banana – I pregiudizi sulle banane: ricche di potassio e ipercaloriche!

La banana per essere mangiata non ha bisogno né di forchetta e coltello, e a ben guardare neanche di tovaglioli. Si sbuccia con una estrema facilità (e se siete in giro in bici o in palestra, la comodità si fa apprezzare ancora di più). Da qui la sua fortuna, di frutto preferito dagli sportivi: è un frutto portatile, come una borraccia! Le immagini delle gare ciclistiche ci mostrano atleti che la mangiano durante la gara, come si farebbe con l’acqua.

E non dite che solo ipercaloriche! Di fatto se è vero che contengono poca acqua (rispetto al resto della frutta) e più zuccheri e amidi, per un valore calorico di 65 chilocalorie per 100 grammi di parte edibile, solo lievemente superiore a quello della maggior parte degli altri tipi di frutta comunemente consumata: quindi non meritano di essere evitate da chi teme di ingrassare.

Potassio = Banana – Ma il potassio è solo nelle banane?

Ogni singola banana possiede, in media, circa 350 milligrammi di potassio ogni 100 grammi di parte edibile (tolta la buccia quindi!). Molto. Ma è esagerata tutta questa sua esaltazione come primaria e quasi unica fonte alimentare di questo minerale. Ce ne sono molte altre, e non solo tra la frutta. Guardate qui di seguito:

  • Fagioli (1445 mg.)
  • Fichi secchi (1000)
  • Lenticchie (980)
  • Prugne secche (830)
  • Ceci (880)
  • Mandorle (780)
  • Castagne secche (740)
  • Kiwi (400)
  • Olive nere (430)
  • Carciofi (380)
  • Patate (570)
  • Rucola (470)
  • Spinaci (530)
  • Arachidi (680)

Fonte: Humanitas Salute

Libro citato: Miraggi alimentari, 99 idee sbagliate su cosa e come mangiamo, Marcello Ticca

 

Redazione VediamociChiara

 

Take Home Message – Potassio = Banana?
Quanto c’è di vero in questa equazione? È davvero il frutto ideale, soprattutto per gli sportivi (ciclisti, corridori, etc.), per la sua rinomata scorta di potassio, minerale fondamentale per il nostro organismo? Diamo un’occhiata più da vicino alla banana!

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2020

Voto medio utenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui