Quante volte farlo… nel 2019?

Quante volte farlo... nel 2019?Una domanda piuttosto frequente durante una consulenza psicosessuologica… La risposta? Non esistono regole tra le lenzuola, se non quelle che la coppia stessa stabilisce

Negli Stati Uniti è previsto che nel accordo prematrimoniale possano essere indicate anche il numero delle volte in cui sono consentiti e previsti gli incontri e i rapporti sessuali tra i due sposi.

Quante volte sotto le lenzuola dei VIP?

Famoso a tale riguardo è l’accordo tra Jackie Kennedy e Aristotele Onassis o ancora, più vicino ai nostri giorni, il contratto prematrimoniale che lega mister Facebook ovvero Mark Zuckeberg e sua moglie Priscilla Chan. Quest’ultima tra le varie clausole dell’accordo ha chiesto che fosse compresa un’ora d’amore alla settimana, e l’obbligo di passare almeno una notte alla settimana insieme al super impegnato marito.

E nella vecchia Europa?

Per noi romantici europei il numero dovrebbe rispettare non un accordo scritto. La frequenza dovrebbe essere legata al desiderio dei partner. Nei casi in cui c’è disparità del desiderio, e il proprio desiderio non sempre è allineato con quello dell’altro, è importante che la coppia trovi una sintonia rispetto alla frequenza.

La fase iniziale di una relazione o di una convivenza è caratterizzata da tanto ardore e passione e la frequenza è anche giornaliera e in alcuni casi anche più volte al dì.

Essa risente non solo della primavera della relazione che sta sbocciando ma anche della età anagrafica dei partner.

Proviamo a dare i numeri

Volendo riportare qualche cifra, anche se è importante considerarle approssimative, possiamo dire che :

  • dai 18 ai 29 anni: due volte la settimana
  • dai 30 ai 39: tre volte in 2 settimane
  • dai 40 ai 49: una volta a settimana
  • dai 50 anni in poi: una volta ogni 10 gg

E per le coppie più longeve?

Una coppia più longeva o una relazione di 10 e più anni può avere un rallentamento della frequenza o talvolta anche una vera e propria pausa dei rapporti intimi. Quando ciò accade, in ogni fase della vita, è sempre importante parlarne per capirne le ragioni. Può accadere che il desiderio risenta di un momento di noia , di insoddisfazioni legate ad altre aree della vita, di malesseri organici, di impegni quotidiani, della nascita dei figli, dei classici “cinque minuti” che deprimono.

La passione non misura il sentimento

Ricordiamo che la passione non è una misura del sentimento e la temperatura scende se diventa come timbrare il cartellino… stesso giorno, stesso orario…. addio alla complicità e agli ardori!!

L’importante, come dice Wood Allen “è di non contare le volte in un anno intero sulle dita di una mano”.

Un buon anno di amore a tutti!!

Dott.ssa Patrizia Pezzella
Psicologa, psicoterapeuta, perfezionata in Sessuologia clinica

Puoi contattare direttamente la dott.ssa Patrizia Pezzella
www.terapiasedutaunica.it
www.vaginismo.rm.it 

(Credits foto)

Take Home Message
Quante volte andrebbe fatto? La risposta è che non esistono regole tra le lenzuola, se non quelle che la coppia stessa stabilisce. L’articolo della nostra psicosessuologa prova a fare un po’ di chiarezza in uno dei dubbi più frequenti tra le coppie di tutte le età.

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here