Un viaggio nel Piacere – il Punto C

Un viaggio nel Piacere - il Punto CUn viaggio nel Piacere – il Punto C

Gentili Signore e Signori, ragazze e ragazzi, avete letto bene: stiamo trattando del Punto C e non G!

C come Clitoride da declinare al maschile “il” clitoride o al femminile “la” clitoride. Per secoli, il clitoride, è rimasto sorprendentemente nascosto nei testi di anatomia e ancora oggi appaiono spesso sottovalutate le sue potenzialità sorpassate per importanza dal più acclamato punto G.

Se desideriamo viaggiare all’autoscoperta del piacere sessuale o per far conoscere il funzionamento del corpo femminile in ambito erotico, è opportuno sottolineare che nella maggior parte delle donne l’interruttore del piacere orgasmico, non solo è sensibile ad ogni variazione di tensione emotiva, ma non coincide e si esaurisce con la stimolazione vaginale. Anzi per la maggior parte dei casi proprio la stimolazione del bottoncino clitorideo può facilitare e innescare il piacere femminile.

Ciò significa che nonostante l’eccitazione e la fase di plateau durante il rapporto sessuale, non è scontato l’orgasmo. Per l’uomo invece, diversamente dalla donna, è più facile dopo una fase di eccitazione e di stimolazione, raggiungere la fase eiaculatoria che rappresenta la conclusione liberatoria della propria eccitazione sessuale.

Il coitoride per ricevere e trasmettere stimoli sessuali

Un dato scientifico su tutti per comprendere l’importanza della stimolazione clitoridea nella esperienza erotica, è rappresentato dalla presenza delle 8000 terminazioni nervose che formano il nervo dorsale clitorideo. La porzione esterna di quest’ultimo (a riposo, in assenza di eccitazione) misura 5-6 mm. Il clitoride deriva dalle stesse strutture embrionali del pene, ed è costituito da un tessuto simile, e secondo gli studi di Masters e Johnson, l’importanza data all’organo clitorideo fa la differenza nell’esperienza del piacere sessuale, poiché il clitoride è l’unico organo umano che esiste esclusivamente per ricevere e trasmettere stimoli sessuali.

Per aumentare la consapevolezza di sé stesse nell’ambito del piacere sessuale…

Per aumentare la consapevolezza di sé stesse nell’ambito del piacere sessuale e per permettere alla coppia di parlare un linguaggio comune in camera da letto, sarebbe opportuno per entrambi scrivere nella loro grammatica erotica un nuovo capitolo da dedicare alla comunicazione della esperienza sessuale.

Gentili uomini della platea dei lettori, sebbene ogni viaggio può risultare piacevole durante il suo percorso, non considerate scontato l’arrivo al capolinea… e per i rimandati a settembre, è bene durante l’estate ripassare la scena tratta dal film “Harry ti presento Sally” nella quale l’ attrice Meg Ryan simula un orgasmo in un caffè, davanti ad un pubblico sorpreso e divertito.

Buona estate a tutti!!

Fonti:

– Alexander Lowen : “Amore e orgasmo”, Feltrinelli, Milano, 1968
– W.H. Masters , V. E. Johnson: “L’atto sessuale nell’uomo e nella donna”, Feltrinelli ;Milano, 1967

 

Dott.ssa Patrizia Pezzella
Psicologa, psicoterapeuta, perfezionata in Sessuologia clinica

Puoi contattare direttamente la dott.ssa Patrizia Pezzella
www.terapiasedutaunica.it
www.vaginismo.rm.it 

Take Home Message
Un viaggio nel piacere sessuale, il punto C. “C” come clitoride. Perché se è vero che ogni viaggio può risultare piacevole durante il suo percorso, non considerate scontato l’arrivo al capolinea…

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 27 giugno 2018

Voto medio utenti

 

(Credits foto: https://www.chedonna.it/wp-content/uploads/2015/05/coppia.jpg)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here