Calo di pressione improvviso: cosa fare?

85997

Il calo di pressione è un disturbo comune, specie in estate. Ecco come comportarsi.

Capogiro, sensazione di instabilità, debolezza, vista annebbiata: questi sono i sintomi di un calo di pressione improvviso. Si tratta di fenomeno molto comune che avviene con maggiore frequenza in estate, in giornate particolarmente afose, dopo movimenti improvvisi e dopo un esercizio fisico importante.

Perché il calo di pressione è frequente in estate?

La pressione arteriosa è sottoposta a una stretta regolazione da parte del sistema nervoso autonomo. Se l’ambiente circostante è caldo, questo fenomeno regolatorio diventa più complesso, poiché il sistema nervoso autonomo è chiamato a un’ulteriore attività che è quella di termoregolazione.

Per funzionare correttamente, infatti, il nostro organismo ha bisogno di mantenere la temperatura corporea interna stabile.

Quando fa molto caldo, come nel periodo estivo, il corpo, per mantenere costante la temperatura corporea, attiva alcuni meccanismi di difesa utili a favorire la dispersione del calore. Il primo è la vasodilatazione, un fenomeno in cui aumenta il calibro dei vasi sanguigni portando così ad una diminuzione della pressione. Il secondo è la sudorazione: quando si suda si perdono acqua e sali minerali.

Se ciò avviene in maniera eccessiva l’organismo può disidratarsi e andare incontro ad una diminuzione della pressione.

Chi è maggiormente colpito dai cali di pressione?

I cali di pressione sono particolarmente comuni nelle persone che hanno normalmente una pressione bassa. Ciò le persone la cui “massima” (o sistolica) è solitamente uguale o inferiore a 90 mmHg e la “minima” (o diastolica) è uguale o inferiore a 60 mmHg. Si parla in questi casi di ipotensioni costituzionali, più frequenti nelle giovani donne, di età tra i 16 e i 28 anni.

Come devo comportarmi se ho un calo di pressione?

Sdraiati e solleva le gambe fin quando i sintomi non scompaiono. Se ciò non è possibile, siediti, fai lunghi respiri e bevi un bicchiere d’acqua. Non è necessario lo zucchero: l’acqua, da sola, è in grado di far aumentare la pressione arteriosa.

Come posso prevenire i cali di pressione estivi?

Nei mesi estivi, per prevenire un calo di pressione puoi seguire alcuni accorgimenti:

  • mantieniti idratata e assumi un adeguato quantitativo di sali minerali, consumando più frutta e verdura;
  • evita pasti abbondanti e ricchi di carboidrati (che possono causare un fenomeno chiamato ipotensione post-prandiale);
  • evita una rapida assunzione della posizione eretta, soprattutto se l’ambiente circostante è molto caldo;
  • indossa abiti leggeri;
  • non esporti al sole o uscire di casa nelle ore più calde della giornata per non rischiare colpi di calore;
  • se assumi abitualmente farmaci ipertensivi, nei mesi estivi consulta il tuo medico per considerare di rivedere il dosaggio.

Cristina Caramma

Fonti:

Humanitas

Fondazione Veronesi

Take Home Message
Capogiro, sensazione di instabilità, debolezza, vista annebbiata: questi sono i sintomi di un calo di pressione improvviso. È un disturbo comune, specie in estate. Ci sono dei comportamenti da adottare per stare meglio quando si verifica e degli accorgimenti per prevenirlo.

Tempo di lettura: 55”

Ultimo aggiornamento: 5 luglio 2021

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui