giovedì, 18 Aprile 2024

Calo del Desiderio e Tiroide?

Scarica il podcast dell'articolo

Calo del desiderio e tiroideChe relazione c’è tra Tiroide e Sessualità?

Risponde il  prof. Emmanuele Jannini Endocrinologo e Sessuologo  Docente di Medicina della Sessualità a Tor Vergata

Che cos’è il calo del desiderio?

Definire il desiderio sessuale è una cosa piuttosto complicata. Ciascuno di noi ha una sua definizione di desiderio sessuale, quindi, c’è tutta una dimensione soggettiva. Certamente, ad un certo punto, può succedere che in un paziente o in una pazienta ci sia un’oggettiva riduzione del drive, del desiderio, della spinta verso fare l’amore, verso l’altro o verso l’altra che noi chiamiamo “desiderio sessuale ipoattivo”.

Il calo del desiderio può avere anche una ragione fisiologica?

Naturalmente si. Una volta si pensava che tutte le disfunzioni sessuali fossero generate esclusivamente dalla mente, in realtà la mente è il nostro principale organo sessuale ma non l’unico. È un organo sessuale che si attiva o si disattiva anche grazie agli ormoni. Gli ormoni sono dei fondamentali regolatori della macchina del desiderio, diciamo, in qualche modo, il carburante di questo motore che è appunto quello del desiderio sessuale.

 Cosa possiamo, o meglio, cosa dobbiamo fare quando ci accorgiamo di avere questo tipo di problema?

Io credo che la ricerca di un dialogo franco con uno specialista può essere la soluzione, perché pensare, come molte persone fanno, di essere in qualche maniera “colpevoli” del calo del desiderio, “Ah allora non sono io più capace di desiderare” “Ah allora non mi interessi più, non mi piaci”, queste cose naturalmente succedono perché l’amore può effettivamente terminare, però è vero anche che molto spesso ci sono delle disfunzioni fisiologiche che possono in qualche maniera essere identificate e curate.

Qual è lo specialista al quale ci dobbiamo rivolgere quando ci troviamo in una situazione di questo tipo?

Il medico della sessualità è l’endocrinologo, insieme al ginecologo nel caso delle donne, è il medico di elezione per questo genere di disfunzione.

 Ci sono dei casi clinici che, magari meglio di altri, possono raccontare questo tipo di problema a chi ci segue online?

Le racconto la storia di una formaggiaia, una signora che si chiama Maria Giovanna, che è il punto di riferimento della sua comunità, vive tra la Maremma e la Val d’Orcia, ed è un personaggio strano poiché pur essendo vicina alla Maremma non fa formaggi con il Latte Vaccino, essendo li territorio delle mucche, e non fa neanche il Pecorino di Pienza che è quello tipico della Val d’Orcia, ma fa mozzarelle e stracchino di pecora.

Lei è sposata da 15 anni con una persona a cui lei vuole molto bene, che si chiama Benedetto, ed è la persona che si occupa dei pastori e dei venditori mentre lei si occupa della creazione di queste mozzarelle. Hanno insieme due figli e l’ultimo di due anni fa.

Quello che è successo a Maria Giovanna è che hanno ripreso, come molte coppie, a fare l’amore dopo 6 mesi dalla nascita dell’ultimo figlio ma piano piano Maria Giovanna ha cominciato a rifiutare il sesso sempre di più fino ad arrivare ad una sorta di silenzio sessuale assoluto, probabilmente era un pochino depressa o probabilmente era un po’ più triste. La cosa più dolorosa per questa coppia, per altro così affiatata, è stato il calo del desiderio.

Il povero Benedetto, naturalmente, non faceva altro che pensare “è colpa mia”, “lei ha un’altra storia”, “si è innamorata di un altro” ecc. Iniziarono a fare una terapia di coppia e, rispondendo alla domanda, vanno da uno psicologo, che in realtà è utilissimo in molti casi ma in questo caso si dimostra del tutto inutile poiché in realtà era una coppia molto unita.

Cos’è quindi questo desiderio sessuale che in realtà viene tanto governato dagli ormoni? È sicuramente una macchina, come dicevamo, che funziona proprio anche grazie a questo carburante che sono gli ormoni.

Io mi accorgo che questa signora, in realtà, aveva un TSH, l’ormone che produce l’ipofisi e che regola la tiroide, un pochino troppo alto, questo di solito è un indice di un rallentamento del funzionamento della tiroide. Infatti, gli ormoni tiroidei erano un pochino troppo bassi così come degli anticorpi positivi, gli anticorpi anti-perossidasi tiroidea, cominciavano ad alzarsi. Quindi, il quadro di una tiroidite, che probabilmente ha avuto una relazione con il parto, e che può provocare tra i suoi effetti una riduzione del desiderio, una riduzione del desiderio sessuale che è stata corretta in maniera molto efficiente, sia dal punto di vista generale, ma soprattutto dal punto di vista del desiderio sessuale con la terapia sostitutiva, con l’ormone che manca, in maniera da recuperare la funzione in maniera assolutamente completa, e così è andata.

Le risposte sono a cura del prof. Emmanuele Jannini Endocrinologo e Sessuologo  Docente di Medicina della Sessualità a Tor Vergata per Redazione VediamociChiara © riproduzione riservata

>>> Articoli correlati:

Progetto realizzato grazie a un grant educazionale incondizionato di Merck Serono

Take Home Message – Calo del desiderio
Che relazione c’è tra Tiroide e Sessualità? Siamo tornate a parlarne con il prof. Emmanuele Jannini Endocrinologo e Sessuologo  Docente di Medicina della Sessualità a Tor Vergata

Tempo di lettura: 4 minuti

Ultimo aggiornamento: 10 marzo 2023

Voto medio utenti

Se l’argomento ti interessa iscriviti a VediamociChiara per ricevere ogni mese tutti gli aggiornamenti sulle nostre novità e sui nostri eventi gratuiti

Scopri la convenzione con i farmacisti di RedCare riservata alle iscritte a VediamociChiara

2 risposte

    1. Ciao Daniela,

      ne abbiamo parlato in modo approfondito durante l’evento dedicato proprio a questo tema: “E se(x) fosse la tiroide?”.

      Se non hai avuto modo di seguirlo trovi l’intera registrazione sul nostro canale Youtube.

      Sia qui:
      https://www.youtube.com/watch?v=muOwN7rfRBw&list=PLKnsEa9lZ6FGQQ003GVjPP0kmb60HOVQO&index=5

      Che qui:
      https://www.youtube.com/watch?v=e9HWcLHCa6g&list=PLKnsEa9lZ6FGQQ003GVjPP0kmb60HOVQO

      Facci sapere.

      Grazie per averci scritto e buon tutto!

      C.P.

Lascia un commento

 Seguici anche sui nostri nuovi profili social

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors