Crampi Muscolari Notturni. Cause e Soluzioni

200845
Scarica il podcast dell'articolo

crampi muscolari notturni

Le ragioni dei crampi muscolari notturni non dipendono solo dall’affaticamento muscolare. Scopriamo cause e cure.

Quelli notturni che abbiamo tutti provato almeno una volta nella vita possiamo prevenirli. Ma prima cerchiamo di capirne le cause, che non sono così scontate e anche le cure.

Cosa sono esattamente i crampi notturni?

I crampi notturni sono spasmi muscolari involontari, in pratica delle contrazioni di alcuni muscoli del corpo, in genere quelli delle gambe, che si verificano proprio nel bel mezzo della notte. Arrivano in modo improvviso e sono così dolorosi che ci svegliano. Le zone più colpite sono i polpacci, le dita e le piante dei piedi. Il dolore è insopportabile: una fitta che sembra non voler passare, in realtà dopo poco se ne vanno da soli, ma di certo la qualità del sonno ne risulta compromessa. Tendono a peggiorare con l’età. Ma quali sono le ragioni che li provocano?

Le ragioni alla base dei crampi muscolari notturni

  • Cosa hai mangiato ieri?
    Non ci si pensa o non si sa, ma una delle ragioni sta nella scorretta alimentazione quotidiana. Una dieta squilibrata, carente di importanti sostanze nutritive, soprattutto magnesio e potassio (che non è solo nelle banane!) e vitamine (in particolare le vitamine del complesso B e la vitamina E), oppure a base di cibi grassi, possono portare a soffrire di crampi notturni.
  • Che farmaci prendi?
    Anche dietro una terapia farmacologica (diuretici, broncodilatatori) può nascondersi la causa dei crampi notturni. Per questo è sempre bene leggere il foglietto illustrativo delle medicine che si prendono oppure parlarne con il proprio medico di fiducia.
  • Hai bevuto abbastanza?
    Altro aspetto spesso trascurato è rispettare il giusto fabbisogno idrico: bere poca acqua infatti porta a soffrire di crampi notturni. Anche per questo è importante fare in modo di essere sempre correttamente idratati, non solo in estate. L’acqua è ricca di sali minerali, compresi magnesio, potassio e calcio.
    Se poi vogliamo approfittare delle centrifughe, le idee per farne di tutti i gusti non mancano.
  • Occhio alla postura!
    Quante ore passi davanti allo schermo del computer? Nel farlo fai attenzione alla postura che assumi? La sedia/poltrona è ergonomica? Il collo tende in avanti? Se la posizione prevalente è troppo rigida il rischio è quello di compromettere il corretto afflusso di sangue nelle zone interessate dai crampi.
    La stessa attenzione alla postura che si pone di giorno, dovrebbe essere riposta anche di notte. È utile allora fare dello stretching prima di andare a letto e in generale evitare uno stile di vita sedentario. L’eccesso opposto, una attività fisica intensa o uno sforzo prolungato possono portare al problema.
    Un’altra accortezza è quella di dormire con i piedi leggermente rialzati rispetto al busto.

In caso di crampi muscolari notturni va prestata attenzione ad alcune patologie

Ci sono alcune patologie neurologiche che possono portare a soffrire di crampi muscolari notturni, ad es.

  • L’aterosclerosi periferica per via del restringimento delle arterie la malattia del motoneurone (patologie neurologiche che affliggono selettivamente i soli motoneuroni, le cellule cerebrali (neuroni) che controllano l’attività della muscolatura volontaria
  • La sindrome delle gambe senza riposo
  • La neuropatia periferica
  • La malattia di Charcot
  • Disturbi neurologici a carico dei muscoli delle gambe

Ok, ma cosa si può fare durante un crampo muscolare invece?

Per alleviare e far passare prima un crampo muscolare è necessario stirare e massaggiare il muscolo colpito

  • Estendere la gamba e flettere il piede in alto, piegandolo alla caviglia in modo che le dita puntino verso il mento, aiutandosi anche con una cintura passata sotto la pianta del piede o un asciugamano.
  • Camminare sui talloni per qualche minuto
  • Massaggiare il muscolo dolorante con la mano o con un panno caldo
  • Camminare o muovere leggermente la gamba
  • Fare una doccia calda o un bagno tiepido.

 

Piccole attenzioni che possono migliorare la circolazione ma anche la qualità del nostro sonno!

Fonte notizia: Humanitas Salute

Credits immagine

Redazione VediamociChiara
©️ riproduzione riservata

Take Home Message
Non è detto che le ragioni dei crampi notturni siano solo nell’affaticamento muscolare… Quelli notturni che abbiamo tutti provato almeno una volta nella vita possiamo prevenirli. Ma prima cerchiamo di capirne le cause, che non sono così scontate.

Tempo di lettura: 3′

Ultimo aggiornamento: 20 giugno 2022

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui