Rimanere incinta alle volte è un problema

26383
Scarica il podcast dell'articolo

Rimanere incinta alle volte è un problema

Viviamo in un’epoca in cui rimanere incinta non è più così facile, soprattutto se facciamo un confronto con le generazioni precedenti. La gravidanza sta diventando una cenerentola? Sì. La fertilità, e il suo contrario, l’infertilità, è diventata un problema. Perché? E soprattutto cosa possiamo fare già da ora per preservarla?

L’infertilità oggi è un problema reale

I dati che abbiamo sono quelli del 2017 e ci dicono che sono quasi 80mila le coppie che hanno chiesto aiuto ai centri di procreazione medicalmente assistita (PMA). Secondo l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) oggi in Italia il 15% delle coppie ha problemi di fertilità, una condizione che si verifica se dopo 12-24 mesi di rapporti non protetti e mirati non si arriva al concepimento.

Ecco i numeri che rendono bene l’idea:

  • Infertilità femminile: 37,1%
  • Infertilità maschile: 29,3%
  • Infertilità maschile e femminile: 17,6%
  • Infertilità idiopatica, quella dovuta a cause sconosciute: 15,1%
  • Fattore genetico: 0,9%

(Fonte: Istituto Superiore di Sanità – ISS)

Rimanere incinta alle volte è un problema – Concentriamoci allora sull’infertilità femminile

La fertilità non è infinita. Come i soldi sul nostro conto corrente. Ancora prima di nascere le future donne, intorno alla 20 settimana di vita neonatale, hanno un bel gruzzoletto, la loro “riserva ovarica”: circa – e in media – 300.000 di ovociti, ovvero cellule uovo. Superati i 40 anni questo “conto” si riduce e il numero degli ovuli da spendere cala.
Non solo. Gli ovuli, proprio come noi, iniziano ad invecchiare e a deteriorarsi, come se la valuta perdesse valore e si trasformasse in moneta non più spendibile. Per questo più la gravidanza è avanti con gli anni, più alta è la possibilità che si presentino delle anomalie cromosomiche, come la sindrome di down.

Ma cosa attacca il nostro “patrimonio”?

Ecco i nemici da temere:

  • Età
    Lo abbiamo detto, è un problema, soprattutto oggi che si cerca una gravidanza sempre più avanti negli anni. La cosa non è così strana, visto che il picco della fertilità femminile si verifica tra i 20 e i 25 anni, e cala – molto drasticamente – dopo i 40 anni
  • Endometriosi
    Ne abbiamo parlato altre volte nel nostro blog. Nella maggior parte dei casi si manifesta con forti dolori intestinali, spesso anche durante i rapporti sessuali. Nonostante questo è spesso difficile da diagnosticare, perché si dà per scontato il dolore ginecologico nella vita di una donna, soprattutto se in età fertile
  • Problemi di peso
    Quando è troppo (obesità), o troppo poco (magrezza eccessiva), questi due aspetti del nostro peso, possono essere ostacoli alla fertilità. Ed il perché è presto detto: il peso influisce sulla regolarità del ciclo mestruale, sulla produzione di estrogeni, etc.
  • Sindrome dell’ovaio policistico
    La Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS – Polycistic Ovary Syndrome)
    è la causa più comune di infertilità femminile, visto che porta all’assenza di ovulazione
  • Per finire, i tempi in cui viviamo non ci aiutano anche per via dell’inquinamento e dell’esposizione a fattori ambientali tossici, un aspetto questo che coinvolge tanto a donna quanto l’uomo

Esistono rimedi per l’infertilità femminile?

Più che rimedi ci piace parlare di prevenzione. Molto spesso infatti la nostra fertilità, presente e futura, dipende dalle scelte che facciamo ogni giorno. Ecco allora che un corretto stile di vita e un po’ di attenzione alla salute generale possono fare la differenza.

Qualche utile consiglio per proteggere la fertilità:

  • Le infezioni ginecologiche non andrebbero mai trascurate. Questo nella pratica vuol dire l’abitudine della visita ginecologica da fare con regolarità (annualmente)
  • Le diete. Meglio mantenere un peso corporeo adatto (per età, altezza, stile di vita, etc.) e costante, senza cadere nella rete delle diete e nella taglia “imposta” dalle riviste
  • Le malattie sessualmente trasmissibili. Che si possono tenere alla larga anche con l’aiuto del profilattico

Per lo stile di vita sano, valgono sempre i due cavalli di battaglia, come l’evitare l’uso di droghe e il fumo. In particolare questo vizio rende la donna molto meno fertile (non è un caso che le fumatrici impieghino più tempo a concepire rispetto alle non fumatrici). Al posto di questi due temibili vizi, meglio introdurre nella nostra vita una costante attività fisica.

La fortuna di vivere nel III Millennio…

Oggi non si tratta più di fantascienza, la crioconservazione degli ovociti oggi è una realtà, e viene proposta anche a donne giovani e sane che desiderano rimandare il momento della ricerca di una gravidanza in una età in cui il concepimento potrebbe risultare difficile o non ancora in programma.

 Fonte:

Approfondimenti sulla crioconservazione degli ovociti:

 

Credits immagine

Cristina Perrotti  

Take Home Message – Rimanere incinta alle volte è un problema
Viviamo in un’epoca in cui rimanere incinta non è più così facile, soprattutto se paragonato alle generazioni precedenti. La gravidanza sta diventando una cenerentola? Sì. La fertilità, ed il suo contrario, l’infertilità, è diventata un problema. Perché? E soprattutto cosa possiamo fare già da ora?

Tempo di lettura: 1′ e 30”

Ultimo aggiornamento: 12 giugno 2021

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui