sabato, 22 Giugno 2024
VediamociChiara-Logo estivo

La Pillola Contraccettiva Trifasica ad avere l’indicazione Specifica per l’Acne: 2 Vantaggi in 1!

La Pillola Contraccettiva Trifasica che ha l'indicazione specifica Per l'Acne: 2 Vantaggi in 1! - Briladona Trifasica

Finalmente una pillola contraccettiva pensata appositamente anche per l’acne!

I vantaggi della nuova pillola trifasica vanno oltre la copertura anticoncezionale. Come ad esempio la cura dell’acne. In commercio esistono solo 2 pillole contraccettive che hanno questa indicazione specifica nel foglietto illustrativo: ma mentre la pillola trifasica, è indicata per tutte quelle donne che vogliono avere una garanzia contraccettiva e che vogliono anche risolvere il problema dell’acne, l’altra è una pillola che ha come obiettivo primario la cura dell’acne, il fatto che sia anche contraccettiva è “quasi un effetto secondario”. Torniamo quindi a parlarvi della pillola che è sia pillola anticoncezionale e pillola anti acne insieme.

Ne abbiamo parlato con la dott.ssa Monica Calcagni in due eventi in diretta social su  Instagram e Tik Tok, rispondendo a domande come queste:

Domanda:”La pillola per l’acne va presa solo aver provato altri trattamenti che non hanno dato risultati?
Risposta: Fino a pochi mesi fa ti avrei detto di sì, ma oggi esiste una nuova pillola trifasica che ha l’indicazione di prima scelta per l’acne e quindi può essere presa senza aver provato altri trattamenti.”

Domanda: “Devo scegliere la pillola da prendere (ho 19 anni), la mia domanda è: tutte le pillole contraccettive vanno bene per curare l’acne oppure ci sono pillole migliori di altre?”
Risposta: “Sì esiste una pillola che non solo ha l’indicazione specifica ma è anche di prima scelta nell’acne  ed è la nuova pillola trifasica di cui parlavamo prima”

La scelta contraccettiva, oggi va oltre la copertura contraccettiva

Sappiamo che in Italia le ragazze e le donne italiane sono molto sensibili agli effetti collaterali associati (spesso in modo non corretto) alla contraccezione ormonale. Le donne non cercano solo un anticoncezionale sicuro, non solo la salvaguardia della futura fertilità, ma vogliono anche garanzie che questa contraccezione non influisca in nessun modo sullo stato di salute generale, così come sul peso (ritenzione idrica compresa) e sull’umore.

In altre parole alla pillola anticoncezionale le donne italiane chiedono di:

  • Non ingrassare (Nessun incremento di peso, please!)
  • Non far venire la cellulite (La buccia di arancia è difficile da mandar via!)
  • Avere un buon controllo del ciclo (Episodi di spotting? Perdite di sangue? No grazie!)
  • Non alterare l’umore (Be happy!)

Oggi possiamo aggiungere anche un altro punto alla lista: dire addio all’acne! Si tratta di una richiesta impossibile oppure c’è qualche speranza che questo desiderio venga esaudito? In altre parole, esiste in commercio una pillola anticoncezionale per acne specifica?

Buone notizie in arrivo. In commercio infatti, c’è una nuova pillola, una pillola trifasica. Questa nuova pillola contiene due tipi di ormoni sessuali femminili:

  • Estrogeno
  • Progestinico

Questa pillola è pensata con dosaggi crescenti di progestinico. Il graduale incremento nella dose di progestinico, assicura che l’endometrio si mantenga in condizioni fisiologiche fino alla fine del regime posologico.

Il problema dell’acne

Il problema dell’acne va al di là di un brufolo sulla guancia. E chi ne soffre lo sa bene. La situazione che si viene a creare può alterare l’immagine del proprio corpo e rendere difficile la relazione con gli altri. L’impatto psicologico dell’acne, nell’adolescente ma anche nella donna adulta, è rilevante anche perché si sviluppa in un momento delicato, di passaggio, in cui ci si confronta con un corpo letteralmente nuovo, o che cambia con l’aumentare dell’età. E quindi pustole, cicatrici, lesioni acneiche sul viso, arrossamenti… non aiutano certo nell’accettazione di sé, a prescindere dall’età in cui questo disturbo di manifesta.

Ma quali sono le cause dell’acne?

L’iperandrogenismo è una condizione in cui c’è un’eccessiva produzione di androgeni, ormoni sessuali tipicamente maschili, in particolare il testosterone che in misura minore viene prodotto anche dalle donne. La sua comparsa è favorita da stress, cicli irregolari, sovrappeso e insulino-resistenza.

Nell’iperandrogenismo dell’adolescente, ad esempio, si possono riconoscere molte cause spesso associate tra loro: patologie o disfunzioni endocrine, fattori genetici ed epigenetici, influenze dello stile di vita e dell’alimentazione. È quindi indispensabile un inquadramento clinico appropriato prima di prescrivere qualunque tipo di cura, a maggior ragione se si è orientati alla contraccezione.

Ma quale rapporto esiste tra pillola e acne?

Oggi sappiamo che per contrastare l’eccesso di ormoni androgeni bisogna orientarsi verso prodotti capaci di un’attività anti-androgenica. Sappiamo anche che i contraccettivi orali estro-progestinici migliorano i segni clinici di iperandrogenismo, riducendo gli androgeni circolanti, ma è consigliabile comunque scegliere preparazioni contenenti progestinici non androgenizzanti.

Ecco perché torniamo a parlarvi di questa pillola contraccettiva: una pillola per acne ormonale.
Si tratta di una pillola anticoncezionale, che oltre a garantire la copertura anticoncezionale, ha dimostrato di avere un’efficace attività antiandrogenica. Una caratteristica questa che la rende l’unica trifasica nell’attuale panorama della contraccezione ormonale.

L’associazione estro-progestinica con Norgestimato (progestinico innovativo) ed etinilestradiolo (estrogeno), presente nella formulazione di questo contraccettivo orale, ha proprietà antiandrogeniche peculiari, dovute a vari fattori. Proviamo a spiegarli.

Da un lato il legame col recettore androgenico produce una riduzione del trasporto intranucleare e dell’attività trascrizionale del recettore stesso, dall’altro l’assenza di legame con le SHBG, Sex Hormone Binding Globulin (Glicoproteine che legano gli ormoni sessuali, come il testosterone e l’estradiolo) e la forte azione soppressoria dell’enzima 5-alfa reduttasi (enzima deputato alla conversione del testosterone in diidrotestosterone, responsabile della produzione di sebo) determina la riduzione del testosterone circolante. È importante sottolineare che proprio il norgestimato è il progestinico più potente per l’azione inibitoria di questo enzima.

L’impiego di questa associazione nelle donne affette da acne, di grado lieve- moderato, è associato ad un miglioramento di questa condizione a partire dalla fine del 2 mese del suo utilizzo.

Ma i vantaggi extra-contraccettivi vanno oltre la pelle

Stiamo parlando infatti di una pillola contraccettiva che vanta molti aspetti extra-contraccettivi (Briladona Trifase è il nome commerciale NdR).
E’ stato dimostrato che questa nuova pillola migliora il tono dell’umore, attenua il senso di gonfiore e gli effetti sulla vita quotidiana nelle donne con sintomatologia premestruale di grado severo. Inoltre ha una bassa frequenza di eventi avversi, come nausea (-33%) e mal di testa (- 61,5%).

Cosa più importante, l’EMA, l’Agenzia Europea per i Medicinali, ha riconosciuto che i metodi di Contraccezione Ormonale Combinata (COC), ai quali questa pillola appartiene, contenenti norgestimato, hanno il più basso rischio di tromboembolia venosa (TEV) rispetto agli altri COC.

Qualche dato utile sulla pillola anticoncezionale trifasica

Test clinici hanno dimostrato che l’utilizzo di questa pillola trifasica ha portato ad un effettivo miglioramento delle condizioni della pelle:

  • Il 93,7% è stato valutato come “migliorato”
  • Le riduzioni delle lesione acneiche sono state del 33% alla fine del 2° ciclo di trattamento e del 53,1% alla fine del 6° ciclo di trattamento

Stessa cosa per quanto riguarda il controllo del ciclo:

  • 97%, la percentuale di donne che l’ha usata senza il verificarsi di sanguinamenti irregolari
  • 98,6%, invece, è l’esperienza di cicli senza amenorrea

La scelta di una combinazione trifasica EE/NGM sembra essere l’approccio terapeutico di riferimento per trattare l’acne, altamente efficace, facile da usare e sicuro.

Redazione VediamociChiara
©
riproduzione riservata

>>> Tra le fonti di questo articolo segnaliamo

>>> Articoli correlati

Credits foto

Take Home Message
Acne e pillola anticoncezionale: un legame possibile? Decisamente sì. I vantaggi delle nuove pillole contraccettive, vanno oltre la copertura anticoncezionale. Oggi in commercio ci sono pillole capaci di curare anche l’acne nelle donne che ne soffrono, quando il problema è di natura lieve o moderata.

Tempo di lettura: 3 minuti

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2024

Hai una domanda da fare? Scrivi alla nostra ginecologa

Se l’argomento ti interessa iscriviti a VediamociChiara per ricevere ogni mese tutti gli aggiornamenti sulle nostre novità e sui nostri eventi gratuiti

Scopri la convenzione con i farmacisti di RedCare riservata alle iscritte a VediamociChiara

2 risposte

  1. Ciao Patrizia,

    intanto grazie per averci scritto.

    La pillola anticoncezionale Briladona attenua il senso di gonfiore. Si tratta di una pillola molto leggera. Parla con la tua ginecologa per avere maggiori informazioni, per trovare la soluzione contraccettiva consapevole.

    Se vuoi puoi intanto scrivere alla nostra ginecologa, la dott.ssa Farris che, gratuitamente ed in forma anonima, potrà darti alcune informazioni.

    La trovi qui
    https://www.vediamocichiara.it/ginecologa-dottssa-farris-risponde/

    Se vuoi tienici aggiornate.

    Buon tutto!

    Redazione VediamociChiara

Lascia un commento

 Seguici anche sui nostri nuovi profili social

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors