Farmaci per dimagrire

farmaci per dimagrireDimagrire è una parola “evergreen”. Farlo – o tentare di farlo – non ha nulla di sbagliato in sé, a patto che non si metta a repentaglio la propria salute

Ciò che oggi accade sempre più di frequente, però, è vedere molte donne inseguire “il miraggio” di un dimagrimento in forma spasmodica, estremizzata, portando talvolta a fare scelte superficiali in nome di un risultato prettamente estetico e affatto salutistico.

Farmaci per dimagrire – Non ci sono i miracoli

Ci sono molte “seducenti” proposte che il mercato offre come soluzioni alle persone che vogliono perdere peso. Ma è bene sapere che: non esistono prodotti miracolosi e che ci sono delle macro-differenze tra integratori alimentari e farmaci dimagranti.

Farmaci per dimagrire – Integratori alimentari

Quello che viene definito integratore è di solito un prodotto realizzato con ingredienti naturali (caffeina, guaranà, arancia amara, chitosano, ecc.).

Si tratta di prodotti il cui scopo è quello di “coadiuvare” il processo di dimagrimento a livello fisiologico. Sebbene non si tratti di veri e propri farmaci possono comunque avere degli effetti collaterali.

Le azioni che in genere gli integratori alimentari presenti in commercio svolgono sono:

  • Catturare il grasso nello stomaco e trasformarlo in un insieme di grassi e fibre;
  • Incidere sull’assimilazione del grasso nella fase digestiva
  • Migliorare il consumo dei grassi da parte del corpo e contrastare l’assimilazione degli zuccheri;
  • Inibire l’enzima della lipasi, e ottimizzare la sintesi del glicogeno;
  • Innalzare la temperatura interna dell’organismo, facilitando il consumo di grassi;

Farmaci per dimagrire – Farmaci “dimagranti”

I farmaci dimagranti sono per l’appunto “farmaci”, per questo la loro assunzione non può avvenire se non attraverso una specifica prescrizione medica.

Online spesso si trovano medicinali dimagranti ma, lo ricordiamo, la vendita e l’acquisto di farmaci che non rispettano l’obbligo di prescrizione è un reato, oltreché un gesto estremamente pericoloso per la salute. Questa classe farmaceutica è principalmente impiegata per curare i casi di obesità, e non per un generico dimagrimento. Utilizzarli nei casi in cui non esiste un reale bisogno, può portare a gravi squilibri metabolici che possono anche provocare un effetto contrario a quello desiderato: ingrassare.

I farmaci per dimagrire possono essere distinti in base alla loro azione a livello metabolico, ovvero:

  • Farmaci che agiscono sui recettori che regolano il senso di sazietà;
  • O che aumentano il metabolismo basale consentendo un maggiore dispendio energetico;
  • Farmaci che agiscono sul metabolismo di zuccheri o lipidi, causandone un minore assorbimento.

Farmaci per dimagrire – Effetti collaterali significativi

Nei più comuni farmaci dimagranti ci sono sostanze, come la fendimetrazina e la metformina, che accelerano il metabolismo e aiutano a dimagrire più velocemente, ma che hanno anche effetti collaterali affatto trascurabili, come irrequietezza, insonnia, tachicardia, fino al rischio di ictus emorragico.

Per dimagrire le alternative le conoscete già: mangiare in maniera equilibrata, muoversi un po’ di più. Questa è la principale ricetta per farvi perdere qualche chilo di troppo.

Luana Longo
Farmacista


Take Home Message
I farmaci per dimagrire – Nulla di sbagliato in sé. Anche se sempre più di frequente è facile vedere “il miraggio” di un dimagrimento in forma spasmodica. Facendo, alle volte, delle scelte superficiali in nome di un risultato prettamente estetico e tutt’altro che salutistico.

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here