Tempus Fugit…

98722

Scarica il podcast dell'articolo
Tempus Fugit...

Mini-intervista alla nostra coach, la dott.ssa Alessandra Bitelli sul tempo che fugge

Un tema caro a tutti, soprattutto alle persone che hanno superato i 50. Come vivere questa sensazione? Ne parliamo insieme alla dottoressa Bitelli, coach di VediamociChiara, nella nostra intervista di oggi.

Dott.ssa Maria Luisa Barbarulo: Buongiorno Alessandra, oggi mi fa molto piacere averti qui perché vorrei parlare di un tema che mi sembra caro a molti di noi, soprattutto noi over 50, ovvero quella sensazione che il tempo ti sfugga, sul tempus fugit, come dicevano i latini. Volevo chiederti, in modo particolare, un riflessione sul tempo e prima di tutto sul tempo passato.

Dott.ssa Alessandra Bitelli: Allora Maria Luisa, tempus fugit è vero, il tempo vola ma dipende da quello che ci metti dentro, questa è la mia opinione. Soprattutto ci sono due aspetti riguardo la percezione della durata del tempo. Il tempo all’indietro e quello che va in avanti, cioè il tempo passato e quello futuro. Il primo, cioè il tempo passato, al contrario di quello che si potrebbe pensare, da una percezione del tempo che si dilata o si restringe a seconda se introduciamo molti cambiamenti oppure se portiamo avanti sempre la stessa routine nella nostra vita. Se pensiamo ad un periodo della nostra vita in cui eravamo molto impegnati, guardando indietro, la percezione è di un tempo denso in cui i minuti si sono susseguiti, sgranati lentamente, proprio come in un rosario. Se al contrario invece si porta avanti la stessa routine per anni, la percezione è quella di un tempo fluido che è volato. Provate a chiedere ad una persona anziana qual è la sua percezione del tempo negli ultimi 20 anni e vi dirà che quel tempo è volato; se è una persona anziana non molto attiva, cioè che porta avanti una vita con sempre la stessa routine.

Dott.ssa Maria Luisa Barbarulo: invece pensando al tempo futuro?

Dott.ssa Alessandra Bitelli: per quello che riguarda la sensazione del tempo futuro, cioè quello che fugge, è quel tempo che non torna indietro, quel tempo che hai la sensazione che non ti rida nessuno. Cioè dopo 50 anni inizi a pensare che ci sono molte cose che non potrai più fare o che è ormai troppo tardi. Ma anche quello, salvo alcune cosa come fare figli, può essere considerata soltanto una percezione. Soprattutto adesso che l’età media si è alzata moltissimo. Potenzialmente a 50 anni si può decidere di cambiare lavoro, di prendersi una laurea, e in molti lo fanno in effetti, o di cambiare città o di cambiare Paese, cioè di cambiare completamente e di dare una svolta alla propria vita. Diciamo che nonostante questo, è quel momento della vita in cui si pensa di dover soltanto raccogliere e che non è più il tempo di seminare. Questo atteggiamento da proprio quell’idea che il tempo non c’è più.

A dimostrazione del fatto che non è proprio così, quello che consiglio è provate a prendere una vostra fotografia di 10 anni fa, una di cui all’ora pensavate “insomma non è che sono venuto poi così bene”, ora riguardatela e sicuramente direte che tutto sommato non stavate poi così male. Ecco quello che succede a quella foto è la stessa cosa che succede a voi oggi. Tra 10 anni, guardando al voi di oggi, penserete a tutto quello che avreste potuto fare nel vostro tempo per renderlo ricco e denso e non farlo fuggire. E poi, come ha detto qualcuno, la durata di un minuto dipende da quale parte della porta del bagno sei.

Dott.ssa Maria Luisa Barbarulo: Ahahah, assolutamente. Giustamente 1 minuto è pochissimo ma se sei fuori è un’eternità. Benissimo, grazie Alessandra, grazie al solito per essere stata con noi. Ci vediamo ad una prossima intervista. Ciao a tutti.

Dott.ssa Alessandra Bitelli: Ciao a tutti.

Redazione VediamociChiara

>>> Rivedi e riascolta l’interista sul nostro canale Youtube

>>> Rivedi tutte le nostre interviste

Credits immagine

Take Home Message
Un tema caro a tutti, soprattutto alle persone che hanno superato i 50. Come vivere questa sensazione? Ne parliamo insieme alla dottoressa Bitelli, coach di VediamociChiara, nella nostra intervista di oggi.

Tempo di lettura: 2’

Ultimo aggiornamento: 22 aprile 2022

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui