venerdì, 12 Luglio 2024
VediamociChiara-Logo estivo

Come prevenire l’infertilità maschile?

prevenire Infertilità maschile

Come prevenire l’infertilità maschile? I risultati di uno studio

Negli ultimi quarant’anni si è registrato un costante calo della fertilità negli uomini. Ecco le cause, i controlli da fare e le cattive abitudini da abbandonare per prevenire l’infertilità maschile.

Da uno recente studio condotto dalla Hebrew University di Gerusalemme (Israele) e dall’Icahn School of Medicine at Mount Sinai di New York (Stati Uniti), è emerso che la concentrazione di spermatozoi negli uomini occidentali si è dimezzata. La buona notizia è che possiamo fare molto per prevenire l’infertilità maschile.

Quali sono le cause dell’infertilità maschile?

Come dice il nostro ginecologo, il dott. Massimo Danti “Considerando che negli ultimi 50 anni il numero degli spermatozoi si è praticamente dimezzato, possiamo capire bene come le cause ambientali (pesticidi, fertilizzanti e altre sostanze tossiche che ritroviamo nelle acque, nell’ambiente, negli alimenti) giochino un ruolo molto importante. Metterei questa causa al primo posto perché possono cambiare i parametri del liquido seminale. Poi non vanno dimenticati gli stili di vita, come le abitudini sessuali”.

Le malattie sessualmente trasmissibili, infatti, possono creare delle alterazioni dei condotti tubo seminiferi, e quindi una motilità degli spermatozoi e anche una morfologia alterate.

“Tra le altre cause non ambientali possiamo ricordare il varicocele, che tra le patologie è la prima causa di infertilità maschile. C’è la dilatazione delle vene spermatiche, che provoca un ristagno di sangue, quindi un aumento della temperatura, e anche qui un’alterazione degli spermatozoi. Poi ci sono cause congenite, anatomiche, tipo ostruzione dei dotti referenti” conclude il dott. Danti.

Come prevenire l’infertilità maschile?

Innanzitutto, è fondamentale sottoporsi a controlli periodici.

L’infertilità maschile è una condizione subdola, che può instaurarsi senza dare sintomi. Mentre per noi donne è normale sottoporci a screening e a visite ginecologiche, gli uomini non parlano volentieri dei disturbi della sfera sessuale e sono poco propensi ad andare dall’andrologo.

Eppure la prevenzione andrebbe fatta già da giovanissimi.

Già a partire dai 18-20 anni andrebbe fatta una periodica visita andrologica, con ecografia dei testicoli e spermiogramma. Inoltre, ogni uomo dai 18 anni in su dovrebbe sviluppare la capacità di esaminare i propri testicoli. Non solo per scoprire patologie gravi come i tumori. Ma anche per accorgersi di problemi minori che possono essere tra le cause dell’infertilità maschile, come il varicocele.

Per prevenire l’infertilità maschile, è importante, inoltre, evitare i fattori di rischio, abbandonando alcune cattive abitudini.

Attenzione ai chili in eccesso.

Sovrappeso e obesità possono causare infertilità. Particolarmente pericoloso è il peso eccessivo sull’addome che, comprimendo l’apparato riproduttivo, provoca un surriscaldamento,  impendendone uno sviluppo regolare. Occorre, pertanto, seguire una sana alimentazione e dedicarsi regolarmente all’attività fisica.

Non fumare e limita il consumo di alcol.

Il fumo non fa bene agli spermatozoi. È scientificamente provato che la nicotina e le altre sostanze tossiche contenute nel tabacco, circolando nel sangue, raggiungono il liquido seminale e causano una riduzione del numero, della motilità e della qualità degli spermatozoi. Anche un eccesso di alcol danneggia gli spermatozoi.

Evita di tenere il cellulare in tasca per prevenire l’infertilità maschile.

Le onde elettromagnetiche emesse dal telefono provocano dei danni che possono ridurre l’attività del liquido seminale. Per lo stesso motivo, non tenere il pc portatile appoggiato sulle gambe.

Allenati, ma senza fare uso di sostanze dopanti.

Allenarsi è utile per mantenersi in forma. Ma ciò deve avvenire senza usare sostanze dopanti, solitamente a base di testosterone e di altri ormoni, come gli steroidi anabolizzanti. Queste sostanze sono pericolose perché provocano forti squilibri ormonali, mettendo a rischio anche la salute dell’apparato riproduttivo e causando infertilità.

Utilizza sempre preservativo per proteggerti dalle infezioni che possono compromettere la fertilità.

Alcune di queste malattie, come la clamidia, non provocano sintomi, ma nel tempo possono alterare la qualità degli spermatozoi e danneggiare i canali che trasportano lo sperma, causando infertilità.

Per saperne di più:

Humanitas

Redazione VediamociChiara
©️ riproduzione riservata

…                     

Take Home Message: Negli ultimi quarant’anni si è registrato un costante calo della fertilità negli uomini. Tra le cause dell’infertilità maschile, ci sono fattori ambientali e non ambientali. Per prevenire l’infertilità maschile è importante fare prevenzione, sottoponendosi a controlli periodici. Fondamentale è anche modificare lo stile di vita, correggendo alcuni comportamenti: attenzione ai chili in eccesso; non fumare e limitare il consumo di alcol; evita di tenere il cellulare in tasca; non fare uso di sostanze dopanti; usare sempre il preservativo.

Tempo di lettura: 1 minuto e 10 secondi

Ultimo aggiornamento: 13 aprile 2024

Voto medio utenti

Hai una domanda da fare? Scrivi alla nostra ginecologa

Se l’argomento ti interessa iscriviti a VediamociChiara per ricevere ogni mese tutti gli aggiornamenti sulle nostre novità e sui nostri eventi gratuiti

Scopri la convenzione con i farmacisti di RedCare riservata alle iscritte a VediamociChiara

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Seguici anche sui nostri nuovi profili social

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors