Come prevenire la cistite ?

cistiteSoprattutto quella ricorrente, è difficile da vincere se non ci armiamo di costanza e pazienza. I rimedi esistono, ma non sono sempre gli antibiotici

Davanti alla cistite non bisogna arrendersi. Per questo torniamo a parlarne periodicamente. Per fornire un maggior numero di risposte alle domande delle amiche che ci seguono.

Che cosa è la cistite e quali sono i sintomi più comuni?

I principali sintomi sono la minzione dolorosa (bruciore) accompagnata dall’urgenza e dall’eccessiva frequenza dello stimolo. E poi c’è quella sensazione di svuotamento incompleto della vescica.

Ma che cosa è la cistite? Lo abbiamo detto tante volte, anche al nostro evento 50 sfumature di donna: “La cistite è un’infezione della vescica generalmente di origine batterica (causata da batteri come l’Escherichia coli, ma anche Pseudomonas e Proteus). È un disturbo molto frequente che colpisce prevalentemente donne di qualsiasi età. Anche se la frequenza aumenta dopo l’inizio dei rapporti sessuali, in gravidanza, dopo il parto e in menopausa.

La cistite si può prevenire? Sì, certo. Proviamo a farlo anche partendo dalla tavola.

Prevenire la cistite a tavola!

Nella dieta delle donne che hanno avuto episodi ricorrenti o stagionali di cistite non devono mai mancare:

  • Cereali integrali. Ideali perché ricchi di fibre e soprattutto perché poveri di zuccheri. Lo zucchero in caso di cistite andrebbe evitato, perché aumenta il rischio di infiammazioni;
  • Verdure ricche di acqua, come le zucchine, i ravanelli, le bietole, il sedano, gli spinaci, la lattuga. Verdure capaci di stimolare la diuresi, che aiuta ad eliminare più facilmente i batteri responsabili della cistite;
  • Yogurt, a colazione ma anche a merenda. Magro e senza zuccheri, ma con l’aggiunta di frutti di bosco, come mirtilli, more, ribes, lamponi. Si tratta di un alimento ricco di fermenti lattici capaci di rafforzare le mucose intestinali. I frutti di bosco invece sono indicati perché ricchi di Vitamina C (glossario) e di antiossidanti
  • Limoni, pompelmo, lime, etc.. A tavola non dovrebbero mai mancare i cibi alcalini.

 

Cercare un nutraceutico per la cistite ricorrente che ci aiuti con la forza della natura

Una volta scoperta la natura della cistite (con l’esame dell’urinocoltura, e quindi una volta individuato il tipo di germe responsabile dell’infezione, anche nel caso in cui la cura consista in farmaci e/o antibiotici, il nostro consiglio è quello di chiedere anche un aiuto ai principi attivi naturali, grazie a nutraceutici specifici.

L’importante è che si tratti di prodotti con i noti nemici della cistite (e i noti amici della salute), come ad esempio:

 

Cristina Perrotti

 

 

Take Home Message
Come prevenire la cistite ? – La cistite, soprattutto quella ricorrente, è difficile da vincere se non ci armiamo di costanza e pazienza. I rimedi esistono ma non possiamo pensare di curarla solo con gli antibiotici (se di origine batterica). Serve uno stile di vita giusto, con nuove abitudini, anche a tavola. E un aiuto dalla nutraceutica con prodotti specifici a base di principi naturali (ad es. echinacea, vitamina C, pilosella).

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here