La prevenzione andrologica nell’infanzia e nell’adolescenza

prevenzione andrologicaPrevenzione andrologica: a che età cominciare?

La prevenzione andrologica : purtroppo ancora oggi si ritiene erroneamente che le patologie dell’apparato genitale riguardino soprattutto il sesso femminile. Questa concezione, frutto di vecchi retaggi culturali, è ormai superata, ed è così tanto drammaticamente vero che i dati epidemiologici ci dicono che un adolescente maschio su due è affetto da una patologia genitale responsabile di infertilità e che nell’infertilità di coppia la responsabilità maschile è ormai quasi pari al 50%!

Possiamo affermare che i controlli siano necessari già nell’infanzia

Le patologie da verificare in questo periodo sono:

  • La fimosi, che è un restringimento della cute prepuziale che ricopre il glande
  • Il criptorchidismo, cioè la mancata discesa del testicolo nella sacca scrotale. Presente nel 4-5-% dei nati a termine e nel 10-20% dei nati pre-termine, provoca alterazioni della fertilità e maggiore frequenza di tumori. Oggi si tende ad operare questi piccoli pazienti entro il primo anno di vita per evitare la sofferenza del testicolo
  • L’Ipospadia, ovvero lo sbocco dell’uretra in posizione anomala sul glande, presente in 2 nati su 1000, anch’essa suscettibile di correzione chirurgica.

Nell’adolescenza, quando lo sviluppo dell’apparato genitale si è completato, occorre porre particolare attenzione al Varicocele, ossia la dilatazione di alcune vene del funicolo spermatico, che da solo è responsabile di circa il 40% dei casi di infertilità maschile ; la fimosi, di cui abbiamo già parlato. Il cancro del testicolo che ha la sua maggiore incidenza nella fascia di età tra i 15 ed i 25 anni. Quindi ne consegue che ogni anno vanno eseguiti controlli sia clinici che strumentali, soprattutto un’ecografia testicolare e nel caso di presenza varicocele. Utile anche un esame Doppler dei funicoli spermatici.

Numerosi andrologi consigliano di eseguire un esame del liquido seminale a 18 anni per la valutazione della fertilità.

Occorre ricordare che il numero degli spermatozoi si è quasi dimezzato negli ultimi 50 anni; questo molto probabilmente è causato da inquinanti chimici presenti nell’ambiente, particolarmente nei cibi; ed inoltre da errati stili di vita ( sedentarietà, riscaldamento eccessivo dei testicoli per indumenti inadeguati o uso di computer ed altri apparecchi elettronici sulle ginocchia).

Le malattie sessualmente trasmissibili (MST) rappresentano un capitolo importante anche nella prevenzione andrologica

Così come nella donna, anche nell’uomo le infezioni genitali, batteriche o virali, possono essere causa di infertilità, oltre che , ovviamente, anche causa di problemi per la salute generale.

Si raccomanda quindi l’uso del preservativo, sia per evitare gravidanze indesiderate che per proteggersi dalle infezioni

Purtroppo molti ragazzi hanno problemi nell’indossare il profilattico, spesso per la frenesia di consumare il rapporto, quindi lo mettono in modo improprio, rendendo vano il suo utilizzo.

Infine restano, non meno importanti, i problemi legati alla sessualità (disfunzioni erettili occasionali ed eiaculazione precoce), che spesso rimangono misconosciuti. Questo succede perché i ragazzi hanno difficoltà a parlarne in famiglia o con gli amici e che possono generare, se non affrontati con una corretto approccio combinato, medico e sessuologico, notevoli difficoltà nella vita sessuale adulta.

Come si vede anche nel maschio è di capitale importanza la prevenzione delle malattie dell’apparato genitale ed occorrono sforzi congiunti delle famiglie, della scuola, dei medici di medicina generale e degli specialisti nel contribuire alla creazione di una corretta “ cultura andrologica”.


Dott. Massimo Danti
Ginecologo e Urologo

 

Take Home Message
E’ importante iniziare la prevenzione andrologica anche in età giovane: infanzia e adolescenza. Varicocele, disfunzione erettile, fimosi, criptorchidismo, malattie a trasmissione sessuale, infertilità… Sono alcune delle patologie più comuni che vanno individuate e risolte il prima possibile.

Tempo di lettura: 1’

Data ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2018

Voto medio utenti

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here