Il dilemma dell’aria condizionata

199812
Scarica il podcast dell'articolo

Il dilemma dell’aria condizionata

Il dilemma dell’aria condizionata

Comincia a fare caldo ed ecco che in casa, negli uffici, nei negozi, nei mezzi pubblici, per avere sollievo, iniziamo ad accendere l’aria condizionata. Diverse persone, però, pensano che l’aria condizionata possa essere la causa di alcuni malesseri scheletrico-muscolari, come il famoso “colpo della strega”. Torniamo così al solito problema che ci poniamo ogni anno: ma l’aria condizionata fa bene o fa male?

L’aria condizionata non è un pericolo

L’aria condizionata, di per sé, non rappresenta un pericolo per la nostra salute. Quando fa particolarmente caldo può essere di importante aiuto contro le ondate di calore molto pericolose per gli individui più fragili, come i bambini o gli anziani, o gli adulti con problemi cardio-respiratori.

L’importanza della manutenzione

E’ di particolare importanza, però, la manutenzione dell’impianto che deve essere correttamente funzionante, con tutte le sue componenti in ottime condizioni per evitare che il condizionatore si trasformi in un fertile terreno di crescita batterica a causa dell’umidità.

Un condizionatore ben funzionante può ridurre l’ingresso di inquinanti esterni all’interno dell’ufficio o dell’abitazione poiché i filtri presenti riducono la presenza di polveri, pulviscolo atmosferico, microbi trasportati dall’aria, con ottimi risultati in caso di asma o allergia.

Il dilemma dell’aria condizionata – E il mal di schiena?

L’aria condizionata, abbassando la temperatura, è spesso imputata come causa di mal di schiena e del cosiddetto “colpo della strega”, ma finora non ci sono studi che dimostrano che i malesseri muscolari siano collegati all’abbassamento delle temperature, anche se stare a contatto diretto col bocchettone dell’aria condizionata non è sicuramente una scelta “salutare”.

L’unica certezza, purtroppo, è che l’aria condizionata non fa bene al nostro pianeta: aumenta le emissioni di inquinanti atmosferici, peggiora la qualità dell’aria e  consuma troppa energia.

Fonte: Humanitas salute

Dott.ssa Beatrice Greco
Biologa

 

Take Home Message – Il dilemma dell’aria condizionata

Comincia a fare caldo ed ecco che in casa, negli uffici, nei negozi, nei mezzi pubblici, per avere sollievo, iniziamo ad accendere l’aria condizionata. Diverse persone, però, pensano che l’aria condizionata possa essere la causa di alcuni malesseri scheletrico-muscolari, come il famoso “colpo della strega”. Torniamo così al solito problema che ci poniamo ogni anno: ma l’aria condizionata fa bene o fa male?

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 1 luglio 2021

Voto medio utenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui