venerdì, 24 Maggio 2024

Dolore alla Mano – Quando Preoccuparsi?

Dolore alla Mano

È fondamentale non sottovalutare il dolore alla mano o altri i segnali di sofferenza, come il formicolio. Vediamo perché

Quanto faticano le nostre mani? Dalla mattina alla sera, durante tutte le attività che svolgiamo durante la giornata, sono sottoposte a movimenti e sforzi dei quali nemmeno ci accorgiamo. È facile intuire, quindi, che questi delicatissimi arti possono usurarsi. La buona notizia è che le nostre mani hanno la capacità di autoripararsi. Ma la comparsa di segnali come un dolore alla mano oppure un formicolio, può indicare che l’usura giornaliera è maggiore della capacità di autoriparazione.

Perché si manifesta il dolore alla mano?

Molto spesso il dolore è legato a un problema tendineo.

Tra i soggetti più a rischio troviamo coloro che compiono con mani e polsi gesti veloci e ripetuti, per esempio chi passa tanto tempo davanti al PC o chi usa per molto tempo lo smartphone. L’utilizzo intenso di questi dispositivi può, infatti, favorire la comparsa di tendinite, una patologia infiammatoria dovuta a sovraccarico di lavoro per questi tessuti.

Tra le patologie più diffuse a carico dei tendini troviamo il dito a scatto, caratterizzato da un movimento, appunto, a scatto del dito durante i movimenti di estensione.

Un’altra patologia diffusa è il morbo di De Quervain; in questo caso è il tendine del pollice a infiammarsi e a rendere difficili i movimenti di apertura e di presa di questo dito.

E insieme al dolore alla mano compare un formicolio?

Una delle cause più diffuse del formicolio alle mani è la sindrome del tunnel carpale che solitamente si manifesta a carico delle prime tre dita.

Anche in questo caso, si tratta di una sofferenza a livello tendineo: i tendini flessori infiammati, posti all’interno del tunnel carpale, vanno a comprimere il nervo mediano che, trovandosi imprigionato, provoca i sintomi. Oltre a dolore (anche di notte e a riposo) e formicolio, può manifestarsi anche una sensazione di intorpidimento alle mani. Nei casi più gravi, si arriva alla perdita di sensibilità e difficoltà ad afferrare gli oggetti.

La diagnosi si effettua tramite elettromiografia.

Un’altra causa del formicolio è la sindrome del canale cubitale

Si tratta della seconda tendinopatia periferica più diffusa, dovuta alla compressione del nervo ulnare a livello del gomito. In questo caso, i fastidi si presentano a carico dell’anulare e del mignolo.

Esiste anche la possibilità che sia la cervicale a provocare il formicolio alle mani, per l’esattezza la compressione del rachide cervicale.

Si può fare prevenzione?

Fare attenzione alla postura è la prima regola per una prevenzione corretta. Ne beneficeranno non soltanto le mani, ma tutto l’organismo.

È importante che chi lavora molto al pc poggi i gomiti correttamente, per limitare il rischio di infiammare i tendini. Occorre quindi prestare particolare attenzione all’altezza della sedia e della scrivania. Inoltre, è fondamentale, per chi usa pc, smartphone e altri dispositivi, fare delle pause in modo da ridurre lo stress a carico di mani e polsi.

Quando rivolgersi allo specialista?

È bene non sottovalutare i segnali che le nostre mani ci lanciano. In presenza di un dolore alla mano che non passa (o che si ripresenta spesso) o di un formicolio, è necessario rivolgersi a uno specialista per cercare di risolvere il problema sul nascere.

In presenza di sintomi importanti, in genere, si interviene con farmaci antinfiammatori e fisioterapia. In alcuni casi, come nella sindrome del tunnel carpale, è necessario intervenire chirurgicamente.

Redazione VediamociChiara
©️ riproduzione riservata

Fonti:

Humanitas Salute

Istituto Superiore di Sanità

(Credits immagine)

Take Home Message
Molto spesso il dolore alla mano è legato a un problema tendineo.  Tra i soggetti più a rischio troviamo coloro che compiono con mani e polsi gesti veloci e ripetuti, per esempio chi passa tanto tempo davanti al PC o chi usa per molto tempo lo smartphone. È bene non sottovalutare i segnali che le nostre mani ci lanciano. In presenza di un dolore che non passa o di un formicolio, è necessario rivolgersi a uno specialista.

Tempo di lettura: 4 minuti

Ultimo aggiornamento: 01 aprile 2024

Voto medio utenti

Hai una domanda da fare? Scrivi alla nostra ginecologa

Se l’argomento ti interessa iscriviti a VediamociChiara per ricevere ogni mese tutti gli aggiornamenti sulle nostre novità e sui nostri eventi gratuiti

Scopri la convenzione con i farmacisti di RedCare riservata alle iscritte a VediamociChiara

Lascia un commento

 Seguici anche sui nostri nuovi profili social

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors