mercoledì, 24 Aprile 2024

Sale Iodato

Il sale iodato può essere considerato un normale sale da cucina, al quale viene addizionato lo iodio.

Tale aggiunta viene fatta al comune sale marino, visto che questo perde durante la fase di evaporazione lo iodio in esso presente naturalmente. Ne viene aggiunto nella quantità di 30 microgrammi per grammo di sale.

Non si tratta di un farmaco, ma di un naturale complemento della dieta, da usare come il normale sale da cucina (quindi con moderazione).

L’assunzione giornaliera di iodio consigliata è di 150 microgrammi per gli adulti e, come ricorda il Ministero della Salute, 175 microgrammi per le donne incinte e 200 grammi per quelle che allattano.

L’importanza dell’assunzione dello iodio è legata alla salute della tiroide. Infatti, lo iodio è un minerale che contribuisce allo sviluppo e al funzionamento della ghiandola tiroidea (importante nel regolare la produzione di energia dell’organismo, favorire la crescita e lo sviluppo, stimolare il metabolismo basale e aiutare il metabolismo a regolare il grasso in eccesso). Non solo, favorisce anche l’acutezza mentale, la parola, la buona condizione di capelli, unghie, pelle e denti.

Negli alimenti troviamo naturalmente presente lo iodio: nel pesce (due porzioni di pesce a settimana), nel latte (tutti i giorni), nel formaggio e nelle uova, ma anche negli spinaci, nell’aglio, nelle cime di rapa, nelle bietole, nei semi di sesamo.

Scarica l'app di VediamociChiara

Resta connesso

I numeri di VediamociChiara

VediamociChiara è il portale scelto da oltre 12 milioni di utenti

I podcast scaricati da VediamociChiara negli ultimi mesi sono oltre 100.000

Il numero delle iscritte al nostro portale ha superato quota 500.000

Se vuoi saperne di più visita la nostra pagina le statistiche di visita di VediamociChiara

I nostri progetti Pro Bono

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors