Un nutraceutico per chi soffre di emicrania con aurea

118198

Un nutraceutico per chi soffre di emicrania con aureaUna buona notizia soprattutto per i diversi milioni di italiani che ne soffrono. Sono tanti infatti quelli che ogni anno sono colpiti dall’emicrania con aurea (e i dati ci dicono che il fenomeno è in crescita), che soffrono di questa forma di mal di testa, particolarmente dolorosa…

Se pensate che il mal di testa sia un disturbo universale, beh, vi sbagliate! Si calcola che il 4% della popolazione mondiale non lo abbia mai avuto.

Altra cosa da sapere è che i mal di testa sono tanti e diversi. Noi donne ad esempio conosciamo bene quello da ciclo mestruale. Ma ce ne sono altri che risultano estremamente invalidanti, capaci di impedire le azioni di tutti i giorni (guidare, lavorare, etc.).

Poi ci sono quelli temuti, perché dolorosissimi. Come il mal di testa con aurea…

I primi segnali di un attacco di emicrania con aurea sono i disturbi visivi, poi si passa ai disturbi dell’eloquio e più raramente a quelli motori. A questi, oltre ad un forte dolore, si aggiungono nausea e alle volte anche il vomito.

Questo tipo di mal di testa si manifesta soprattutto tra i 25 e i 55 anni e quindi nel periodo della vita di maggiore produttività. In Italia riguarda oltre 7 milioni di cittadini! Davvero tanti se ci pensate…

Un nutraceutico che lascia ben sperare…

Per questo l’arrivo di questa notizia ci fa piacere. Uno studio italiano, pubblicato su Pain Research and Management ha dimostrato l’efficacia di Aurastop, un nutraceutico che si dimostra efficace proprio per la cura dell’emicrania con aurea.

Ma cosa c’è dentro questo nutraceutico?

Aurastop è formato dagli estratti di due piante erbacee:

  • Partenio (Tanacetum parthenium) un’erba perenne, della famiglia delle composite (detta anche amarella o erba marga)
  • Griffonia, un arbusto legnoso di grandi dimensioni, chiamata anche “fagiolo africano”

 

Nel nutraceutico Aurastop inoltre, è presente anche magnesio, un minerale che contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso.

Quando l’unione fa la forza

Lo studio ha chiaramente evidenziato come il beneficio clinico sia attribuibile all’azione sinergica dei tre componenti rispetto alle singole molecole.

“Aurastop per essere efficace deve essere assunto ai primi sintomi del disturbo visivo. Somministrato nella fase acuta riduce la durata e la disabilità della spiacevole esperienza dell’aura. E diminuisce anche l’evenienza dell’attacco doloroso che quasi sempre si presenta in seguito. Inoltre agisce positivamente anche sulla prevenzione dell’emicrania, sia con aura che senza aura, se viene assunto due volte al giorno per tre o più mesi”.

Precisa il dott. Dalla Volta (del Consiglio Direttivo Nazionale della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee (SISC) e Direttore del Centro Cefalee dell’Istituto Clinico Città di Brescia (Gruppo San Donato).

 

Fonte notizia: Medicina News 

Pubblicazione risultati della ricerca scientifica (in inglese)

Pain Research and Management

Per un approfondimento ISS – Istituto Superiore di Sanità “Emicrania”

 

Cristina Perrotti

 

Take Home Message – Nutraceutico per emicrania con aurea
Una buona notizia soprattutto per i diversi milioni di italiani che ne soffrono. Sono tanti infatti quelli che ogni anno sono colpiti dall’emicrania con aurea (e i dati ci dicono che il fenomeno è in crescita), che soffrono di questa forma di mal di testa, particolarmente dolorosa…

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 11 maggio 2020

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui