Stile di vita sano, come vivere meglio e più a lungo

Stile di vita sano, come vivere meglio e più a lungoAdottare uno stile di vita sano significa occuparsi dei 3 livelli di prevenzione: primaria, secondaria e terziaria.

Sentiamo molto parlare dell’importanza di seguire uno stile di vita sano. Ma cosa significa essere sani? Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, la salute non è semplicemente “assenza di malattia”, ma uno “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale”. Siamo in buona salute, dunque, quando ci sentiamo bene sia fisicamente sia mentalmente e stiamo bene con le altre persone. Essere sani significa anche essere felici!

Cosa si intende per stile di vita sano?

Adottare uno stile di vita sano significa avere una strategia a 360°, che include abitudini quotidiane corrette, prevenzione di possibili patologie, cura delle patologie con farmaci, esami o visite di controllo. La prevenzione è il principale strumento a nostra disposizione per vivere meglio e più a lungo. Avere uno stile di vita sano significa, quindi, occuparsi dei 3 livelli di prevenzione: primaria, secondaria e terziaria.

Stile di vita sano, la prevenzione primaria

Fare prevenzione primaria significa seguire quotidianamente comportamenti che aiutano il nostro organismo a difendersi dalle malattie. Uno stile di vita sano può prevenire l’80% delle malattie cardiovascolari ed ha effetti benefici sulla prevenzione di patologie come diabete, sindrome metabolica e tumori. Per tutte queste patologie, infatti, vi sono alcuni fattori di rischio, che svolgono il ruolo di causa o concausa.

È possibile evitare questi fattori di rischio seguendo alcuni consigli.

  • Non fumare. Il fumo è strettamente correlato a numerose patologie cardiovascolari. Inoltre, l’85% dei tumori del polmone e il 30% di tutti i tumori è attribuibile al fumo.
  • Limita il consumo di alcol. Un buon bicchiere di vino durante i pasti va bene. Importante, però, è non superare le quantità consigliate: per gli uomini due-tre unità alcoliche al giorno, per le donne non più di una-due. Non sottovalutare, inoltre, l’apporto calorico dell’alcol. Tieni presente che un bicchiere di vino da 125 ml (corrispondente ad un’unità alcolica) contiene circa 90 calorie.
  • Tieni sotto controllo il peso. Il sovrappeso e l’obesità sono alla base di numerose e gravi patologie, tra cui malattie cardiovascolari e tumori. Attenzione costante al grasso localizzato nella zona dell’addome, il più pericoloso.

Ed ancora:

  • Muoviti! Per avere uno stile di vita sano evita la sedentarietà e muoviti per almeno 30 minuti al giorno, per esempio andando a lavoro a piedi o in bicicletta.
  • Mangia frutta e verdura, preferibilmente di stagione. Numerosi studi hanno dimostrato che una dieta ricca di frutta e verdura protegge dalla comparsa di malattie cardiovascolari, alcune forme di tumore, patologie dell’apparato digerente e persino disturbi respiratori e cataratta.
  • Modera i grassi, soprattutto quelli saturi. I grassi sono indispensabili per l’organismo ma non bisogna esagerare. È fondamentale, inoltre, scegliere grassi di buona qualità. Il burro, per esempio, in pari quantità contiene meno grassi dell’olio d’oliva ma apporta un quantitativo di grassi saturi molto più elevato.
  • Modera il consumo di sale. Un consumo elevato di sale può favorire l’aumento della pressione arteriosa, aumenta il rischio di malattie cardiovascolari, patologie renali e tumori dello stomaco; si ritiene, inoltre, che sia correlato ad un maggiore rischio di osteoporosi. L’OMS raccomanda di non consumare più di 2 grammi di sodio al giorno, corrispondenti a circa 5 grammi di sale da cucina. Attenzione però anche al sodio “nascosto”, quello cioè naturalmente presente negli alimenti.
  • Dormi bene. Non dormire a sufficienza aumenta il livello di stress, indebolisce il sistema immunitario, provoca problemi di concentrazione e aumenta il rischio di disturbi cardiovascolari.
  • Preditela con calma: agitarti, arrabbiarti e stressarti non ti aiutano ad avere uno stile di vita sano.

Stile di vita sano, prevenzione secondaria

La prevenzione secondaria consiste nelle misure di diagnosi precoce che permettono di intervenire anticipatamente sulla malattia. Aumentando così la possibilità che le terapie abbiano successo e permettendo di ricorrere a interventi meno invasivi. Lo strumento principale è lo screening, che permette di intervenire tempestivamente e aumenta le opportunità terapeutiche. Un esempio di prevenzione secondaria è lo svolgimento del pap test e la mammografia nelle donne o il controllo della prostata negli uomini. Parla con il tuo medico di base se osservi cambiamenti nel tuo organismo o particolari sintomi.

Stile di vita sano, prevenzione terziaria

La prevenzione terziaria prevede l’adozione di misure terapeutiche volte a ridurre la gravità e le complicanze di malattie già presenti ed il miglior reinserimento del malato nel contesto familiare e sociale. Una forma di prevenzione terziaria è seguire in maniera scrupolosa la terapia prescritta dal medico in termini di posologia e durata, senza abbandonarla a metà strada o modificarne i dosaggi. Ciò è fondamentale per raggiungere il risultato e per ridurre il rischio di effetti collaterali. Esempi di prevenzione terziaria sono anche tutte le misure riabilitative e assistenziali, volte al reinserire il malato del contesto familiare, sociale e lavorativo, e a migliorare la sua qualità della vita, come la riabilitazione motoria e il supporto psicologico.

Cristina Caramma

Take Home Message
Adottare uno stile di vita sano significa occuparsi dei 3 livelli di prevenzione: primaria, secondaria e terziaria. Fare prevenzione primaria significa seguire quotidianamente comportamenti che aiutano il nostro organismo a difendersi dalle malattie. La prevenzione secondaria consiste nelle misure di diagnosi precoce che permettono di intervenire anticipatamente sulla malattia (come pap-test e mammografia). La prevenzione terziaria prevede l’adozione di misure terapeutiche volte a ridurre la gravità e le complicanze di malattie già presenti.

Tempo di lettura: 1’ e 20”

Ultimo aggiornamento: 17 febbraio 2020

Voto medio utenti

 

1 commento

  1. l’anno scorso ho detto stop al fumo, tutto sommato facile, sono così fiera di me!!!!