Acido ialuronico – Non solo per le rughe

200198

Acido ialuronico

Di cosa siamo fatti? Siamo fatti della stessa mafteria di cui sono fatte le stelle. Poetico e anche vero. Ci permettiamo solo di aggiungere alla lista anche il Collagene e l’Acido ialuronico. Fedeli amici delle donne, sono presenti nel nostro tessuto connettivo e sono necessari per il mantenimento dell’elasticità, tonicità e salute della pelle.

Tra tutti di certo merita un posto d’onore l’acido ialuronico, perché è grazie a lui se la nostra pelle resta idratata, soda e in buona salute.

L’acido ialuronico. Il vero amico delle donne!

Dell’acido ialuronico ne sentiamo parlare sempre più spesso, Ma cosa è, e soprattutto come agisce?

L’acido ialuronico viene continuamente prodotto nel nostro organismo e consente il mantenimento delle normali funzioni tissutali. Per le sue caratteristiche viene utilizzato in diversi ambiti: nelle terapie articolari, in dermatologia, in caso di lesioni cutanee, piaghe o ustioni, ma anche in ginecologia per la salute della donna ed in ambito urologico (non solo per la donna, ma anche per l’uomo) .

Con l’avanzare dell’età però, o in presenza di particolari condizioni, la sua produzione diminuisce portando alla comparsa di problemi quali l’invecchiamento cutaneo, la perdita di compattezza ed elasticità della pelle, l’insorgenza di problemi articolari e le affezioni vaginali.

Quali sono le conseguenze di una carenza di acido ialuronico?

Abbiamo visto che, come tutte le cose, anche la produzione di acido ialuronico non dura per sempre. Con l’età la sua concentrazione nei nostri tessuti tende a diminuire.  Le prime conseguenze, ahimè visibili, sono:

  • Perdita di elasticità nei tessuti (pelle e organi interni)
  • Perdita di consistenza e turgore dei tessuti
  • Invecchiamento cutaneo

 

Il tessuto vaginale in post menopausa cambia: si assottiglia, si riduce l’afflusso di sangue e si manifesta anche una perdita delle pliche (rughe interne).

Per questo, già in età riproduttiva, può essere un valido aiuto la supplementazione di acido ialuronico per mantenere o per ripristinare l’integrità del tessuto vaginale ed evitare così che si presentino le tipiche affezioni vaginali.

Ma è importante integrarlo nella formula corretta, ovvero quella a bassissimo peso molecolare (inferiore a 300 kDa).

Cristina Perrotti

 

Take Home Message
Acido ialuronico – Non solo per le rughe – L’acido ialuronico viene continuamente prodotto nel nostro organismo e consente il mantenimento delle normali funzioni tissutali. Con l’età la sua concentrazione nei nostri tessuti tende a diminuire. Per questo, già in età riproduttiva (dai 35 anni), può essere un valido aiuto la supplementazione di acido ialuronico per mantenere o per ripristinare l’integrità del tessuto vaginale ed evitare così che si presentino le tipiche affezioni vaginali, l’atrofia vaginale e la dispareunia.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2020

Voto medio utenti

1 commento

  1. mi sento fortunata, mia madre soffrì tanto per quei dolori articolari dovuti alla menopausa……..

  2. Hai ragione MariaElena, rispetto alle nostra mamme noi siamo 50enni fortunate! Grazie per averci scritto e buona giornata. … Lucilla Redazione VediamociChiara