Le amiche erbe, tra infusi e premi Nobel

200065

Sei depressa? Iperico e rodiola migliorano il tono dell’umore. Hai mal di testa da ciclo? Prova la corteccia del salice bianco. Poco latte per il tuo bambino? Il fieno greco è un ottimo alleato. Soffri di osteoporosi? Soia, cimicifuga, trifoglio rosso… Le piante da sempre sono amiche della salute, soprattutto quella femminile. E oggi sono riconosciute anche dalla medicina ufficiale

Amiche erbe – I rimedi delle streghe (e dei premi Nobel!)

Sono tante le piante amiche delle donna: zenzero per contrastare la nausea, achillea contro il dolore pelvico, uva ursina per disinfettare le vie urinarie… Una volta usate con sapienza dalle donne esperte, chiamate “streghe”, perché non si spiegavano i risultati benefici, curativi di quelle misteriose “pozioni”.

Oggi i tempi sono cambiati e c’è addirittura chi grazie ad un’erba ha vinto il premio Nobel per la medicina. Come è successo alla scienziata cinese, Tu Youyou, nel 2015, che ha lavorato su un’erba medicinale utilizzata nella medicina tradizionale cinese per curare la malaria.

Amiche erbe – Effetti benefici su molti disturbi femminili

Tanti sono gli effetti benefici conosciuti su molti disturbi femminili:

  • Iperico (antidepressivo)
  • Agnocasto (per i dolori mestruali)
  • Cimicifuga (per le vampate della menopausa)

Sono rimedi che usiamo ancora oggi, e che vengono da lontano. Anche se non li usiamo più accompagnandoli con il misterioso incantesimo, abracadabra, che nell’antichità veniva utilizzato come maledizione contro febbri ed infiammazioni!

Amiche erbe – La medicina da sola non basta

Oltre alla sapienza sull’uso delle erbe mediche, il sapere di queste donne “demoniache” era accompagnato dall’empatia (allora del tutto assente nella figura del medico).

La donna, oltre alla pozione e ai medicamenti erbosi, portava il suo fare premuroso, dando consigli sull’alimentazione, assistendo le donne sul parto, insegnando la preparazione del farmaco, etc.

Noi oggi sappiamo quanto questi aspetti (empatia, relazione) siano importanti per la qualità della relazione tra medico-paziente, anche ai fini della guarigione.

Amiche erbe – Il grande libro delle erbe medicinale per le donne

Oggi i libri su come imparare l’arte della medicina attraverso le erbe non mancano. Ne segnaliamo uno tra gli ultimi usciti. Una guida tra le più complete al benessere femminile che riporta le schede di 66 erbe medicinali più efficaci. Ed anche i 35 disturbi e malesseri più comuni nelle donne. Tutti trattabili con le erbe medicinali.

 

N.B. Come evidenziato dalla Fondazione Veronesi, non si tratta di erbe “innoque”. L’iperico ad esempio andrebbe considerato come un vero e proprio farmaco. Per questa ragione, anche noi di VediamociChiara consigliamo sempre un consulto con un esperto, prima dell’assunzione, anche per valutare eventuali interazioni con cure farmacologiche in corso. 

Libro citato Il grande libro delle erbe medicinali per le donne. La guida più completa al benessere femminile di Cindy Gilbert e Roberta Maresci 

Per approfondimenti: La nuova lista unica di piante ammesse all’impiego negli integratori 


Cristina Perrotti

 

 

Take Home Message – Le amiche erbe – Tra infusi e premi Nobel

Sei depressa? Iperico e rodiola migliorano il tono dell’umore. Hai mal di testa da ciclo? Prova la corteccia del salice bianco. Poco latte per il tuo bambino? Il fieno greco è un ottimo alleato. Soffri di osteoporosi? Soia, cimicifuga, trifoglio rosso… Le piante da sempre sono amiche della salute, soprattutto quella femminile. E oggi sono riconosciute anche dalla medicina ufficiale

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2021

Voto medio utenti

1 commento

  1. la cimicifuga mi ha aiutata molto nel momento del passaggio e con le prime vampate, comujnque fate bene a sottolneare l’importanza del consulto medico, sono erbe e sono potenti, non possono essere prese alla leggera!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui