Creme solari – Protezione indispensabile per la nostra pelle

199968

creme solari

Prendere l’abitudine di usare creme adatte al nostro fototipo anche quando non siamo sul bagnasciuga è una buona pratica che preserverà la salute della nostra pelle.

Creme solari – E’ dal 1928 che sono entrati in commercio i primi prodotti dedicati alla protezione solare. Ma è evidente che ancora oggi ci sono un po’ di cose che dobbiamo imparare. Tutte noi sappiamo che il sole fa bene: dopo un bagno di sole il nostro umore è alle stelle, i livelli di Vitamina D alti e il nostro metabolismo riattivato. Ma se vogliamo godere solo dei benefici del sole dobbiamo imparare a difenderci anche dai suoi attacchi, invisibili, come i suoi raggi…

Che succede infatti se prendiamo troppo sole, nelle ore più calde e senza protezione?

Succede che andiamo incontro all’invecchiamento cutaneo (e quindi rughe), alla perdita di elasticità della pelle (una errata esposizione al sole danneggia il DNA delle cellule cutanee ed il nostro derma), alle allergie solari. Ma anche a scottature, eritemi e danni agli occhi. Nei casi più gravi anche a tumori della pelle. E non si tratta di un allarmismo considerato che l’incidenza del melanoma e di altre forme di cancro della pelle è in aumento.

E’ vero che una corretta protezione solare fa ormai parte della nostra prassi quando siamo al mare (e anche  in montagna)

Ma è bene ricordare che il sole può essere nocivo ovunque, città compresa. Siamo esposti ai suoi raggi ogni volta che siamo all’aperto. I raggi solari (UVC, UVB, UVA e i raggi infrarossi, IR), sono presenti tutto il giorno. Ogni giorno. Non solo d’estate, ma anche in inverno. Nelle giornate di sole così come in quelle nuvolose. Per questo è importante iniziare a prendere l’abitudine di proteggersi sempre, usando prodotti specifici, capaci non solo di proteggere la nostra pelle, ma, più precisamente, di foto-proteggerla.

Viso, collo, decolletè… sono punti delicati a cui prestare attenzione durante tutto l’anno

Si tratta di quelle parti del corpo che spesso sono scoperte, in balia dei raggi solari. Così come degli agenti atmosferici e inquinanti.

E tu che fototipo sei?

Conoscere il fototipo di appartenenza è il primo passo per capire quale fattore di protezione usare e quali creme solari comprare per proteggerci al meglio dai raggi solari.
Ciascuna di noi reagisce alla luce del sole in modo diverso. In base a questo va scelta la crema con la classe di protezione più adatta alla nostra pelle. Conoscere il proprio fototipo diventa quindi la prima cosa da scoprire. Dopo sarà facile decidere che fattore di protezione usare, sapendo che le classi sono 4. Bassa, Media, Alta, Molto alta.

  • Fototipo 1: bionde o rosse con pelle molto chiara – Fattore di protezione 50+ (protezione molto alta);
  • Fototipo 2: bionde o castane con pelle chiara – Fattore di protezione da 50 a 30 (protezione alta);
  • Fototipo 3: biondo scure o persone con pelle sensibile. Fattore di protezione da 50 a 30 (protezione alta) oppure da 25 a 15 (protezione media);
  • Fototipo 4: castane con pelle moderatamente sensibile. Fattore di protezione da 25 a 15 (protezione media);
  • Fototipo 5: capelli scuri e carnagione olivastra. Fattore di protezione da 25 a 15 (protezione media) oppure da 10 a 6 (protezione bassa);
  • Fototipo 6: capelli scurissimi e pelle non sensibile – Fattore di protezione da 10 a 6 (protezione bassa).

Se invece sono presenti problemi di psoriasi o dermatite atopica, va consultato il dermatologo. Lui vi potrà consigliare il prodotto più giusto.

Creme solari – Prima di procedere con l’acquisto munitevi di lente di ingrandimento e cercate tra gli ingredienti

Ovvero tra gli INCI. Una garanzia per la vostra salute. Un elenco dove sono indicate tutte le sostanze che compongono il prodotto, in ordine decrescente in base alla quantità. Devono essere presenti solo sostante buone per la pelle (nel caso in cui soffriate di qualche allergia si tratta di una pratica obbligatoria). E non fatevi confondere dal prezzo. Non è detto infatti che un prodotto sia valido solo perché costoso, così come non è vero il contrario.

Non basta aver acquistato il prodotto giusto, vanno seguite anche le indicazioni in esso riportato

  • E’ importante non solo acquistare il prodotto gusto per la nostra pelle – in base al fototipo certo, ma anche alla densità, spalmabilità, capacità di assorbirsi più o meno velocemente, etc.. Vanno anche seguite correttamente le indicazioni. La quantità da usare, ogni quante ore rinnovare l’applicazione, se è resistente all’acqua e quindi al sudore, etc.;
  • Quando possibile evitare di esporsi al sole durante le ore OUT, quelle che vanno dalle 11 alle 15:00;
  • Last but not least. Oltre alle indicazioni della crema solare, vanno lette anche quelle dei farmaci che si prendono (abitualmente o saltuariamente). Come antibiotici, pillola anticoncezionale, etc., questo per verificare se ci sono delle controindicazioni all’esposizione al sole.

Cristina Perrotti

Take Home Message
Creme solari – Siamo abituate un po’ tutte a proteggerci nel modo giusto quando ci esponiamo al sole, quasi una prassi quando siamo al mare. Ma la nostra pelle, soprattutto quella delicata del viso, del collo e del decolletè, è esposta ai raggi del sole in ogni giorno dell’anno. E quindi è sotto i raggi del sole (non sempre benefici per la pelle) anche nelle giornate nuvolose in città. Prendere l’abitudine di usare creme adatte al nostro fototipo anche quando non siamo sul bagnasciuga è una buona pratica che preserverà la salute della nostra pelle.

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento:  13 maggio 2020

Voto medio utenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui