giovedì, 25 Aprile 2024

I Prodotti Giusti per la Salute Intima Femminile

Prodotti per Salute Intima Femminile

Ecco come scegliere un buon prodotto per l’igiene intima femminile

Osservare una corretta igiene intima è fondamentale per mantenere in buono stato di salute le mucose e preservarne la funzione.

La scelta del prodotto più adatto all’igiene femminile…

…dipende da diversi parametri, i più importanti dei quali sono l’età, lo stato ormonale (pubertà, gravidanza, puerperio, menopausa), gli stili di vita e le patologie eventualmente presenti. Se, in generale, il consiglio del ginecologo può fare la differenza, nel caso in cui sia presente un disturbo diventa strategico.

La mucosa genitale è dotata, in condizioni fisiologiche, di una barriera protettiva in grado di ridurre il rischio di penetrazione di microorganismi che possono causare malattie. Un ulteriore presidio di difesa è rappresentato dal microbiota, la popolazione batterica “amica” che riveste tutte le mucose, tenendo a bada lo sviluppo di batteri “nemici”. Per queste ragioni, è necessario che il prodotto sia funzionale alla rimozione dello sporco ma senza alterare le caratteristiche dell’area.

L’uso di un detergente non adatto può creare nel tempo fastidi seri e veri e propri disturbi, ma c’è ancora una forte reticenza ad affrontare questi argomenti con il farmacista o con il proprio medico, talvolta persino con il ginecologo. Dobbiamo abbattere questo retaggio culturale: ne va della nostra salute!

Una scarsa igiene nel periodo che precede la prima mestruazione può rendere più suscettibili alle infezioni nella fase adulta della vita. Ecco perché un appello richiamato spesso dai medici che si occupano di salute femminile è quello ad insegnare alle nostre figlie, così come ai nostri maschietti, a prendersi cura del proprio corpo, anche nella corretta igiene intima.

Qualche dritta sulla detersione

Il detergente intimo è un cosmetico e, come tale, deve dichiarare gli ingredienti che contiene nell’INCI presente sulla confezione. Se hai difficoltà a leggere l’INCI e vuoi essere certa dell’assenza di una sostanza a cui potresti essere allergica, chiedi un consiglio al tuo farmacista o al tuo medico.

In generale, il detergente ideale deve avere pH acido pari a circa 5, lo stesso che caratterizza le mucose intime. Molti dei saponi in commercio sono formulati allo scopo con acido lattico, una sostanza naturalmente presente in quest’area del corpo.

Gli esperti consigliano non più di 2-3 lavaggi al giorno, eseguiti con una quantità di prodotto limitata (massimo una noce) e corredati da un risciacquo accurato. Esegui la detersione da davanti verso dietro, per non contaminare l’ambiente genitourinario con i batteri provenienti dal colon e presenti nella regione anale. Asciugati accuratamente: l’ambiente caldo e umido favorisce la proliferazione dei batteri.

Quali sono gli ingredienti più comuni

Leggendo l’INCI troverai una vasta gamma di piante impiegate in forma di estratti come ingredienti per la loro azione lenitiva, disinfiammante, antisettica e calmante delle irritazioni: dalla camomilla alla calendula, fino al timo, all’aloe e alla malva. Attenzione però a questo punto: naturale non significa innocuo. Molti composti derivati da piante possono essere irritanti o allergizzanti o, comunque, non adatti ad essere utilizzati in tutte le condizioni. Se hai dubbi, chiedi un parere al tuo ginecologo. Uno dei principi attivi più interessanti è il timolo, estratto dal Thymus vulgaris, che ha un’azione antisettica su diversi microorganismi patogeni lasciando inalterato il microbiota; il timolo agisce anche su funghi come la Candida albicans, responsabile di infezioni relativamente frequenti nella popolazione femminile.

Non usare prodotti a base di disinfettanti se non ti sono stati espressamente prescritti da un medico: l’utilizzo di sostanze antimicrobiche può danneggiare anche i “batteri amici” e favorire la crescita di quelli “cattivi”.

Se pratichi attività sportiva agonistica o, comunque, hai una sudorazione accentuata, puoi ricorrere a un prodotto che contenga sostanze deodoranti e rinfrescanti: è importante però cheti accerti che nella formulazione non siano inclusi profumi, ingredienti che possono causare reazioni allergiche nelle persone predisposte.

Tutti i detergenti contengono tensioattivi, ma non tutti li contengono nella stessa quantità e tipologia: scegli saponi non troppo schiumogeni e privi di fragranze, per ridurre al minimo il pericolo di irritazioni e reazioni allergiche.

I ginecologi raccomandano anche di evitare l’uso di salviettine detergenti, che possono provocare reazioni di irritazione e favorire la proliferazione di batteri patogeni.

Sempre al passo con i cambiamenti

Uno degli aspetti più caratteristici dell’intimità femminile è dato dal cambiamento: l’igiene intima deve rispondere a esigenze che variano ciclicamente (ogni mese, nella fase fertile) e nel tempo.

Nei giorni del flusso mestruale, effettua lavaggi più frequenti con detergenti molto acidi (pH 4). Scegli assorbenti in puro cotone (amici dell’ambiente e della salute intima) e ricordati di sostituire spesso il tampone intimo, se lo usi.

Subito dopo il parto, la detersione ha anche lo scopo di riequilibrare il microbiota locale e il pH delle mucose e di prevenire le infezioni dell’episiorrafia (se è stata praticata). In questa fase vengono consigliati detergenti a base di timo.

Con la menopausa, subentrano modificazioni del pH, che diventa meno acido, che riducono i livelli di protezione contro i microorganismi: può aumentare il rischio di cistiti e altre infezioni delle vie urinarie. Per contrastare questa condizione, è possibile usare detergenti a pH acido, lenitivi, a base di estratti vegetali di piante come la camomilla. Se hai problemi di secchezza delle mucose, chiedi al tuo ginecologo un consiglio circa l’applicazione di una crema idratante o di un lipogel dopo il lavaggio.

Un supporto alla flora amica

Le mucose delle parti intime e del colon ospitano una nutrita popolazione di batteri, che costituiscono il microbiota locale e contribuiscono a mantenerle in salute. Quando la composizione di questa flora microbica viene alterata da cause diverse (malattie, abitudini poco salutari, interventi chirurgici), ci può essere una proliferazione anomala dei batteri patogeni presenti a livello della mucosa: avviene cioè che i “batteri cattivi” prevalgono su quelli “buoni”, esponendo al rischio di infezioni urinarie e ginecologiche.

Per prevenire le infezioni, segui una corretta igiene e adotta un’alimentazione ricca di frutta e verdura; se necessario, ricorri a integratori alimentari contenenti probiotici. Non lavarti troppo frequentemente e non usare saponi aggressivi.

Molte donne si sottopongono a depilazione completa perché ritengono che promuova l’igiene, ma è importante sottolineare che è proprio la presenza dei peli a contribuire alla protezione dall’azione aggressiva degli agenti irritanti. Non solo: questa procedura espone al rischio di follicoliti (infiammazioni del follicolo pilifero) e dermatiti.

Dott.ssa Monica Torriani per Redazione VediamociChiara
© riproduzione riservata

>>> Tra le fonti di questo articolo segnaliamo:

>>> Articoli correlati:

Credits immagine

Redazione VediamociChiara
©️ riproduzione riservata

Take Home Message
Osservare una corretta igiene intima è fondamentale per mantenere in buono stato di salute le mucose e preservarne la funzione. Ecco come scegliere i prodotti giusti.

Tempo di lettura: 4 minuti

Ultimo aggiornamento: 09 settembre 2023

Voto medio utenti

Hai una domanda da fare? Scrivi alla nostra ginecologa

Se l’argomento ti interessa iscriviti a VediamociChiara per ricevere ogni mese tutti gli aggiornamenti sulle nostre novità e sui nostri eventi gratuiti

Scopri la convenzione con i farmacisti di RedCare riservata alle iscritte a VediamociChiara

Lascia un commento

 Seguici anche sui nostri nuovi profili social

Resta connesso

I numeri di VediamociChiara

VediamociChiara è il portale scelto da oltre 12 milioni di utenti

I podcast scaricati da VediamociChiara negli ultimi mesi sono oltre 100.000

Il numero delle iscritte al nostro portale ha superato quota 500.000

Se vuoi saperne di più visita la nostra pagina le statistiche di visita di VediamociChiara

I nostri progetti Pro Bono

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors