Faccia a Faccia con la Rosacea

200800

Faccia a faccia con la Rosacea

La Rosacea è una malattia visibile, cure definitive non ci sono ancora, ma validi trattamenti si.

La Rosacea è una malattia – visibile – infiammatoria cronica della cute per la quale ancora non ci sono cure risolutive. Non ancora. Ma esistono trattamenti che permettono di ridurre la gravità delle manifestazioni e migliorare l’impatto socio-psicologico della patologia. Per questo è bene seguire i consigli del dermatologo: la risoluzione della Rosacea non avviene spontaneamente, men che mai con il “fai da te”! La Rosacea, come molte malattie della pelle mina l’immagine di sé e se non trattata, peggiora. Diventa importante allora diagnosticarla e curarla precocemente e correttamente.

Nonostante la sua ampia diffusione spesso viene confusa da chi ne soffre con acne o con couperose

APRILE MESE DELLA ROSACEA, MALATTIA PELLE COLPISCE 3 MILIONI ITALIANI.

Le cause della Rosacea sono ancora poco chiare. Si tratta di una patologia complessa e multifattoriale che può presentarsi con una varietà di manifestazioni differenti. Si ritiene che il patrimonio genetico possa avere un ruolo importante. Nel mondo ne soffrono più di 40 milioni di persone. In Italia oltre 3 milioni hanno questa malattia.

La rosacea può interessare guance, naso, palpebre, mento e fronte ed è caratterizzata da ricorrenti episodi di arrossamento transitorio (flushing), eritema, papule, pustole e teleangectasie. Insorge più frequentemente nelle donne tra i 30 e i 50 anni, anche se potenzialmente può riguardare tutte le fasce d’età.

Per aiutare le persone che soffrono di questa patologia, Galderma, azienda leader in ambito dermatologico, ha messo a punto il sito facciaafacciaconlarosacea.it uno spazio virtuale che incoraggia i pazienti a non arrendersi e a dialogare con il dermatologo per trovare la soluzione più adatta a ciascuno di loro.

E’ molto importante diagnosticare e trattare la malattia il prima possibile, per evitare il peggioramento. A maggior ragione, visto che si tratta di una patologia che “interferisce” con la vita di tutti i giorni, minando l’equilibrio emotivo e l’autostima.

Oltre la sintomatologia visibile

Con la pelle comunichiamo con gli altri, è la nostra “carta di presentazione” specie quella del viso. Ecco allora che la Rosacea potrebbe diventare, oltre ad una malattia, anche una barriera fatta di emozioni negative, difficile da sormontare, generando effetti più seri e invalidanti, anche in termini relazionali, oltre che clinici, per colpa di emozioni come rabbia, impotenza o depressione.

La Rosacea colpisce soprattutto le donne e…

La Rosacea è una malattia che colpisce più frequentemente le donne, le persone con carnagione e capelli chiari o con una pelle particolarmente danneggiata dal sole, di età compresa tra i 30 e i 50 anni. Si tratta di disturbi che, inizialmente, compaiono in maniera periodica, ma poi, con il passare del tempo, tendono a cronicizzarsi.

I sintomi più comuni sono rossore, brufoli e pustole (eruzione cutanea), gonfiore e rossore del naso e sintomatologia oculare. A questo si aggiunge una sensazione di bruciore, secchezza e prurito.

Ecco perché è importante rivolgersi tempestivamente al dermatologo.

Sul sito “Faccia a faccia con la Rosacea” è possibile trovare un questionario che aiuta gli utenti con una serie di domande indirizzate ai propri sintomi ed ai trattamenti che hanno utilizzato in passato: una guida per condurre una visita dermatologica personalizzata che li possa aiutare a parlare apertamente dell’impatto che la malattia ha nella propria vita, quindi far comprendere allo specialista con maggior chiarezza le proprie esigenze. 

Cristina Perrotti

 

Contenuto sponsorizzato da:

Faccia a faccia con la rosacea

Per approfondimenti:

>>> Faccia a faccia con la rosacea

>>> Quotidiano Sanità

>>> ISSalute

>>> AdnKronos

 

Take Home Message – Faccia a faccia con la Rosacea
Faccia a faccia con la Rosacea
è il portale sviluppato da Galderma per sostenere le persone che soffrono di Rosacea nel loro percorso di dialogo e confronto con il dermatologo. Quest’ultimo è lo specialista fondamentale nel definire il trattamento e dare suggerimenti più adatti per gestire la patologia, con l’obiettivo di la qualità di vita delle persone che ne soffrono. E ancora una volta ti consigliamo di non gestire una patologia, che può avere un impatto importante nella tua vita, con il fai da te ma di chiedere consiglio al tuo medico.

Tempo di lettura: 3′

Ultimo aggiornamento: 7 aprile 2022

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui