lunedì, 27 Maggio 2024

Menopausa, Tos o Integratori: Cosa Scegliere?

Menopausa Tos Integratori

Menopausa, Tos o Integratori: Cosa Scegliere? La parola  alla nostra prof.ssa Manuela Farris ginecologa

Menopausa, Tos o Integratori: Cosa Scegliere? Facciamoci consigliare dagli esperti e capiamo meglio come stanno le cose in compagnia della nostra prof.ssa Manuela Farris

 

Menopausa Tos Integratori: ci sono molte donne che hanno paura degli ormoni, è sicuro assumerli?

Moltissime donne hanno paura di utilizzare gli ormoni, come se fossero un’entità strana. In realtà gli ormoni ci fanno molto bene anzi, per quanto riguarda gli ormoni come terapia sostitutiva della menopausa, l‘estrogeno e progestinico, non sono dannosi per il nostro corpo anzi il contrario.

Alle mie pazienti che temono il rischio di tumore al seno con l’utilizzo degli ormoni per la menopausa ribadisco sempre che dopo cinque anni d’uso il rischio aumenta di due donne ogni mille. Che significa? che tutte noi abbiamo un rischio di base di 45 donne su 1000 di ammalarsi di tumore al seno (se non abbiamo familiarità perché ovviamente i numeri diventano molto maggiori) e dopo 5 anni di terapia sostitutiva queste 45 donne diventano 47 su mille. Quindi ben poco. Per contro, se noi andiamo a pensare l’effetto che ha l’aumento di peso o l’alcol sul rischio di tumore al seno arriviamo a 14 e a 27 donne in più ogni 1000, quindi un rischio molto maggiore legato a quelle che sono le abitudini personali e non sicuramente all’utilizzo degli ormoni.

Altro fatto che viene sempre sottovalutato è che comunque questi ormoni ci aiutano a proteggere da alcuni tumori, come il tumore del colon che è il secondo più importante tumore femminile e così come aiutano anche a proteggerci dal tumore dell’utero.

Quindi in realtà ci proteggono di più di quanto non ci facciano danno. Oltre a questo, c’è la protezione nei confronti dell’osteoporosi, una protezione nei confronti della demenza senile e con uno stile di vita adeguato, anche una protezione secondaria sul rischio cardiovascolare, quindi sul rischio di infarto e di ictus.

Esistono soluzioni naturali o fitoterapiche per la menopausa?

Ci sono dei fisioterapici che si possono utilizzare in menopausa, sicuramente molte di quelle che ci stanno seguendo hanno sentito parlare di fitoestrogeni che sono i derivati della soia e non solo perché abbiamo anche i semi di lino o l’erba medica; e sono tutte molecole che possono servire a simulare quelli che sono gli effetti degli estrogeni.

Ovviamente non è una terapia ormonale sostitutiva ma è un’integrazione e quindi come integrazione va valutata. Oltre a questi ci sono altre piante come la cimicifuga racemosa e  l’estratto di polline,  ovvero tutti sistemi naturali che possono controllare alcuni dei sintomi, soprattutto i sintomi vasomotori (vampate), per quanto riguarda i problemi che si hanno durante la menopausa. La Società Italiana della Menopausa rispetto a queste integrazioni dice che ci sono delle prove scientifiche sul fatto che queste possano risolvere i sintomi vasomotori, ma non hanno nessuna altra azione per quanto riguarda per esempio la protezione dell’osso perché non sono così potenti da poterlo fare.

Un’altra cosa che sottolinea la Società e che per ottenere il 50% dell’effetto di queste integrazioni fitoterapiche sono necessarie 12 settimane; quindi comunque bisogna essere a conoscenza che sono terapie lunghe e che deve passare del tempo prima di iniziare ad avere gli effetti desiderati. È ovvio che se dopo un certo periodo di tempo questo tipo di integrazione non è servita a risolvere la sintomatologia sarà necessario discutere una terapia diversa con il proprio ginecologo.

Menopausa Tos Integratori: è vero che gli ormoni della menopausa possono essere assunti anche con gli integratori senza prendere farmaci?

Assolutamente sì. Abbiamo degli effetti che sono diversi. Con gli integratori cerchiamo di fare qualcosa di simile a quello che fanno gli ormoni. Quindi sì, si possono tranquillamente fare degli integratori, sapendo però ovviamente quelli che sono i limiti di un’integrazione che probabilmente non risolverà tutti i problemi che uno può avere con la menopausa.

Quali controlli devono essere fatti in menopausa e quanto spesso vanno fatti?

I controlli devono essere fatti regolarmente, normalmente noi facciamo controlli una volta l’anno – una volta ogni anno e mezzo, non è necessario una volta che si è in menopausa ovviamente ripetere tutti i dosaggi ormonali per vedere come è la situazione, però la visita, il pap-test, un’ecografia e una mammografia è necessario farle una volta l’anno.

Se si fa la terapia ormonale sostitutiva questa visita annuale serve anche ad aggiustare la terapia, ossia capire se è necessario cambiare qualcosa, modificare qualcos’altro; quindi, questo controlla annuale serve anche a rifare il punto della situazione rispetto alla terapia ormonale sostitutiva.

Ci sono controindicazioni per la TOS se si è celiaci o intolleranti al glutine?

Non ci sono controindicazioni, ma comunque abbiamo delle molecole che possono essere assorbite per via transdermica, ovvero un gel a base di estradiolo che può essere utilizzato per via transdermica che quindi non passa attraverso lo stomaco e non può creare nessun tipo di intolleranza. Così come il progesterone micronizzato è garantito per non avere né zuccheri né danni per quanto riguarda la celiachia. Quindi sono tutte e due assolutamente controllate. Però fortunatamente abbiamo anche le terapie transdermiche, anche i cerotti  combinati per cui non è necessario prenderli per bocca e quindi si possono utilizzare tranquillamente. E se si è intolleranti al lattosio?  ci sono vari tipi di terapia ormonale sostitutiva che si può utilizzare anche in chi è intollerante al lattosio.

L’isterectomia può causare squilibri ormonali?

Se viene asportato soltanto l’utero non ci sono alterazioni ormonali perché le ovaie continuano a produrre gli ormoni quindi togliendo soltanto l’utero non si va in menopausa.

Menopausa Tos Integratori: la TOS fa ingrassare come la pillola contraccettiva?

Gli estrogeni ci aiutano a ripristinare il metabolismo e quindi in realtà, non fanno ingrassare ma fanno aumentare, o aiutano ad aumentare, il metabolismo basale e quindi aiutano a perdere peso (se ovviamente non ci sono altre fattori come un’iperinsulinemia o un iperinsulinismo e altri fattori che possono influenzare negativamente il peso).

In realtà neanche la pillola contraccettiva fa aumentare di peso, non è dimostrato in nessuno studio scientifico, è soltanto una questione legata alla ritenzione idrica; quindi, se effettivamente con un certo tipo di pillola contraccettiva ci si sente più gonfia è bene parlarne con il medico e farsi cambiare tipo di contraccettivo.

Gli integratori sono meglio dei farmaci per gestire i disturbi della menopausa?

No, non sono meglio dei farmaci, Perché i farmaci funzionano di più e agiscono più velocemente rispetto agli integratori. Poi se dobbiamo parlare di disturbi è importante sapere quali disturbi della menopausa, perché se sono semplicemente le vampate di calore, possono anche aiutare gli integratori, se iniziano ad esserci altri problemi come ad esempio la secchezza vaginale, che è un motivo non principale per iniziare una terapia ormonale sostitutiva ma che può aiutare a risolvere il problema, così come se ci sono magari problemi di insonnia o problemi di depressione problemi di alterazioni del tono dell’umore, che sono tutti i sintomi accompagnati alla menopausa e che possono essere risolti più facilmente con una terapia ormonale sostitutiva della menopausa piuttosto che con un integratore.

La menopausa è normale?

La menopausa “è normale” ma abbiamo dei presidi per risolvere i disturbi associati alla menopausa e orami arriviamo a 80/90 anni e quindi arriviamoci bene, arriviamoci in piedi, arriviamoci senza fratture, arriviamoci con la testa che c’è ancora perché molto spesso la carenza estrogenica aumenta quella che è la demenza senile. Quindi, teniamo conto di tutte queste cose quando diciamo No io gli ormoni non li voglio, o Non li voglio dare o Non li voglio perscrivere.
E non vorrei più sentire colleghi che liquidano le problematiche della menopausa come “normalità”.

Che differenza c’è tra la TOS e gli ormoni bioidentici?

Gli ormoni bioidentici sono come gli ormoni della terapia ormonale sostitutiva; si prendono in maniera diversa, generalmente in maniera transdermica, però sono sempre ormoni non è che siccome sono bioidentici sono diversi.

Gli ormoni che noi utilizziamo per la terapia ormonale sostitutiva, l’estradiolo e il progesterone, sono identici a quelli che produciamo noi, sono solo prodotti in laboratorio.

Molto spesso la differenza tra gli ormoni bioidentici e gli ormoni che sono già stati commercializzati, è spesso una differenza di prezzo;  Nel senso che gli ormoni bioidentici sono preparati in maniera galenica e quindi costano di più rispetto alla terapia ormonale sostitutiva che abbiamo a disposizione, e sicuramente la via transdermica è una via più leggera per assumere gli ormoni. È  una valutazione ovviamente che verrà fatta insieme al ginecologo, su qual è il tipo di terapia da utilizzare per quel tipo di donne.  Teniamo conto che non esiste una terapia ormonale sostitutiva per tutte, esiste la terapia ormonale sostitutiva per quella donna a quell’età, con quei problemi e con quelle caratteristiche. Quindi noi utilizziamo diverse molecole proprio per questo motivo, perché non siamo tutte uguali e ognuna di noi ha i suoi problemi da dover risolvere.

Le risposte sono a cura della Prof.ssa Manuela Farris ginecologa per redazione VediamociChiara © riproduzione riservata

>>>Abbiamo trattato questi argomenti anche nella diretta dell’evento Menopausapiùpeso

>>> Qui trovi altri articoli dedicati alla menopausa estratti da interviste ed eventi con la prof.ssa Manuela Farris

Take Home Message
Tos o integrazione nutraceutica? Quando entriamo in menopausa chiediamo al medico ed evitiamo il fai da te. 

Tempo di lettura: 1 ora

Ultimo aggiornamento: 01 marzo 2024

Voto medio utenti

Hai una domanda da fare? Scrivi alla nostra ginecologa

Se l’argomento ti interessa iscriviti a VediamociChiara per ricevere ogni mese tutti gli aggiornamenti sulle nostre novità e sui nostri eventi gratuiti

Scopri la convenzione con i farmacisti di RedCare riservata alle iscritte a VediamociChiara

Lascia un commento

 Seguici anche sui nostri nuovi profili social

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors