Alleniamoci al Piacere!

201598

Alleniamoci all'orgasmo

Ecco come allenare il piacere!

Sette donne su dieci fingono l’apice del piacere, l’orgasmo. Ma perché? Invece di fingere potremmo imparare molto di più del nostro corpo e parlare molto di più con il nostro partner. E raggiungerlo per davvero. In tutti i modi. Ecco come!

Mhm…

Immaginate: siete con il vostro partner in un bel ristorante. Atmosfera romantica, luci soffuse, musica preferita in sottofondo e lui che vi “mangia” con gli occhi. Ad un tratto il cameriere vi porta il dessert. Lo assaggiate. Non vi piace, ma per non deludere chi vi ha invitato a cena iniziate a fingere che invece no, il dessert è proprio buono. Anzi, buonissimo! E per essere ancora più convincenti, iniziate anche a mugugnare, “Mhm…”

Ma che gusto c’è a mentire un piacere?

Soprattutto quando è possibile allenarsi a raggiungere l’orgasmo e/o tanto piacere.

Oggi noi donne abbiamo a disposizione non solo esercizi e strumenti specifici per far sparire le “tendine” dell’avambraccio e la “pancetta” sull’addome, ma anche esercizi dedicati al piacere sotto le lenzuola. Un muscolo preciso, il muscolo pubococcigeo, è quello sul quale puntare i nostri sforzi.

Parliamo del muscolo più importante tra quelli del pavimento pelvico, ovvero quell’insieme di muscoli, legamenti e fasce che costituiscono la zona perineale, tra ano e vulva (la nostra intima amaca). È lui il responsabile della continenza, dell’evacuazione e dell’attività orgasmica.

Ma in che consiste l’allenamento? 

Alleniamoci al piacere invece di fingere!

Per funzionare bene i muscoli devono essere tonici. E se si rendendo tonici i muscoli del pavimento pelvico, oltre ad evitare problemi come l’incontinenza o il prolasso, possiamo godere di altri benefici: quelli sessuali.

Si tratta di esercizi discreti, semplici, che richiedono pochi minuti al giorno. Eccoli!

  • Contrazione e rilasciamento (esercizi di Kegel)

Il primo esercizio consiste nello stringere la muscolatura pelvica come se dovessimo trattenere la pipì o chiudere la vulva. Per qualche secondo, prima di rilassarsi (mi raccomando, per il doppio del tempo. Ad es. contrazione per 5 secondi, rilassamento per 10 secondi). Costanza è la parola chiave!
In alcuni Paesi del Nord Europa, la tonicità del pavimento pelvico è tenuta così in considerazione che fin dalle scuole medie inferiori alle ragazze viene insegnata proprio questa particolare “ginnastica”! *)

  • Palline dell’amore

Si tratta di sfere che si inseriscono nella vagina, mantenendo all’esterno una piccola cordicella che servirà per aiutarvi a toglierle, una volta finito l’esercizio. Ci si allena contraendo il muscolo pubococcigeo per evitare che la pallina esca. Per le donne non allenate, meglio iniziare da sdraiate. Si passerà alla posizione in piedi dopo che il muscolo risulterà allenato. A quel punto si riusciranno a fare le normali attività quotidiane.

E non dimentichiamoci che l’orgasmo nasce… in testa!

Il primo organo sessuale è il cervello. Noi donne lo sappiamo bene: spesso è più una questione mentale che una questione fisica. La sessualità, non solo per noi donne, non è solo una performance, qualcosa che riguarda il fisico, men che mai un esercizio di ginnastica. Coinvolge tutti gli aspetti dell’affettività.

C’è da aggiungere un’altra cosa molto importante, e la prendiamo dal libro Vengo prima io, di Roberta Rossi:

(…) orgasmo clitorideo e orgasmo vaginale sono la stessa cosa. O, meglio, c’è un solo tipo di orgasmo: l’orgasmo.

Un nuovo bellissimo assunto, che fa precipitare la necessità di fingere. O no? 😉

Redazione VediamociChiara

Testo citato Vengo prima io, di Roberta Rossi, pag. 72

Take Home Message – Alleniamoci al piacere
Sette donne su dieci fingono l’apice del piacere, l’orgasmo. Ma perché? Invece di fingere potremmo imparare molto di più del nostro corpo e parlare molto di più con il nostro partner. E raggiungerlo per davvero. In tutti i modi. Ecco come!

Tempo di lettura: 3′

Ultimo aggiornamento: 22 aprile 2022

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui