mercoledì, 28 Febbraio 2024

Tecnostressata? Un’App ti Salverà!

Tecnostressata? Un'app ti salverà!

Siamo fatti di digitale. In tutti i sensi. Il digitale, i suoi contenuti (che spesso sono i nostri!) fanno parte della nostra vita, anche lavorativa…

Ma non solo. Sono anche uno spazio di cittadinanza. Il fatto è che dentro il telefono, il computer, la serie Netflix, etc. ci sentiamo cittadini del mondo. Per certi versi lo siamo. Il punto è sempre la misura. Perché il troppo, come sapete, stroppia.

La malattia del nostro secolo si chiama tecnostress

Una malattia che ci costringe a subire gli effetti della tecnologia, senza riuscire a staccare la spina per un po’ di sano digital detox! In tempi di quarantena e di Pandemia ci hanno anche permesso di continuare a vivere e lavorare. Ma la nostra salute potrebbe risentirne (mal di testa, ipertensione, cervicale, insonnia…). Ecco qualche consiglio da salvare, che potrebbe tornare utile anche a fine la pandemia.

Tecnostressata – Le patologie da iperconnessione

Disturbi che fino a ieri pensavamo improbabili, nel corso dei lustri hanno trovato anche nomi e/o acronimi che li fanno somigliare di più a vere e proprie malattie.

  • Phubbing – È il paradosso dell’esclusione sociale dell’iperconnessione. Il nome nasce dalla crasi di due termini inglesi phone e snubbing: telefono e snobbare. Parliamo di quel fenomeno che più o meno involontariamente ci porta a ignorare gli altri quando siamo troppo presi dal controllo del cellulare. Un atteggiamento compulsivo che potrebbe far nascere un circolo vizioso: chi ne soffre tende a rifugiarsi online
  • Lettura compulsiva – Quello di cui soffro anche io. Che inseguo notizie in ogni angolo del web e così finisce che leggo di tutto senza sentirmi mai sazia. Un bel problema (soprattutto per occhi e cervicale)
  • O.M.O. – Ovvero la paura di sentirsi tagliati fuori (come recita l’acronimo “Fear Of Missing Out”). Se si soffre di FOMO, si vive quella preoccupazione che gli altri stiano facendo qualcosa per cui varrebbe la pena esserci. E si fa di tutto per non perdere nulla…

Tecnostressata – Ma che vita è?

Meglio allora provare ad intervenire per arginare il tecnostress. Si può fare, grazie anche alla tecnologia!

  • Gli anticorpi sono già tutti dentro
    Nell’iPhone, per esempio, c’è “Tempo di utilizzo” (>>> Impostazioni). Oltre al report del consumo quotidiano/settimanale/mensile, si possono impostare limiti, timer e scadenze. Ad es. si può impostare il limite giornalierosu Instagram. E allora per iniziare possiamo proviamo con non più di 20 minuti al giorno?)
  • Balance
    Un’app che, in base alle vostre esigenze (digital detox, stress, sonno, etc.) vi proporrà delle sessioni di meditazione (e potete scegliere anche l’orario). Sono esercizi che suggeriscono uno stile di vita sano e solo per questo meriterebbero di essere praticati
  • Tide
    Suoni in sottofondo per aiutare la concentrazione, non perdere il filo (io ho scritto questo articolo cullata dal suono delle onde e quello della pioggia).
    A proposito di pioggia, val la pena di provare l’app successiva…
  • Rifugio nella natura!
    Provate con quest’altra app: “Suoni di pioggia. Vanta oltre 75 suoni reali (Pioggia su una tenda, Pioggia su un templio giapponese, Pioggia a Stonehenge, etc.). Tutti di alta qualità.
    Il mio preferito? Acquazzone e arcobaleno!

Psss! C’è poi un trucchetto per risolvere il problema alla radice: avete mai provato a spegnere il telefono per un paio di ore? ; )

Redazione VediamociChiara
©️ riproduzione riservata

>>> Si è parlato di questo argomento anche su:

>>> Articoli correlati:

Take Home Message – Tecnostressata – Un’app ti salverà!

Siamo fatti di digitale. In tutti i sensi: il digitale, i suoi contenuti (che spesso sono i nostri!) fanno parte della nostra vita (anche lavorativa, per molti). Ma non solo: sono anche uno spazio di cittadinanza. Il fatto è che dentro il telefono, il computer, la serie Netflix, etc. ci sentiamo (per certi versi lo siamo anche) cittadini del mondo. Il punto è sempre la misura. Perché il troppo, stroppia.

Tempo di lettura: 3 minuti

Ultimo aggiornamento: 19 giugno 2023

Voto medio utenti

Hai una domanda da fare? Scrivi alla nostra ginecologa

Se l’argomento ti interessa iscriviti a VediamociChiara per ricevere ogni mese tutti gli aggiornamenti sulle nostre novità e sui nostri eventi gratuiti

Scopri la convenzione con i farmacisti di RedCare riservata alle iscritte a VediamociChiara

2 risposte

Lascia un commento

 Seguici anche sui nostri nuovi profili social

Resta connesso

I numeri di VediamociChiara

VediamociChiara è il portale scelto da oltre 12 milioni di utenti

I podcast scaricati da VediamociChiara negli ultimi mesi sono oltre 100.000

Il numero delle iscritte al nostro portale ha superato quota 500.000

Se vuoi saperne di più visita la nostra pagina le statistiche di visita di VediamociChiara

I nostri progetti Pro Bono

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors