Diete: le false credenze

199568

I consigli per le diete li troviamo ormai ovunque, ma spesso non hanno alcun fondamento scientifico. Come districarci? Vediamo di eliminare un po’ di false informazioni sulle diete.

Rinuncio ai carboidrati: FALSO

I carboidrati sono una importante fonte energetica per l’organismo e una dieta sana ed equilibrata non può escluderli. I cereali, i legumi, la verdura, la frutta sono cibi ricchi di carboidrati e sono la base stessa di una sana alimentazione.

I cereali integrali sono un’importante fonte di fibre alimentari che rientrano proprio nel gruppo dei carboidrati. Le fibre sono necessarie per le funzioni metaboliche, abbassando i picchi iperglicemici dopo i pasti, rallentando l’assorbimento di zuccheri e grassi, aumentando la sazietà e contribuendo alla regolarità intestinale. Una diminuzione dell’apporto di carboidrati fa aumentare inevitabilmente il consumo di proteine e grassi.

Faccio il conto solo delle calorie che assumo: FALSO

C’è una grande differenza tra mangiare un hot dog con ketchup e maionese e il suo corrispettivo calorico in cereali integrali, verdure e pesce. La qualità del cibo quindi è fondamentale per dimagrire. L’equilibrio che regola la sazietà è dato da un’alimentazione varia ed equilibrata che  fornisca tutti i nutrienti, carboidrati, fibre, proteine e grassi oltre ad acqua, vitamine e minerali.

Quando sono a dieta ho sempre fame: FALSO

Ogni volta che cominciamo la dieta è normale avvertire la sensazione di fame, ma se la dieta è ben equilibrata, sarà sicuramente sufficiente al nostro benessere e la fame resta semplicemente una sensazione e non un’esigenza. Bastano pochi giorni però all’organismo per adattarsi alla dieta e l’inserimento fra i pasti principali di spuntini bilanciati può aiutare a gestire la fame tenendo conto in ogni caso che la frutta è sempre lo spuntino migliore. Ricordiamo inoltre che la prima regola di tutte le diete, comunque, è di non saltare i pasti.

Devo eliminare i grassi: FALSO

Eliminare i grassi non aiuta a dimagrire anzi, alcuni grassi, come quelli contenuti nell’olio extravergine di oliva, nel salmone, nell’avocado o nella frutta secca sono una importante fonte di benessere per il nostro organismo. Il rischio poi è che si tenda a sostituire l’apporto calorico con zuccheri semplici e cereali raffinati che possono alterare il metabolismo provocando picchi glicemici e aumento del grasso addominale.

Se mangio senza glutine dimagrisco: FALSO

La necessità di mangiare cibi senza glutine è solo per chi ha una diagnosi di celiachia o di intolleranza e questi alimenti non fanno perdere peso: al contrario i prodotti senza glutine sono più ricchi di carboidrati e calorie oltre al fatto che sono spesso poveri di fibre, con conseguente diminuzione del senso di sazietà. Tutto ciò può provocare un aumento di peso.

Il cibi più gustoso mi fa sicuramente male: FALSO

Gli zuccheri lavorati, i dolcificanti e grassi artificiali possono alterare la funzione delle papille gustative che ci fanno percepire tutte gli altri cibi senza sapore. Quando ci si abitua a mangiare in maniera corretta si riscopre anche il vero sapore degli alimenti; l’utilizzo di aromi e spezie possono esaltare ulteriormente il gusto e le qualità organolettiche di ciascun alimento.

Dott.ssa Beatrice Greco
Biologa

Take Home Message
Rinunciare ai carboidrati, fare il conto delle calorie, eliminare i grassi, mangiare senza glutine, evitare i cibi gustosi perchè fanno male: solo alcuni dei falsi miti sulle diete, privi di fondamento scientifico.

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 20 marzo 2021

Voto medio utenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui